Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 7

Malocclusione II classe di angle

Scritto da ENNIO / Pubblicato il
Salve! Chiedo consigli su come risolvere una "malocclusione della II classe di angle". Il centro diagnostico radiologico dove ho effettuato l'ortopantomografia, telecranio e stratigrafia ATM basale e dinamica mi ha diagnosticato che "l'esame del ATM eseguito a bocca aperta e bocca chiusa ha mostrato assenza di alterazioni della cavità glenoidea e dei condili mandibolari e, nel radiogramma a bocca aperta, lo slittamento anteriore del condilio mandibolare che supera il tubercolo anteriore della cavita glenoidea a destra (lussazione anteriore dei condini)". Per favore consigliatemi come devo procedere per risolvere il problema.
Caro Signor Ennio, buongiorno. Lei parla di ""malocclusione della II classe di angle" e poi di "centro diagnostico radiologico dove ho effettuato l'ortopantomografia, telecranio e stratigrafia ATM basale e dinamica mi ha diagnosticato che "l'esame del ATM eseguito a bocca aperta e bocca chiusa ha mostrato assenza di alterazioni della cavità glenoidea e dei condili mandibolari e, nel radiogramma a bocca aperta, lo slittamento anteriore del condilio mandibolare che supera il tubercolo anteriore della cavità glenoidea a destra (lussazione anteriore dei condini)". Io allora le chiedo: ma scusi, questi esami radiologici e la diagnosi di II classe di angle, le sono state prescritte (le prime) e diagnosticate (le seconde), da un Dentista! Non è possibile che le abbia fatto da solo o siano state prescritte da, da chi? Non so! Allora si rivolga a chi le ha prescritte. Mi auguro e le auguro che sia un Dentista e le ricordo, come già nelle risposte precedenti, che la diagnosi di disgnazia e la progettazione terapeutica si fa solo dopo Check Up deve sapere che esistono tre Classi di Disgnazie a seconda del rapporto della cuspide mesio vestibolare del primo molare superiore con il solco mesio vestibolare del primo molare inferiore! La seconda Classe poi si divide in due divisioni, Prima divisione e Seconda Divisione a seconda che ci sia un aumento od una assenza di over jet frontale. A tutto questo si accompagna la classe di rapporto tra i canini in relazione centrica e in disclusione laterale e protrosiva! Inoltre bisogna verificare il piano occlusale che forse è la "parte più complessa". Bisogna inoltre registrare e valutare anche Gnatologicamente (Ortodonzia e Gnatologia si fondono in una Diagnosi Clinica Seria) le Tre Curve cosiddette di Compensazione, ossia la Curva di Spee, di Wilson e Monsen.Per analizzare quanto descritto capirà che non basta un suo racconto e spero che tutti voi pazienti leggiate questa mia risposta perchè ora sono obbligati a ripetermi per l'ennesima volta destando sicuramente noia, ripetività in pazienti e Colleghi. Devo ribadire che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica oltre ad una valutazione fisiopatologica della postura e funzione della lingua, oltre che della postura in generale della colonna vertebrale! Per risolvere il problema deve andare da un Dentista che si occupi di queste patologie. Un Ortodontista che abbia cognizioni anche Gnatologiche e Cliniche Sistemiche! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Ennio, purtroppo devo dirti che gli esami radiografici che ti sono stati prescritti (molto comuni ma spesso inutili) forniscono ben pochi dati sulla funzionalitá o sulle effettive disfunzioni del tuo complesso stomatognatico. Le seconde classi possono essere considerate le disgnazie più favorenti le patologie articolari e neuromuscolari, per cui consiglio un approccio strumentale computerizzato che analizzi la tua occlusione da un punto di vista neuromuscolare con appositi tests kinesiografici ed elettromiografici.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Mi scusi ma perché non si rivolge ad un Ortodontista, con competenze chiare e specifiche in Gnatologia, che possa farle una visita completa, impronte, fotografie, modelli di studio ed esami radiografici necessari, per una diagnosi definitiva (non si capisce perché da una malocclusione di seconda classe si sia passati ad un disturbo dell'ATM....) e completa, e relativo piano di trattamento. Come facciamo noi a consigliarle un trattamento per un problema così complesso da analizzare come il suo? Potrebbe aver bisogno di placche occlusali - bite, trattamenti ortodontici fissi e quant'altro, ma solo chi la visita con competenza può stabilirlo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Ennio, la risposta corretta la può dare solo il professionista che le ha prescritto gli accertamenti diagnostici, noi a distanza senza la minima coscienza del caso, rischiamo solo di far confusione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Mi permetta di sorridere della truculenta scrittura di "slittamento anteriore del condilio mandibolare che supera il tubercolo anteriore". Il referto radiologico è al servizio del clinico, esattamente come il manovale è al servizio del muratore. L'occlusione di seconda classe determina una faccia che prende l'aria di famiglia, la mala occlusione è un'altra cosa. Nel caso esemplato, quasi sempre basta una estrazione giovanile in area dei molari per azzoppare il sistema dell'equilibrio del campo occlusale. Si cerchi un dentista più caro e sapiente, perché una seconda classe non è affare da dilettanti. Mistero della fede, lei potrebbe stare molto meglio anche con mezzi semplicissimi, ma solo in mani esperte (mani esperte). Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Visita da specialista in ortodonzia per una corretta diagnosi

Scritto da Dott. Domenico Ancona
Fasano (BR)

La malocclusione di 2a classe non sempre è da trattare. Lei che cosa desidera? Che problemi accusa? Solo parlandone col suo ortodontista si può diagnosticare e prevedere una terapia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento