Domanda di Fistola

Risposte pubblicate: 7

Mi è comparsa una piccola protuberanza vicino al colletto di una corona

Scritto da Enrico / Pubblicato il
Da qualche giorno mi è comparsa una piccola protuberanza vicino al colletto di una corona in ceramica di un molare inferiore devitalizzato solo qualche anno fa. Non mi fa male e sembra regredire con impacchi di acqua e sale. Potrebbe essere un granuloma o visto che è vicino al colletto del dente potrebbe trattarsi di una "semplice" infiammazione per una tasca? Tra l'altro noto che se tocco con le dita, la gengiva in quel punto si stacca un po' dal dente. Ho provato ad allegarVi la foto Grazie (spero sia solo una cosa gengivale del paradonto)
Sig. Enrico, le ricordo la visita semestrale che in questo caso va anticipata, nell'occasione troverà la corretta diagnosi di questa patologia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signor Enrico, troppo simile alla domanda del Signor Emanuele del 16-06-2014 per essere un caso mah, forse lo è. Comunque stiano le cose le scrivo la stessa risposta:, un piccolo ascesso intrasulculare può essere appunto un ascesso a partenza da una osteolisi periapicale o periradicolare o una Parulide, ossia un ascesso Parodontale a partenza appunto dal Parodonto! bisogna visitarla clinicamente con due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente!Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltrea valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti. E' sempre più prudente che la visiti un Dentista, meglio se Parodontologo . In conclusione ha una sofferenza periapicale o periradicolare o della forcazione o del profilo osseo che se confermato dalla presenza di tasche parodontali indicherebbero la presenza di una Parodontite o se in assenza di tasche parodontale e di precisi segni clinici e radiologici ad una Rx endortale, indicherebbero una Osteolisi periapicale in senso lato sia che fosse un Granuloma, sia che fosse una Cisti Odontogena o altre patologie! Si faccia visitare! Cari saluti e stia sereno, è normalissima Routine Odontoiatrica di tutti i giorni :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Le ripropongo la risposta data ad un altro paziente ieri, che riferiva la sua stessa identica problematica. Solitamente le fistole conseguenti a granulomi peri - apicali sono in posizione maggiormente apicale, quindi, ovviamente senza visitarla, potrei propendere in linea indicativa per la sua diagnosi (data la posizione più coronale del rigonfiamento, come visibile dalla doto): un ascesso non di origine peri - apicale (cioè non derivante da una infezione peri - apicale) ma correlato o ad una perforazione del pavimento - coinvolgimento della forcazione, oppure ad una Tasca Parodontale (ascesso parodontale effettivo); questo deve però deve essere diagnosticato da un Odontoiatra con esami specifici (rx endorale, sondaggio parodontale etc etc), ed è necessario capirne e quindi impostare oltre alla terapia dei sintomi anche quella risolutiva. Per il momento, se trova sollievo e miglioramento con questa terapia fai-da-te di sciacqui, ben venga. Appena le è possibile però, anche se sarà tutto regredito, si rechi dal suo Dentista per una visita approfondita.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Enrico, il fatto che il dente sia stato devitalizzato mi fa pensare ad una fistola conseguente ad una riacutizzazione di un problema cronico. Ovvio che senza una visita accurata, completa di radiografie e sondaggi parodontali, siamo solo nel campo delle ipotesi. ciò che è certo è che Lei ha bisogno di un dentista e, probabilmente, di un buon endodontista. nella Sua città ce ne sono parecchi, ne scelga uno capace. Per capire quale un aiuto può essere il mio articolo (pubblicato sia su questo portale che sul mio sito), intitolato "da cosa capisco se il mio dentista è bravo". Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Impossibile dirle con certezza di cosa si tratta...vada dal suo dentista per una visita con rx endorale e sondaggio del parodonto.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Si tratta probabilmente di una infezione. Ma io fossi in lei non augurerei che sia di origine parodontale perchè non creda che questa sia più facile da risolvere di un granuloma, capsula o non. Con la speranza che non ci siano fratture o altri guai.. Ci vuole la visita con la radiografia.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Enrico, direi che sicuramente è un processo infettivo, senza una visita non si può dire di che origine. Comunque una tasca non dà una infezione di serie B. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia