Domanda di Fratture dei denti

Risposte pubblicate: 6

Ho un piccolo problema estetico ai denti che vorrei risolvere

Scritto da Iman / Pubblicato il
Salve, ho un piccolo problema estetico ai denti che vorrei risolvere. Parto spiegando la situazione: tre anni fa, a causa di un incidente a scuola (mi è caduta la sedia sulla bocca), mi si è rotto uno degli incisivi superiori a metà, sono subito andata da un dentista che me l'ha ricostruito completando la parte rotta. Il problema è che nel momento della rottura il dente si è spostato inclinandosi più verso l'esterno e verso l'altro incisivo (salendoci un po' sopra, per capirci). Adesso, spiegato il problema, vorrei capire se c'è un modo per sistemare velocemente questo problema estetico. Il resto della mia dentatura non mi dispiace, il problema è solo quello, quindi non vorrei indossare un apparecchio fisso per lunghi mesi o anni. Vorrei sapere se è possibile mettere quello non fisso per poco tempo oppure se esistono altri modi per risolvere la situazione. Iman
Sig. Iman, la nostra masticazione è un ingranaggio complesso e per spostare un dente a volte occorre muoverli tutti; oggi con l'ortodonzia linguale e le tecniche con mascherine si possono raggiungere ottimi risultati con poco deficit estetico.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Iman, Buongiorno. Al momento della Visita, si sarebbe dovuto allineare subito il Dente incisivo, dato che lo spostamento era dovuto indubbiamente ad una sua Lussazione intralveolare che la si sarebbe dovuta "Ridurre" subito e bloccarlo coi denti vicini, mesiale e distale a lui, per qualche settimana o mese, procedendo nello stesso tempo ad una sua ricostruzione come è stato fatto, dopo aver valutato con stimoli termici la sua Vitalità che deve essere seguita comunque nel tempo e che probabilmente, vista la presenza di una lussazione ed un dislocamento del Dente, richiederà una terapia endodontica se la sofferenza pulpare involvesse da iperemia attiva a iperemia passiva e/o necrosi pulpare o sindrome radicolare della polpa! Il Suo Dentista Le ha spiegato tutte queste cose? Parli con Lui! Per quanto riguarda il suo riposizionamento ora, dopo tre anni, lo si può fare solo ortodonticamente. Devo ribadire che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica oltre ad una valutazione fisiopatologica della postura e funzione della lingua, oltre che della postura in generale della colonna vertebrale! Bisognerebbe come minimo fare una verifica della corrispondenza tra Età Scheletrica ed età Anagrafica. Col metodo di Tanner e Whitehouse si prendono in considerazione 20 dei 30 nuclei di ossificazione del polso e della mana e si attribuisce un punteggio a seconda dello stadio di maturazione raggiunta e si ottengono tre punteggi fondamentali: il totale, il Carpale ed il RUS(radio-ulna-short bones), il punteggio finale dell'adulto che abbia completato la maturazione scheletrica è di 1000 punti. Tutti i punteggi inferiori indicano stadi diversi di maturazione ossea e diverse età scheletriche! Non dimenticando il metodo della Maturazione Vertebrale Cervicale in particolare per l'identificazione del picco puberale nel tasso di crescita cranio-facciale e le correlazioni tra gli indici carpali come l'SMS e quelli vertebrali come il CVS, il CVMS e il CS dove quest'ultimo indica il picco di crescita mandibolare! Come vede, non basta una "occhiata e via"! La Visita Odontoiatrica ed una pianificazione terapeutica sono Atti Medici importanti e Colti! Ne parli col suo Dentista! Cari Saluti ed in "bocca al Lupo"!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

O opta per un riposizionamento ortodontico o per una soluzione protesica estetica (faccetta estetica indiretta, in composito o ceramica, di tipo quanto più possibile additivo) oppure non modifica nulla. Peccato non essere intervenuti subito, al momento del trauma, riposizionando e splintando il dente in questione.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Il fatto che il dente a causa del trama abbia avuto una dislocazione permanente (cioè non sia ritornato al suo posto, spontaneamente o con riposizionamento da parte del dentista, o altro che non riesco ad immaginare) fa pensare che il trauma sia stato alquanto serio. Quindi prima di pensare a correzione della posizione, è necessario valutare molto bene lo stato di salute di questo dente, se è vitale o no, se ha fenomeni di anchilosi o altre complicazioni possibili in questo tipo di traumi. Questo si fa con rx, test vari di vitalità etc. Forse però vista la giovanissima età lo spostamento non è stato conseguenza del trauma, ma della fine della crescita, che ha creato una malocclusione. Se il dente è in buona salute (o se lo si può guarire con varie cure) allora si può valutare ortodonzia, ma nell'ambito di tutta la chiusura delle arcate, e non solo per rimettere a posto questo unico dente. Questo per tanti motivi: innanzitutto perchè se l'occlusione non è corretta, una volta terminato con l'apparecchio, qualunque esso sia, cioè qualunque apparecchio si renderà necessario, il dente se non sta nell'ambito di un perfetto combaciamento delle arcate si risposterà fatalmente. Poi perchè non conta solo l'estetica ma la salute complessiva derivante da una forma armoniosa e cornetta della occlusione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sì è possibile, se ha solo questo difetto, sistemare facilmente in poco tempo questo problema con Invisalign. E' necessario vederla per prendere una decisione definitiva. Ci mandi almeno la fotografia dei suoi denti in chiusura a riposo davanti e sui lati. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Se non ci sono altri problemi e l'unico dente da riallineare è l'incisivo che si è inclinato, la terapia è veloce con l'apparecchio fisso,( che potrebbe anche essere limitato solo ad un settore), perchè è attivo 24 ore al giorno. Ma c'è una valida alternativa con le mascherine trasparenti se lei non vuole l'apparecchio fisso. Sicuramente dovrà rivolgersi ad un Ortodontista che prima le farà fare un check up ortodontico per formulare la diagnosi corretta e poi le consiglierà la terapia più idonea e veloce.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Marisa Manca
Carbonia (CI)