Domanda di Fratture dei denti

Risposte pubblicate: 6

Ho 28 anni e da circa 5 anni soffro di disturbi alimentari

Scritto da mara / Pubblicato il
Cari dottori complimenti per la disponibilità, competenza, gentilezza ed il lavoro che tanto pazientemente svolgete. Ho 28 anni e da circa 5 anni soffro di disturbi alimentari (anoressia e da 4 anni di bulimia), sono in cura psicologica e alimentare e in attesa di ricovero in un centro specializzato...e pian piano sto facendo progressi...spero questo incubo finisca al più presto. Purtroppo i miei denti hanno risentito dei frequenti vomiti e sono corrosi e peggiorati nella loro colorazione. Più volte a causa di fratture sono ricorsa al dentista che mi ha fatto delle ricostruzioni in composito ke purtroppo continuano a spezzarsi di tanto in tanto...volevo farle 2 domande alle quali attendo ansiosamente risposta: 1)nonostante i miglioramenti, purtroppo i vomiti e le crisi non sono ancora cessate del tutto, cosa posso fare per non peggiorare ulteriormente la situazione nell'attesa della tanto sperata guarigione? 2)quando tutto questo sarà finito, potrò riavere un bel sorriso e in che maniera? Grazie infinite...cordiali saluti
Cara Mara, per ovviare all'inconveniente da Lei patito, sarebbe consigliabile che si sottoponesse a dei controlli periodici dal suo dentista e, certamente, quando i suoi problemi diventeranno solo un retaggio, potrà riavere un bel sorriso con tecniche diverse che vanno dalle faccette in ceramica e/o anche con delle ricostruzioni in composito e sarà il suo dentista a valutare la soluzione più ottimale. Tanti auguri e grazie per i complimenti che sono sempre molto graditi.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentilissima Marta, il reflusso di contenuto gastrico è come lei sa ricco di composti di natura decisamente acida che servono ad una prima disgregazione del bolo ingerito. Tecnicamente gli acidi si comportano sulle strutture dentarie come l'anticalcare fa sul guscio dell'uovo (ricorda la pubblicità?). Le auguro ovviamente di risolvere al più presto questo suo increscioso problema, ma ritengo che colluttori protettivi specifici siano disponibili per "tamponare" (nel senso chimico del termine) l'acidità transitoria che si genera durante il fenomeno. Tutti coloro ai quali è capitata una indigestione (con relativa conseguenza), si ricorderà bene che, per la sgradevole sensazione di sapore che permane dopo l'atto, si sente impellente la necessità lavare i denti. Non lo faccia. Si sciacqui ripetutamente, ma non si lavi con lo spazzolino per un pò. Lo strato superficiale dei denti viene aggredito dall'acido e viene indebolito. Rimane forse poco più che una pia illusione ma è possibile che parte di quanto demineralizzato si possa leggermente rimineralizzare. Lavare con spazzolino e dentifricio asporterebbe meccanicamente tutta lo strato indebolito dall'acido, peggiorando di molto il quadro. Nel suo caso poi ritengo che le visite di controllo che normalmente devono essere ogni tre, quattro o sei mesi, possano essere mensili o bimestrali, stroncando sul nascere gli eventuali problemi ai quali lei può essere più esposta di altri. Le faccio i miei più sinceri auguri di rapida risoluzione del suo problema. A presto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Inestetismi gravi in paziente anoressica, curati a guarigione avvenuta.Da Casistica del dr. Gustavo Petti e Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Mara...anzitutto tanti sinceri auguri perchè la guarigione da questa sua terribile malattia la avvolga con tutta la sua forza subito...non deve demordere...ce la farà! Per i denti l'ideale sarebbe fare sciacqui a domicilio con colluttori contenenti clorexidina che diminuiscono la quantità e la aggressività della placca batterica e dei microbi e con colluttori basici che diminuiscono l'aggressività dell'acidità dovuta a rigurgiti e vomiti e sostanze tamponanti gastrici che diminuiscono l'acidità stessa dello stomaco ..tutti farmaci che il suo dentista può prescriverle...io via web e non conoscendo la sua anamnesi clinica, non posso certo indicarglieli....poi fare una volta al mese una seduta dal Dentista con UP2 ..un apparecchio che toglie acidità, placca e batteri e lucida i denti e ogni tre mesi una seduta sempre dal dentista , di pulizia dei denti accurata e di curttage e scaling (cerchi sotto il mio nome nel mio profilo l'articolo curettage e scaling e capirà...poi visite periodiche ogni tre mesi per intervenire conservativamente...se farà così lei non perderà il suo sorriso ed in ogni caso lo riacquisterà...l'Odontoiatria Moderna oggi può fare tutto o quasi...legga sempre nel mio profilo"La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale"..................cordialmente suo Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo, Implantologo e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Mara, sicuramente un buon odontoiatra potrà darle presto un bel sorriso. Il vomito è acido e l'acido se permane può corrodere i denti, l'acido può essere tamponato da una base per cui dopo il vomito faccia uno sciacquo con il bicarbonato. Difficilmente i denti si distruggono per il vomito, ma si alterano per una cattiva igiene domiciliare supportata da una dieta non controllata.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Mara, complimenti a te per il solo riconoscimento del problema e l'atteggiamento positivo nei suoi confronti: sono sicuro che sei sulla buona strada per uscirne. Riguardo ai denti, finchè avrai il problema del vomito,devi aumentare la frequenza della pulizia accurata dei denti, con lo spazzolamento accurato della lingua e palato, appena puoi dopo l'accesso di vomito; buona cosa sono anche gli sciacqui con bicarbonato anche se poco gradevoli. Dopo risolto il problema generale, potrai concentrarti sul recupero dei denti, ad esempio con delle corone in ceramica integrale.Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luigi Balestriere
Arezzo (AR)

Carissima Marta, concordo con quanto i colleghi ti hanno detto.. un prodotto buono per rendere lo smalto piu' resistente all'attacco acido e', da alternare a dentifrici ad alto contenuto di fluoro( tipo elmex gel) anche il "tooth mousse" della ditta gc, lo trovi in farmacia (contiene 1 derivato del latte e per questo non va bene per gli intolleranti-allergici). Spazzolare sempre a distanza di almeno 1 ora dagli episodi di vomito, si' sciacquare la bocca con acqua subito dopo, eventualmente puoi' con 1 dito portare dopo lo sciacquo il prodotto suddetto sui denti e massaggiarlo,( senza spazzolino) e poi sputarne l'eccesso, senza sciacquare nuovamente con acqua per consentirne il deposito sui denti piu' a lungo. Una volta controllato il problema ci sono diverse tecniche a nostra disposizione per ristabilre il sorriso e la funzione: ti ricordo che alcuni egregi colleghi (vedi es Roberto Spreafico, busto arstizio, Mi) hanno trattato dei casi simili con ricostruzioni complete delle parti mancanti dei denti in solo composito, quindi con anche un risparmio economico e biologico rispetto alla protesi tradizionale (vista anche la tua giovane eta'); questa tecnica xo' dovrebbe essere eseguita solo da 1 professionista molto qualificato, meglio se membro attivo dell'accademia italiana di conservativa), vista la difficolta' esecutiva e l'ancora carente supporto della letteratura al riguardo(i casi devono essere rivalutati negli anni). Un abbraccio e in gamba! :) Raffaele
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Raffaele Di Chiara
Merano (BZ)