Domanda di Fratture dei denti

Risposte pubblicate: 7

SEGUITO ALLA DOMANDA: Da un mese accuso dolore alle gengive

Scritto da francesca / Pubblicato il

Ritorno su una vecchia questione e racconto l'epilogo. Vi scrissi il 21 marzo 2011 sui denti del giudizio. In quella lettera raccontavo del dolore, con gli antibiotici e gli antinfiammatori il dolore si calmò, restando sempre come "sordo", i denti del giudizio inclusi e perfettamente orizzontali inferiori li lasciai al loro posto, beati. Decisi che nel dubbio era meglio salvare .... dopo un mese e mezzo sorpresona!!!! mi gonfia la gengiva sotto il secondo premolare inf. destro sempre nella zona interessata dal dolore e fuoriesce pus a iosa, senza molto dolore. Ritorno a fare un giro presso più dentisti, che stavolta assolvono il dente del giudizio ma dicono si potrebbe trattare di un dente fratturato non visibile alla radiografia. altri antibiotici, il gonfiore si placa, adesso si rigonfia in un altro posto con un altro puntino bianco pronto ad erogare, insomma un nuovo canale in prossimità dell'interspazio tra il primo premolare e il secondo, dal lato opposto rispetto al primo che si era formato (il primo ascesso verso l'esterno, il secondo dal lato della lingua) . Giovedì l'ultimo dentista, ben 5 consulti, ben 5 radiografie, vuole aprire e trovare la frattura (si può???) per decidere se salvare o meno il dente. Io continuo a pensare che qualcosa non quadri... ho salvato il mio dente del giudizio sano ed orizzontale...che tutti volevano estirpare.. devo perdere questo???? sento uno strano sapore in bocca come di gas mefitici proventiente dalla "zona". In tutte le radiografie TUTTI i miei denti sono sani, si evidenzia una zona biancastra in prossimità della infezione, il dentista ha detto che trattasi di uno stadio lieve di infezione. Forse mi dovrei recare in un centro universitario ben attrezzato?

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/denti-del-giudizio/3886_dolore-alle-gengive.html

Oppure potrebbe cercare conforto in un centro della NASA o forse della CIA.. Quanti dentisti consultati. Quante incertezze. Perchè?? Nessuno le ha ispirato fiducia per potersi affidare?? Meglio soffrire ed aspettare?? Comunque potrebbe essere un ascesso di origine parodontale, cioè dalla gengiva. Impossibile indovinare con questi dati. Semmai ci mandi una radiografia + una foto della zona..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Francesca, le ho già risposto il 22-03-2011. Lei parla con entusiasmo di aver salvato il dente del giudizio incluso in posizione orizzontale! Ma cosa se ne fa di quel dente? Quel dente va comunque estratto. Le patologie che racconta sono comunissime patologie endodontiche o endoparodontali o parodontale che qualsiasi dentista sa diagnosticare e curare! Si fidi di un dei tanti, lasci perdere l'Università, non è questione di attrezzature, ma di Cervello, quindi Università o Privato od Ospedale è la stessa cosa. Preferibilmente sceglierei il Privato! Smetta di "piangere" e di lamentarsi e si fidi ed affidi ad un solo Dentista senza fare il giro di tutti i dentisti. Vorrei sapere poi in base a quali cognizioni e superintelligenza lei scarta tanti dentista e continua il giri e poi riscrive a noi per cosa, se non segue neanche i consigli che le diamo. Veda di postare una OPT e una Macrofotografia della bocca o mandi a uno di noi che le ispira fiducia una serie completa di Rx endorali di tutti i denti perchè quelle non le può postare e vedremo se si può dire qualcosa di più preciso! Ho detto SE!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Francesca, poterle rispondere in maniera esauriente non è possibile senza alcun elemento e basandosi su di un racconto anche se dettagliato. La diagnosi di un problema è il risultato di una serie di indagini comprensibilmente impossibili da effettuare via web. Le consiglio di non indugiare ulteriormente poichè la sua situazione si sta complicando. Si affidi ad un buon dentista e cerchi di avere fiducia. Chiedere pareri continuamente non può fare altro che creare ulteriore confusione. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Francesca, come scritto nel post precedente sarebbe opportuna la visione di una OPT ed un esame obiettivo per fare diagnosi anche se, a primo acchito, potrebbe trattarsi di un ascesso proveniente dal dente del giudizio incluso e chiamato "ascesso migrante di Chambret". Resto, cmq, a sua disposizione per ulteriori chiarimenti ed eventuale consulto e per rispondere alla simpatica ironia del collega Passaretti non c'è bisogno di cercare conforto in un centro della NASA o della CIA in quanto la Sicilia oltre ad essere bella, ospitale e generosa vanta anche l'Eccellenza in Odontoiatria. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Francesca, nella precedente risposta le consigliavo le cure presso un semplice odontoiatra. Come vedo i problemi non sono risolti, perchè lei non si è attenuta ai consigli di un solo odontoiatra, ma vorrebbe essere lei l'odontoiatra della sua bocca.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Ci sono dei test specifici per diagnosticare le fratture senza effettuare chirurgie esplorative. Molte volte è possibile salvare anche denti ascessualizzati, ma vanno valutati caso per caso. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Scritto da Dott. Dario Gravina
Siracusa (SR)

Innanzitutto essere contenti di aver salvato un dente del giudizio incluso in posizione orizzontale non è una cosa logica. Non soltanto è un dente inutile che non le servirà mai a niente, ma, con ogni probabilità le starà rovinando le radici dei denti adiacenti. Per quanto riguarda il secondo problema, sicuramente la causa è endo-parodontale, ma, alla condizione che ci sia fiducia in un collega (e non solo in quello che le dà buone notizie). In ogni caso aprire il dente ritenuto responsabile, può essere un primo passo per eventualmente salvarlo..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia