Domanda di Fratture dei denti

Risposte pubblicate: 7

Come procedere nel tempo visto la giovane età

Scritto da enrico / Pubblicato il
Salve, sono il papa di una bimba di 9 anni. 6 mesi fa si e rotta incisivo dx abbiamo riattaccato il frammento purtroppo si è poi dovuto devitalizzare il dente perché e andato in necrosi. Ora si è rotta anche incisivo sx e anche quello è da devitallizzare. Il frammento lo riattaccano.  Vi chiedo un consiglio di come procedere nel tempo visto la giovane età, presumo che i denti non siano ancora formati del tutto e quindi avrà bisogno di vari interventi prima di una soluzione definitiva. Grazie.
Caro Signor Enrico, buongiorno. Gli Incisivi Centrali permanenti erompono tra i 6 ed gli 8 anni e i laterali permanenti, tra i 7 ed i 9 anni. La Dentizione permanente sarà completata intorno agli 11-13 anni con l'eruzione dei secondi molari ( più o meno contemporaneamente ai Canini che erompono tra i 9 ed i 12 anni) e se considerassimo l'eruzione degli ottavi si arriverebbe ai 17-21 anni circa. Anzitutto scopra perché si è fratturata questi incisivi due volte. Non è mica "normale"! Che traumi ha avuto e come sono avvenuti! Il consiglio, mi scusi , lo chieda al suo Odontoiatra che conosce la situazione Clinica di sua Figlia, al contrario di me. Sono tanti i fattori che entrano in essere! Da quelli conservativi a quelli gnatologici a quelli della conformazione della bocca (disgnazie), del palato, della miofunzione della lingua e tanto altro. Potrei fare solo un inutile sfoggio di cultura, fine a se stessa ma non utile a Lei! Parli col suo Dentista. Egli le saprà rispondere al meglio! Perchè questa continua incredibile ed immotivata Sfiducia e disistima nei confronti del proprio Odontoiatra Curante? Cari saluti e stia tranquillo non è niente di "eccezionale" seguire una situazione clinica come quella della sua bimba :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Enrico, non è possibile sapere a distanza se gli apici delle radici, che non vede,siano completamente formati, per cui rimando il tutto al suo odontoiatra che non la di certo abbandonata, lui le spiegherà tutto, tempistiche e sistemi di riabilitazione. In internet troverà molte risposte differenti e lei non saprà discriminare la gold standard.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

In primis, come spiegato dal collega Petti, è opportuno indagare sul motivo del trauma ripetuto che sua figlia ha subito. Quindi, sulla base dello sviluppo radicolare e della relativa formazione - chiusura apicale, valutabile clinicamente e sopratutto radiograficamente, sarà il Dentsta che la segue a decidere il piano di trattamento più opportuno: endodonzia tradizionale su dente in necrosi (devitalizzazione classica), apicogenesi (trattamenti con idrossido di calcio o Mta sulla polpa esposta parzialmente asportata con pulpotomia pulpare, al fine di favorire la chiusura dell'apice radicolare ed il completamente dello sviluppo radicolare), apecificazione (trattamento con idrossido di calcio o MTA sulla radice al fine di creare una sorta di "apice - sigillo artificiale") etc etc....le metodiche sono diverse ed ognuna vale per specifiche situazioni cliniche.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Buonasera Enrico. Non è dato sapere il motivo di questi traumi ripetuti, quindi è presumibile che sua figlia sia caduta in due occasioni diverse. La gestione clinica degli incisivi permanenti fratturati in giovane età dipende da vari fattori, che solo il collega che ha in cura sua figlia può valutare. La formazione degli apici, qualora non sia stata completata per ragioni anagrafiche, deve essere ottenuta con terapie endodontiche mirate. Si rivolga al suo dentista di fiducia, o ad un endodontista esperto nel caso in cui il collega non possa risolvere questo caso clinico.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)

Signor Enrico sua figlia ha bisogno di essere seguita nel tempo. Potrebbe non aver bisogno di altre cure per un lungo periodo così come potrebbe invece aver bisogno di altri interventi. Via web è difficile darle una risposta precisa. Quello che va capito in questo momento è il perché di questi traumi. Forse sono troppo sporgenti gli incisivi superiori? Ha una mal occlusione? la faccia visitare anche da un ortodontista. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

Il procedimento del dentista è esatto, si affidi a lui con serenità

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Gentile sig. Enrico, la invito a controllare due cose: la prima è la posizione dei denti in arcata superiore, perché in seconda classe i denti tendono a subire più urti, e la seconda che bisogna spiegare alla bambina il vantaggio di giochi meno movimentati o di utilizzare bene le manine quando cade. E' opportuna allora una visita dall'ortodonzista, per valutare la posizione delle due arcate. La seconda, è che è necessario non tanto riattaccare il pezzo ma far una devitalizzazione dei due elementi frontali con sola pasta iodoformica, perché le radici dei denti decidui vengono progressivamente eliminate dall'eruzione dei denti permanenti, i quali niente hanno a che vedere con i decidui, che però in caso di carie vanno curati, perché le carie sono il frutto di una ingerenza batterica e dalla confluenza di altri fattori. Pertanto, poi alla ricostruttiva si affida il rimodellamento dei denti. Si tratta di situazioni molto comuni nei bambini, non si preoccupi. Buona giornata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia