Domanda di Fratture dei denti

Risposte pubblicate: 7

Lo scorso dicembre mi si è rotta la ricostruzione/corona del penultimo molare

Scritto da roberto / Pubblicato il
Complimenti per il vostro sito! Lo scorso dicembre mi si è rotta la ricostruzione/corona del penultimo molare inferiore a sx già devitalizzato. L'ortopanoramica ha evidenziato che le 2 radici sono spezzate. Nessun dolore, nè infezioni o fastidi. Si può mantenere il dente magari ricostruendo la parte spezzata oppure necessita l'estrazione del molare e delle due radici spezzate? E' il primo dente che perderei e ci terrei a salvarlo. Grazie mille per l'attenzione.
Sig. Roberto, la Rx senza la clinica può portare a grossi errori, le consiglio di affidarsi alle buone mani del suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Poster di simili fratture curati con chirurgia parodontale e perni moncone e protesi fissa. Da casistica Dr. Gustavo Petti Parodontologo Protesista di Cagliari
Caro Signor Roberto, grazie per l'apprezzamento, è molto gradito e lo sarà ancor più dal Proprietario che lo ha pensato e che lo porta avanti con passione ed amore! Mi unisco al suo ringraziamento e lo trasmetto a Lui! Non è la OPT la Rx giusta per questa valutazione raiografica, ma è una Rx endorale! La valutazione deve essere fatta sul diafanosopio e non su una foto malfatta via web! Soprattutto deve essere clinica! Da quel poco che si vede o meglio si intuisce di vedere, sembrerebbe una frattura non delle radici ma della corona a livello della parte coronale delle radici. E' ben diversa la cosa! Ripeto se così fosse il dente si dovrebbe poter salvare con un allungamento della corona clinica con chirurgia preprotasica parodontale con gengivectomia se ci fosse sufficiente banda di gengiva aderente o con Lembo riposizionato apicalmente ed osteotomia-osteoplastica se la gengiva aderente fosse insufficiente e ci fosse una Mucosa Alveolare con la linea di giunzione mucogengivale troppo rappresentata e vicina al margine della corona e del moncone e poi si rifarebbe la nuova corona a regola d'arte su un perno moncone! Chiaro? :) Le lascio un Poster di simili fratture curate da oltre 25-30 anni ed ancore sane e salve in bocca a dimostrazione che i denti si curano e non si estraggono perchè costituiscono un patrimonio inestimabile del nostro organismo!Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'otturazione della cura canalare è più che buona. Si può ricostruire con altro argento dove si trova una parete spezzata. Tra qualche anno potrebbe essere necessario ricoprire con una capsula il dente, che nella sede indicata potrebbe essere fatta al meglio come un intarsio a copertura parziale, in oro platinato. Nelle coperture parziali l'oro non scivola sotto il bordo gengivale, ma si ferma a distanza dal margine per lasciare respirare la gengiva. In questo caso particolare avremmo il più basso costo biologico. Scappi a gambe levate davanti alla proposta di una capsula in zirconio. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo sig. Roberto sfortunatamente la radiografia non è sufficientemente chiara per permettere di suggerirle il trattamento più adatto. E' necessaria una visita. Cordialmente

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Purtoppo dalla panoramica allegata si può capire poco, se non che la cura canalare sia buona. Per il resto, dipende da che parte il dente è spezzato e in che modo è spezzato. Se è fratturata la corona e la relativa porzione coronale delle radici, senza interessamento della forcazione, allora il dente ai può recuperare nella sua totalità: allungamento di corona clinica (intervento di chirurgia mucogengivale finalizzato ad esporre struttura dentale sana, con gengivectomia oppure lembo riposizionato apicalmente ed osteoplastica/osteotomia), ricostruzione dl moncone diretta o moncone indiretto, nuova corona in lega nobile - ceramica. Se la frattura interessa il pavimento del dente e la forcazione radicolare, con relativa separazione delle radici stesse, il discorso si complica: è possibile in alcuni casi pulire accuratamente ed isolare le due radici, ricostruire un moncone diretto su di esse (con spazio sciacquabile inferiormente) ed eseguire una nuova corona; se però una radice è completamente fratturata è necessario estrarla, e, al limite, utilizzare la residua per ricostruire una sorta di premolare con relativa corona su di esso (in questo caso salverebbe quanto meno mezzo dente). Come vede le possibilità sono diverse ed articolate, solamente un Odontoiatra potrà fare diagnosi certa e prospettarle quindi i possibili piani di trattamento adatti al suo caso.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Roberto, la panoramica è molto confusa, comunque sembra una frattura della corona e non della radice. In questo caso si può benissimo salvare. Se invece le radici sono spezzate le cose si complicano. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig. Roberto, la ringrazio per la sua gentile richiesta. Con due radici fratturate sarebbe consigliabile estrarre il dente e sostituirlo con un impianto magari post-estrattivo. La predicibilità del risultato è più sicura che non altri tentativi eroici di mantenimento dell'elemento dentario a tutti i costi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Amato
Borgoricco (PD)