Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 8

Una volta limato il dente, troppo, come si fa per recuperarlo?

Scritto da manuela / Pubblicato il
Buongiorno, chiedo gentilmente un'opinione e un aiuto per i miei denti. Ho appena applicato faccette e corone a tutti i denti ad eccezione degli ultimi alle estremità dell'arcata superiore e inferiore. I denti però mi fanno male e non riesco a masticare bene. Il dentista mi ha fatto una visita di controllo e ha iniziato a limare le corone. Purtroppo però non ha ancora risolto il problema perché io sento sempre dei precontatti e alcuni denti mi fanno male. Sento anche tensione fra mandibola e mascella. Delle volte sento di aver paura di perdere la mia bocca, una sensazione strana, come se la bocca non fosse più mia. Ora mi sembra che i denti davanti dell'arcata inferiore siano troppo bassi, sono quasi completamente coperti da quelli dell'arcata superiore e tenendo conto che il dentista dovrà limarli ancora nel tentativo di trovare un'occlusione ottimale, la cosa mi spaventa. Per la limatura dei denti il mio dentista si basa sulle mie sensazioni, cosa mi da o non mi da fastidio e usa una gommina per verificare le altezze e i contatti dei denti. Però lima in posti diversi da quelli che gli indico io e naturalmente immagino che avrà i suoi motivi, come coniugare l'estetica con la funzionalità ecc...Il punto preoccupante è questo metodo empirico che non prevede correzioni. Una volta limato il dente, troppo, come si fa per recuperarlo? Non ci sono altri metodi più scientifici e sicuri? Perché sento questa tensione ai muscoli del viso? Ho paura di non poter più sentire in bocca la sensazione di avere denti naturali, cioè di non avvertire dolori o tensioni. Cosa posso fare? Per favore datemi un aiuto, un consiglio. Allego foto della mia dentatura a denti chiusi. Grazie in anticipo per il vostro aiuto. Cordiali saluti Manuela
Solitamente si passa da una riabilitazione provvisoria che da tutte le indicazioni per poter fare la definitiva e comunque nella norma si hanno già i parametri necessari per poter definire funzione ed estetica.
A questo punto la situazione è sicuramente complessa ma saranno sicuramente a disposizione i modelli iniziali per riferimento dei parametri funzionali e si dovrà da li ripartire se la differenza è sostanziale. Ne parli con il suo curante. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Manuela, pensi che nelle pubblicità delle faccette nessuno cita queste complicanze, la nostra occlusione e data anche da delle guide soprattutto quelle canine e incisali, che probabilmente negli anni avevano portato ad una abrasione del margine incisale; molte volte questo avviene quando si perde precocemente un dente chiave (primo molare). Ora per risolvere il suo caso, occorre uno studio ortognatodontico del caso, mettere l'apparecchio portando i denti nel giusto rapporto e poi rimettere le faccette. Oggi può acquistare un buono per faccette anche in internet a costi irrisori, ma se manca lo studio del caso con una corretta diagnosi le complicanze sono dietro l'angolo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara signora, riabilitare completamente una bocca non e' una cosa trascurabile; ci sono dei passaggi obbligati da seguire che vanno fatti prima di mettere i definitivi.Bisognerebbe saper perche' c'e' stata l'esigenza di protesizzare l'arcata e che cosa e' stato fatto prima( placchetta? provvisori rialzati o no etc) In ogni caso mi sembra che qualche passaggio manchi nel suo racconto

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Come scritto dal collega, premesso che con una foto dire come e doge c'è stato un errore procedurale e come risolverlo è impossibile, in linea di massima dovrebbero essere presenti dei modelli di studio base - modelli con ceratura diagnostica - provvisori (portati per alcuni mesi, in modo tale da avere indicazioni complete su come realizzare i definitivi). Con questi elementi in mano, di solito, grandi problemi con i definitivi non ci sono (proprio perchè abbiamo guidato l'occlusione e l'occlusione stessa ci ha guidati verso la riabilitazione piû indicata per la sua bocca). Ora come ora proprio dai provvisori gnatologici dovrebbe ripartire, magari detensionando il tutto con un bite intra - orale. Ma ne deve parlare con il Collega che la segue o rivolgersi ad un altro studio dove ci sia un discreto livello di specializzazione in Gnatologia per risolvere il problema, Internet non aiuta molto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

"Il dentista dovrà limarli ancora nel tentativo di trovare un'occlusione ottimale" è una frase che non vorrei mai leggere. Nel suo caso, direi che il nostro procede a mosca cieca. Si ricordi bene che ogni limatura dentale sconsiderata comporta un costo biologico, e questo costo non è riferito al suo portafoglio ma alla integrità della sua bocca. L'operazione che lei subisce come cavia incolpevole si chiama "molaggio selettivo", e ha due grosse limitazioni. Prima limitazione: agisce solo per scostamenti minimi. Seconda limitazione: agisce solo in via sottrattiva, e dunque ogni errore è irredimibile. Ciò premesso il M.S. conosce solo due vie d'uscita: o si va in paradiso, o si va all'inferno. Non esiste il purgatorio. L'inferno si chiama "nevrosi occlusale" e un poveretto ci ha scritto anche un libro, invocando una cura psichiatrica. Adesso lei come è stata conciata deve andare a conoscere un dentista molto più caro e molto più bravo, che sappia riconoscere il problema e sappia fare quel che deve. I battenti occlusali posteriori, dove azzannati, devo essere ricostruiti con intarsi in oro zecchino, dal costo ingentissimo. La plastica bianca - al posto dell'oro - ha vita breve e usure nefaste. Il dentista gnatologo è come un animale mitologico di fantasia, tutti i dentisti devono essere come devono, come tutti gli idraulici non devono allagarle il bagno mentre lei dorme. Vada su internet a cercare gruppi di eguali scontentezze, oppure si associ direttamente su facebook. Non sottovaluti questo avvertimento, anzi lo stampi e lo appenda al suo capezzale a futura memoria. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Manuela, avrà portato dei provvisori per un po di tempo, come si trovava? Il provvisorio è una tappa fondamentale per verificare che il progetto riabilitativo sia corretto. Se andava tutto bene c'è stato un errore nel trasferire quei parametri nel definitivo, altrimenti bisognava rivalutare il caso è apportare modifiche in quella fase. Ora il molaggio può correggere lievi errori occlusali, non mi sembra il suo caso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Esame Stabilometrico, Arco Facciale di Trasferimento per Parametri per Riabilitazione Orale. Dr. Gustavo Petti Parodontologo Riabilitatore Orale in Casi Clinici Complessi. Cagliari
Cara Signora Manuela, buongiorno. "Per la limatura dei denti il mio dentista si basa sulle mie sensazioni"! Niente di più sbagliato, purtroppo! Una riabilitazione Orale completa non la "si inventa". La si deve sapere fare ed il molaggio selettivo ha delle Regole ben Precise che guidano il Dentista nella sua esecuzione. Esecuzione che non ci sarebbe neanche dovuto essere stata la necessità di affrontare se la riabilitazione fosse stata realizzata ad Hoc! probabilmente se non “sicuramente” se il suo racconto ha registrato la realtà e sottolineo se, perché le sensazioni soggettive possono essere percepite in modo non reale, è stato fatto un molaggio selettivo che invece di riportare la occlusione alla norma gnatologica, ha causato una alterazione, una diminuzione della dimensione verticale della bocca. Infatti njella posizione che descrive, di chiusura massimamente retrusa sui denti posteriori, posizione che si chiama di Relazione Centrica o almeno di Centrica Abituale se è la sua abituale posizione, i denti frontali non devono toccarsi ma sfiorarsi con un Over Bite ed un Over Jet ben precisi (sono termini architettonici che indicano il primo di quanto i denti superiori in relazione centrica ricoprono gli inferiori e il secondo di quanto i superiori sopravanzano gli inferiori nella stessa posizione! La dimensione verticale è la distanza tra il piano occlusale masticatorio superiore e quello inferiore, in parole semplici ed è come una impronta digitale della bocca, non può essere alterata, come invece sembra essere avvenuto nella sua! Il molaggio selettivo si chiama selettivo perché seleziona parti dei denti che si possono e si devono ritoccare se in precontatto e parti di versanti cuspidali e loro piani inclinati che invece non si possoino e non si devono toccare col molaggio! Il molaggio selettivo deve rispettare il regolare rapporto cuspide fossa che in sostanza mantiene o contribuisce a mantenere la dimensione verticale suddetta! Il molaggio selettivo è una sciocchezza in mani abili in Gnatologia ma è un’arma pericolosa in mani non pratiche di esso! E’ fine e o lo si sa fare o non lo si sa fare! Ora bisogna riportare la sua bocca nella sua giusta e corretta dimensione vericale intervenendo gnatologicamente e/o protesicamente e gnatologicamente sui denti “toccati malee” sottolineando sempre secondo il suo racconto e se esso corrisponde alla realtà oggettiva e non ad una falsa realtà soggettiva! La Gnatologia è pecialità molto seria e delicata, richiede infatti cultura, intelligenza e capacità clinica oltre che terapeutica! Non si esaurisce certo tutto con una "toccata di trapano". :)Sappia che il concetto fondamentale è che tutti in Natura e Forma e Forma signofica Funzione. Massima espressione di Forma che svolge una funzione è proprio l'apparato stomatognatico, ossia la bocca e le sue unità dentali.Le spiego i concetti basilari di forma deidenti, gengive ed osso e quindi corone gengive ed osso, che devono esere armoniosi e giusti perchè dipendenti l'uno dall'altro, quindi se una corona fosse fatta male come forma e il cibo si "impigliasse per questo", sarebbe "sbagliata" con compromissione di forma gengivale ed ossea.La Gengiva ha una forma a festone, che ripete la forma a festone dell’osso sottostante e replica la forma del Dente che circonda a livello della linea di giunzione amelocementizia (che unisce lo Smalto alla radice). Addirittura il piano inclinato formato dai versanti cuspidali dei denti, formano con la linea ideale del piano occlusale, masticatorio, un angolo che è uguale all’angolo formato in un movimento particolare, dalla Testa del Condilo e un punto preciso della Cavità Glenoide della ATM (Articolazione Temporo Mandibolare). Questi quattro Organi Stomatognatici, Gengiva, Osso, Dente e ATM, sono quindi in un rapporto talmente stretto di forma e funzione che è sufficiente che cambi la forma uno solo di essi per farla cambiare anche agli altri… creando patologie anche gravi, oltre che inestetismi spesso molto seri. Ecco perché è semplicistico fare paragoni tra una Otturazione od una Corona Protesica o qualsiasi altra terapia Odontoiatrica, di un Dentista anziché di un Altro, con costi che possono essere anche 10-20 volte maggiori o minori tra l’uno e l’altro. Quindi dubitate altamente delle "prestazioni" Low Cost = a basso costo!!! Basta non modellare una otturazione con i giusti piani inclinati dei versanti cuspidali per causare una alterazione della forma del Condilo della Mandibola o dell’intera ATM, con deviazione della Mandibola, formazione di Precontatti, spostamento dei denti, Instaurarsi di una Patologia Occlusale Gnatologica. Stesse considerazioni per la forma delle otturazioni e/o delle corone protesiche su monconi naturali o su impianti, legga nel mio profilo:"La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale" se vuole approfondire questi argomenti!. Lei domanda: "Una volta limato il dente, troppo, come si fa per recuperarlo? Non ci sono altri metodi più scientifici e sicuri?" Guardi, se il Suo Dentista non avesse avuto l'accortezza di Registrare all'inizio della cura, la sua Dimensione Verticale e rilevare i modelli di studio che permetterebbe ora di avere parte dei parametri guida gnatologici, allora bisognarebbe, ora, bisogna valutare le tre disclusioni incisiva o protrusiva, laterale sin e dx o canina e massimamente retrusa coi denti posteriori a contatto o Relazione Centrica con valutazione di Over Jet ed Over Bite e delle tre curve di compensazione, di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. La terza curva di Compensazione da valutare e quella di Monsen.Sarebbe eventualmente, ma lo deciderebbe solo il Dentista, opportuno anche uno studio con un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente! Come vede la Visita Odontoiatrica è molto più profonda e seria di quanto si pensi. Gnatologia, occlusione e postura sono strettamente correlate: Occorre però un "Buon Dentista esperto in Riabilitazione Orale in Casi Clinici Complessi! Le lascio un Poster di quanto spiegato nel testo. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Le ho risposto più sopra, alla data 7/09. Non capisco perchè abbia postato la stessa domanda due volte. Le risposte che possiamo darle sono sempre le stesse. Non può cercare qui delle risposte, deve farsele dare da chi sta eseguendo il molaggio. Consideri che solitamente, se c'è stata una programmazione corretta dei lavori da eseguire, una volta cementate le corone e le faccette non si va a casaccio a limare qua e là. In teoria la fresa non dovrebbe più entrare in bocca. Ora ovviamente si modificherà la dimensione verticale, se le limature interverranno sui posteriori, coprendo ulteriormente il morso. Come vede, dare delle risposte qui, non può essere d'aiuto. Ne parli col suo dentista. Saluti. P.S per Sebastiano: adoro le tue risposte!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)

Sullo stesso argomento