Domanda di Gengivectomia

Risposte pubblicate: 13

Ho 22 anni ed ho il sorriso gengivale

Scritto da viviana / Pubblicato il
Salve, sono Viviana e mi rivolgo a voi per avere più informazioni riguardo alla gengivectomia! Per caso su internet ho scoperto questa operazione, che potrebbe risolvere, da quanto ho capito, il sorriso gengivale! Ho 22 anni ed ho il sorriso gengivale, e si vede di più poiche ho dei denti piccoli.. Per me è causa di un vero e proprio complesso ormai, cosi decisi di parlarne col mio dentista, che però non mi prese troppo in considerazione, poichè dice che non sono gravissima, e che si effettua nei casi più problematici! Ora io non voglio trovare problemi dove non ci sono, ma io vedo che il problema c'è e sembra che nessuno voglia aiutarmi.. cosi non so davvero a chi rivolgermi! Vorrei risolvere questo mio difetto ed avere un bel sorriso.. e , soprattutto, riuscire a ridere pure nelle foto! confido in voi nel riceve seri consigli, spero tanto che io possa risolvere questo problema, poichè mi garantirebbe anche piu fiducia in me stessa! Aspetto vostra risposta, grazie per la vostra disponibilita!
É indispensabile fare una corretta diagnosi di un sorriso gengivale e solo una volta riconosciuta la causa si decide la terapia che può essere sì chirurgica ma anche ortodontica o protesica. Si affidi ad uno studio specialistico ove siano in grado di darle risposte adeguate e soprattutto di proporle soluzioni corrette. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gummy smile da Iperplasia Gengivale da difenilidantoina per terapia epilessia, corretto con Gengivectomia. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Viviana, bisogna anzitutto sapere chi ha fatto la diagnosi di sorriso gengivale che è un termine molto p'reciso che indica un inestetismo associato o no a patologia! Per esempio è importante valutare se i denti che lei definiosce piccoli, sono normali e sembrano piccoli per ipertrofia iperplasia gengivale o perchè sono proprio piccoli essi stessi, nel qual caso si parlerebbe di microdonzia! Avesse almeno postato una foto del sorriso con le labbra normalmente sorridenti e poi rialzate per vedere bene tutti i denti, le gengive i fornici!Stia molto attenta a non "capitare" con un Dentista che pur di "accontentarla" faccia tutto quello che lei desiderasse! Sarebbe pericolosissimo per la salute dei suoi denti e del suo Parodonto e dei rapporti Gnatologici tra di loro e poiché i denti e la bocca sono nel corpo umano, sarebbe anche pericoloso per le ripercussioni che si potrebbero avere sull'intero organismo!Per il sorriso, non deve pensare ad un sorriso stereotipato, ma al suo personalissimo sorriso! Ogni sorriso è differente ed ha la propria personalità! Sarei proprio curioso di vederlo per esprimere un giudizio estetico. Non deve fare l'errore di creare dentro la sua mente un'immagine di donna ideale a cui vorrebbe a tutti i costi rassomigliare! Per fortuna siamo differenti gli uni dagli altri! Sarebbe ben triste e banale se così non fosse!Esiste comunque la chirurgia parodontale estetica che si occupa proprio dell'estetica del sorriso; c’è una strettissima relazione di forma ed armonia tra Denti, Gengive, Linea di Giunzione Mucogengivale ed osso sottostante. Tutti questi organi devono essere in equilibrio tra di loro per avere quello che gli "Statunitensi" chiamano "Natural smile", "Sorriso naturale", che è dovuto ad una proporzione tra "pink aesthetics" and "white aesthetics", ossia tra l’estetica rosa (dovuta alle gengive) e l’estetica bianca (dovuta ai denti). Se la proporzione tra queste due componenti viene meno e si ha il prevalere, rispettivamente, dell’una (Gummy smile, ossia Sorriso Gengivale), come nelle ipertrofie gengivali o dell’altra (White smile, ossia sorriso bianco) per eccesso della componente dentale come avviene per esempio nelle recessioni gengivali e nella Parodontiti. con riassorbimento osseo con grave componente orizzontale. Legga cliccando sul mio nome tra le pubblicazioni l'articolo "La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale", vi troverà tutto ciò che occorre sapere per comprendere il problema e la sua terapia. Non è detto che la terapia sia la gengivectomia, perchè per farla bosogna avere una adeguata banda di gengiva aderente ed il fornice deve essere profondo e la linea di giunzione mucogengivale (che separa la gengiva aderente, rosa e che aderisce all'osso sottostante e circonda i denti e funge da gengiva marginale, dalla mucosa alveolare, che invece è elastica, violacea e si riflette sul fornice, interno delle labbra etc) deve essere lontana da quella "libera" . Se così non fosse, si dovrebbe fare non una gengivectomia ma un lembo mucoperiosteo, quindi a spessore totale, riposizionato apicalmente, magari unitamente ad una gengivoplastica per rimodellare la gengiva libera e ricreare la giusta festonatura che deve seguire il profilo osseo e della linea di giunzione amelo cementizia dei denti, per mantenere o ridare estetica che poi corrisponde alla funzione. Bisogna valutare i rapporti tra i denti tra loro ed gli antagonisti, gnatologicamente ed ortodonticamente e se ci fossse una contemporanea disgnazia, con un ceck up ortodontico completo ed una analisi cefalometrica. Bisogna valutare soprattutto la presenza eventuale di tasche vere o false parodontali, vere che indicherebbero una parodontite e false che indicherebbero una ipertrofia-iperplasia gengivale e tanto altro.Quindi, conservativa, Gnatologia, Ortodonzia, Protesi, Parodontologia, Chirurgia si compenetrano l'un l'altra in queste problematiche! Stia attenta! Si deve rivolgere ad un Dentista pratico in tutte queste specialità, ad un Dentista completo a 360°, non ad una clinica con più Dentisti specialisti nelle singole specialità. Per avere una visione di insieme l'ideale è un Parodontologo pratico in tutta l'Odontoiatria, in parole povere pratico in riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi! Personalmente mi occupo di queste patologie-inestetismi da 36 anni ormai, segua quindi il mio consoglio se no "cade dalla padella alla brace"! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La diagnosi di "sorriso gengivale" deve essere integrata da una esatta disamina delle cause che l'hanno provocata. Prima di sottoporsi a interventi chirurgici, che in quanto tali sono irreversibili, sarebbe opportuno effettuare una visita ortodontica per stabilire se è opportuno risolvere il problema per via, appunto, ortodontica. Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Alessandro Francini
Reggio Calabria (RC)

Poteva allegare almeno una foto? Cordialmente V.

Scritto da Dott. Valeriano Capone
Roma (RM)

Il dott Petti, grande maestro, le ha detto tutto. Se andasse in Sardegna valuti una sua visita. Ne sarebbe soddisfatta.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Egregia signora si stima che circa il 50% delle persone quando sorride scopre una certa quantità di gengiva al di sopra degli incisivi superiori. Ma solo una piccola percentuale di questi scopre in maniera poco attraente. Si chiama esposizione gengivale eccessiva(EGD). A volte in caso di denti corti è indicata la gengivectomia o l'allungamento della corona. Ma nel caso la lunghezza fosse normale la causa del sorriso gengivale sarebbe un labbro superiore ipermobile o corto o un eccesso di mascellare verticale che richiedono una terapia diversa che è conosciuta come chirurgia di riposizionamento labiale(LSR) che si fa tranquillamente in studio.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Terrachini
Reggio Emilia (RE)

Se la soluzione dovesse essere la gengivectomia, consiglio vivamente il laser, perchè è del tutto atraumatico, e il post-procedura è estremamente favorevole sia come risultati che come mancanza di disturbi..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

La chirurgia plastica gengivale è semplice, veloce, economica e dà una immediata soddisfazione a chi soffre di "gummy smile", specie a soggetti con iperplasia gengivale. Però molto spesso questo difetto è associato ad una malocclusione di seconda classe di Angle, seconda divisione. Per intenderci, è quando i denti incisivi superiori coprono totalmente o quasi gli incisivi inferiori (morso coperto o morso profondo o deep bite). In tal caso è richiesto anche l'intervento risolutivo dell'ortodontista! Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Il sorriso gengivale può avere molte cause e numerose soluzioni terapeutiche. La distinzione più importante è quella tra un problema della porzione basale del mascellare superiore e quello di un problema dento-gengivale. In base alle numerose variabili verificabili con esame clinico, RX e foto sarà possibile darle indicazioni corrette. Cari saluti Dr. Roberto Del Rosso, Specialista in Ortognatodonzia, Terni

Scritto da Dott. Roberto Del Rosso
Terni (TR)

Prima o poi troverà chi, dietro lauta parcella, le taglierà un pezzetto di orlo gengivale a casaccio. Ma non finisce qui. Dopo avrà il naso storto, poi un verruca sotto un neo, poi un labbro superiore da gonfiare. Tutto si può cambiare, eccetto le pupille. Il mio consiglio è di non fare niente, ma di trovarsi un bravo ragazzo con il sorriso gengivale, di buon carattere e di buona forchetta, e anche che di robusta salute. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia