Domanda di Fratture dei denti

Risposte pubblicate: 7

Sono da sempre soggetta a carie

Scritto da barbara / Pubblicato il
Buongiorno, sono una ragazza di 35 anni molto triste e preoccupata per la situazione dei suoi denti. Sono da sempre soggetta a carie ( così pare ), e la mia bocca con tutti gli interventi di correzione, cura e prevenzione vale migliaia e migliaia di euro oramai! mi manca soltanto provare l'impiantologia....ma temo che presto ci arrivero'! E' un susseguirsi di nuove carie, vecchie carie che si espandono, denti che si spaccano con o senza amalgama annessa, denti curati che restano sensibili, denti da devitalizzare, e corone di ceramica che mi causano fastidi alle gengive ( una addirittura si è staccata 4 volte in 3 anni ed ora dondola tantissimo ma il mio dentista non vuole tirarmela via per paura di lesionare il dente sottostante ) . Ultima di oggi: 3/4 di premolare che si sono staccati così, come se nulla fosse....il dente a detta del dentista era "solo" decalcificato.... non mi ha mai fatto male né dato fastidio, era soltanto piu' scuro, e neppure ora che ne è rimasta solo la parete esterna mi crea fastidio ! che sia in realtà "morto" , pur non essendo mai stato devitalizzato? puo' accadere? pensate sia necessaria una radiografia per capire la situazione e intervenire in modo corretto? Altra domanda....vi pare possibile che il mio dentista in 15 anni mi ha curato praticamente tutti i denti nonché fatto 2 estrazioni, nonché ricoperti 2 denti con corona, nonché messo apparecchio fisso e mi vede la bellezza di una volta ogni 2 mesi...non mi abbia fatto mai e dico MAI una radiografia ? non so che fare , è una storia infinita....e io vorrei fare la cosa giusta ( non essendo una dentista pero' devo affidarmi cmq a qualcuno ! ) grazie a tutti buona giornata!
Sig. Barbara, controlli se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici, pensi che la carie è una delle patologie più facilmente prevenibili, per cui le consiglio di contattare al più presto un igienista dentale. Richieda per iscritto al suo odontoiatra tutte le indicazioni per non rimuovere una corona protesica non stabile! di norma aspettare si rischiano più complicanze, poi con il parere del collega possiamo riparlarne. Le RX non sono obbligatorie e devono essere eseguite solo dove c'è indicazione, certo da quello che ci racconta in 15 anni forse qualcuna sarebbe stata indicata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Denti "impossibili" curati 30 anni fa ed ancora in bocca  salvi a dimostrazione che la qualità è risolutiva. Dr. Gustavo Petti Parodontologo Riabilitatore Orale di Cagliari
Cara Signora Barbara, buongiorno, certo che non aver fatto nessuna Rx endorale è curioso! Così come è curioso che non sia stata fatta una Diagnosi. Esistono malattie dello smalto che lo rendono fragile ed aggredibile dalla carie. Esiste una malattia che si chiama Policarie. Esistono cure, modo particolari di progettare una riabilitazione per esempio con pernimoncone anzichè otturazioni estese e così via. Una corona definitiva su dente normale si scementa per tanti motivi, tra cui una preparazione protesica inadeguata, per esempio un mancato allungamento delle corona clinica del dente o un mancato parallelismo della preparazione o un inadeguato disegno progettuale della spalla e dello "smusso" o un materiale protesico non adatto a quella situazione e tanto altro. Bisognerebbe visitarla per poter dirle cose conclusive! Posso solo dirle che la "Storia infinita" può diventare , sì lunga ma finita anche se rimarrebbe sempre infinita nel senso dei controlli e curettage e scaling che dovrebbe fare con l'igiene orale professionale più volte l'anno per tutta la vita, questo in linea di massima non vedendola! Che altro dirle se non di "tirarsi su" ed attivarsi nel senso di quanto le ho detto? Le lascio un Poster di denti "impossibili" curati e salvati ben 25-30 anni fa ed ancora in bocca sani e salvi a dimostrazione che l'Odontoiatria di qualità è risolutiva! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Io non mi esprimo mai così, ma sicuramente c'è da cambiare dentista. Infatti se non ha mai fatto rx, non è segno buono, e abbinando questa notizia al resto del suo racconto, c'è da vedere bene come dice il dr. Ruffoni, se è un vero dottore laureato o no. Anche se fosse un dr. però i metodi sono forse inadatti alla sua situazione che richiede invece un professionista più abile.. Lo troverà di sicuro in questo sito cercando bene.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Non è deontologicamente corretto suggerirle di cambiare dentista, ma diciamo che verrebbe spontaneo scriverglielo, ed è quello che credo stia valutando anche lei. Fatta questa premessa, considerando che la decisione spetta a lei, purtroppo senza visitarla nè avere a disposizione la sua cartella clinica e nemmeno una lastra (fatto questo piuttosto "strano" direi.....), mi è difficile darle suggerimenti davvero utili. Le corone protesiche si possono de-cementare e i denti possono andare incontro a necrosi, ma non è questo il suo problema. Lei deve esere inserita in un programma di igiene orale periodica, radiografie, status endorale e panoramica, visita clinica completa periodica con le cure conservative - endodontiche - protesiche necessarie (all'infinito sì, ma con criterio e comunque con trattamenti sempre meno invasivi nel tempo).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.Barbara, è quantomeno curioso ,se non sospetto che non siano mai state fatte lastre,si dovrebbero eseguire per controllo ogni volta ci fosse la necessità:da quello che racconta sembrerebbe che la necessità ci sarebbe stata. Tragga le conseguenze...buona giornata

Scritto da Dott. Luigi Piola
Legnano (MI)

Cara Barbara, da ciò che descrive non mi pare proprio che lei sia stata sottoposta a trattamenti adeguati e le sia stata fornita una corretta inerpretazione del serio degrado dentale che la affligge. Occorre un corretto inquadramento operato secondo criteri e protocolli degni della moderna odontoiatria.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia