Domanda di Gengivectomia

Risposte pubblicate: 6

Ho un problema con la gengiva causato dalla rottura del dente

Scritto da melania / Pubblicato il
Salve, sono una ragazza di 22 anni, studentessa fuori sede, quindi lontana dal mio dentista. Da 2 settimane ho, o almeno credo sia questo, un problema con la gengiva causato dalla rottura del dente già cariato, e a parer mio curato male! La gengiva si presenta gonfia e dura come una pallina! Per una settimana ho preso Augumentin ma nulla è cambiato, il mio dentista mi ha detto poi di continuare per altri 3 giorni con bental e agumentin e sembra aver funzionato, ma solo temporaneamente perchè finita la cura la gengiva è tornata gonfia! non so più che pesci prendere! anche perchè questa cosa mi porta un dolore alla gola! Grazie per la vostra attenzione
Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari. Allungamento della Corona Clinica con Gengivectomia Palatale e Lembo Riposiz. Apicalmente e Osteotomia Osteoplastca.
Cara Signora Melania, buongiorno. Tranquilla! E' normalissima Routine! E' un ascesso che si è estrinsecato palatalmente e dovuto, a quanto sembra, ad una estesa carie penetrante, del 16 (Primo molare Sup. Dex.) che deve essere in necrosi o in Sindrome Radicolare della Polpa. Una Visita Clinica ed una Rx Endorale confermeranno la Diagnosi! Gli antibiotici ed il Cortisone serve solo se sono seguiti ed accompagnati dalla terapia che è quella di un Dente in Necrosi, ossia una Terapia Endodontica (devitalizzazione)! Poi si deve attuare un allungamento della corona clinica, mesialmente, perché la cavità cariogena si estende sotto gengiva e probabilmente arriva alla cresta ossea o anche più in profondità (La Rx Endorale serve anche per visualizzare questo)! Concettualmente i microbi presenti nella radice inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi. Tolti i microbi con la terapia endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda, se fossero presenti ostacoli insormontabili come perni non rimovibili etc (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso. Per kl'allungamento della Corona Clinica (la parte di dente che eme rge dalla gengiva), basta fare una piccola Gengivectomia se si fosse in presenza di una banda sufficiente di Gengiva Aderente e/o se la cavità non raggiungesse l'osso o un Lembo riposizionato apicalmente con Osteotomia osteoplastica se si fosse in presenza di una banda insufficiente di Gengiva Aderente e/o raggiungesse o si approfondisse nell'osso. Le lascio una foto di un dente curato in amalgama (ma con il materiale estetico è lo stesso), con la cavità che si estendeva sottogengiva ed in cui è stato praticato un allungamento della Corona Clinica con una Gengivectomia Palatale ed un Lembo riposizionato apicalmente ed Osteotomia osteoplastica vestibolare, (qui c'era anche un piccolo problema parodntale per cui il lembo vestibolare è più ampio, ma il principio non cambia :) per farle capire. Cari saluti e stia tranquilla, è normale routine odontoiatrica, sono "fesserie"! (Scusi il termine) ;) Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il molare in questione (16) deve essere curato: pulizia della carie residua (e probabilmente non pulita in un primo momento), terapia canalare (la "pallina" potrebbe essere un tentativo di sfogo, o meglio fistola, della flogosi peri - apicale piuttosto che una problematica di tipo parodontale), cioè devitalizzazione, visti i sintomi e l'estensione della carie, e successiva ricostruzione diretta o indiretta. E' del tutto inutile continuare ad assumere farmaci senza trattare il dente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Melania, chiaramente le cure farmacologiche sono temporanee, occorre eliminare la causa curando il dente cariato, presso un qualunque odontoiatra anche fuori sede.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Melania, sembra un problema endodontico, cioè il dente va devitalizzato. In questo caso le terapie farmacologiche sono solo un palliativo e di breve durata. Deve curare il dente al più presto. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno. Dai dati che ha fornito non è dato di fare diagnosi anche se dalle foto sembrerebbe trattarsi di ascesso endo-parodontale. Le consiglio di andare da un odontoiatra che eseguirà una visita accurata, delle radiografie e un sondaggio delle gengive. Tranquilla non è cosa complicata anche se molto fastidiosa. Auguri

Scritto da Dott. Giancarlo Cacciotti
Roma (RM)

Siccome le malattie dei denti non sono mortali, lei si permette di buttare via la salute della bocca. Complimenti per la foto. Si ricordi che per il suo problema, pur non essendo in pericolo la sua vita, è in pericolo la sua qualità di vita. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia