Domanda di Fratture dei denti

Risposte pubblicate: 8

Mio nipote di 8 anni è caduto fratturandosi i 2 incisivi superiori

Scritto da cinthietta / Pubblicato il
Gentili medici, mio nipote di 8 anni è caduto fratturandosi i 2 incisivi superiori uno dei quali a filo della polpa dentale. Domanda 1) si può utilizzare il gel per ricostruirli naturalmente? esistono sostanze che possono spingere naturalmente la crescita o mineralizzare il dente? domanda 2) mi potreste indicare la tecnica meno invasiva possibile? Vi invio alcune foto. Vi ringrazio per l'attenzione che vorrete dare.
La cosa più importante di tutte è la tempestività immediata del trattamento odontoiatrico per il trauma: aspettare diminuisce ora per ora proprio le possibilità di conservazione di cui parla lei giustamente. Il trauma va visto entro le PRIME ORE. I genitori devono capire questo, e non cincischiare (specie con noi qui sul web, per avere certezze che è meglio chiedere al dentista di fiducia) e portare subito il bambino dal dentista. Il quale a sua volta deve essere pronto a riceverlo perchè i traumi sono l'unica vera urgenza in odontoiatria (qualsiasi altra cosa, dolori, ascessi etc, si domina con i farmaci, i traumi vanno visti subito): questo significa anche che se il dentista NON è disponibile immediatamente (intendo proprio subito) vuol dire che non è avvezzo a curare i traumi ed è meglio trovarne uno che lo sia.. Per la conservazione ci sono alcune dritte che le voglio dare: la cosa migliore è il reincollaggio del frammento, se lo si è ritrovato nel sito del trauma, e conservato adeguatamente (in un mezzo liquido idoneo che eviti la disidratazione, come ad esempio la sol.fisiologica). La polpa va subito protetta per evitare la perdita di vitalità e la conseguente necessità di devitalizzazione del dente. Per proteggerla ci sono vari sistemi, il più efficace dei quali è la decontaminazione - fotobiostimolazione con il laser a diodi, che dà i migliori risultati percentualmente. L'altro grande cardine della cura dei traumi è la verifica radiografica del danno sui legamenti parodontali, eventuale splintaggio. E ancora più seguire nel tempo controllando la vitalità dei denti coinvolti. Ci sarebbe da dire molto ancora. Un altra "dritta" è che bisogna verificare bene bene che non siano coinvolti i denti vicini, perchè spesso ci si concentra su quelli che hanno subito i danni maggiori, ma ci possono essere i contigui che ugualmente hanno subito un colpo..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Cinthitta, esistono sostante come il TubuliTec a base di Idrossido di Calcio che stimolano i canalicoli dentinali a "chiudersi" e ad "ispessirsi" per salvagardare una POLPA SANA! Ma solo una polpa sana, ripeto! Se Essa fosse "esposta" o in Iperemia passiva, andrebbe curata subito! Il dente va comunque ricostruito esteticamente! Non vedo che problema ci sia! Questo gel di cui parla non riesco a capire a cosa si riferisca. L'unico gel che esiste in conservativa è quello che si usa per mordenzare lo smalto proprio per poi poter avere la ritenzione per la ricostruzione col composito!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra deve portare con urgenza suo nipote da un dentista. La polpa va protetta per evitare che vada in necrosi. In caso sia esposta visto l' età di suo nipote non necessariamente il dente va devitalizzato. Vi sono tecniche che permettono di mantenerlo vitale. Ma il tutto va fatto subito. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Cinthietta, vada al più più presto da un odontoiatra, non è lei che deve trovare soluzione al problema.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Intervenendo tempestivamente, si deve disinfettare e proteggere la struttura dentaria (dentina e polpa), per evitare la necrosi pulpare, sperando in una remineralizzazione locale automatica del dente (formazione di dentina secondaria). Ogni Dentista sa come fare! Un importante consiglio che desidero darle é, invece, di tutt'altro genere: faccia montare subito dal suo Dentista un apparecchio ortodontico fisso per l'arcata superiore, allo scopo di espandere tale arcata dentaria ed allineare gli incisivi fratturati in posizione corretta. Bisogna ottenere questo risultato nei prossimi mesi, prima che una sciagurata, ma probabile necrosi pulpare possa causare anchilosi degli incisivi traumatizzati, con impossibilità futura di poter correggere la loro errata posizione! Risolta questa emergenza, il Dentista continuerá il trattamento ortodontico del quale suo nipote necessita, almeno da quanto appare dalle fotografie che ha postato. Ne parli con un Ortodontista che le spiegherà in dettaglio quanto le ho accennato. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Il metodo meno invasivo è reincollare il frammento fratturato. Un rapido intervento può consentire di mantenere la vitalità della polpa, essenziale per far ultimare lo sviluppo del dente (l'apice della radice degli incisivi si "completa" dopo 3-4 anni dall'eruzione, cioè a 9-10 anni). Se la polpa non è più vitale esistono 3 vie: 1)apecificazione con idrossido di calcio (dura parecchi mesi, con diverse sedute necessarie). 2)sigillatura dell'apice con MTA (2 sedute, ottima biocompatibilità). 3)rigenerazione pulpare (solo con apici molto aperti, terapia ancora piuttosto innovativa). Quindi se i denti sono vivi un bravo pedodontista, ma anche un dentista bravo in conservativa (le cure per i "grandi") può aiutarla. Se la polpa non è viva un endodontista esperto può fare il meglio per suo nipote. PRIMA AGISCE MEGLIO E'!!!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, deve subito recarsi dal dentista il quale ricostruirà il dente in composito in quanto è la metodica meno invasiva, cercandi di proteggere la polpa dentale, cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Gentile Cinthietta, deve portare suo nipote dal suo dentista di fiducia, non aspetti, cordiali saluti.

Scritto da Dott.ssa Barbara Boniello
Ciampino (RM)