Domanda di Fistola

Risposte pubblicate: 9

Qualche mese fa mi è comparsa sulla gengiva una bollicina di sangue su un dente devitalizzato

Scritto da Elio / Pubblicato il
Qualche mese fa mi è comparsa sulla gengiva una bollicina di sangue su un dente devitalizzato (molare arcata inferiore). Il dentista (dopo radiografia) e dopo aver riscontrato un'infezione, mi ha inciso la gengiva tagliato la radice e alla visita di controllo dopo un mese sembrava tutto risolto. Ora dopo due mesi sulla parte di gengiva che si è riformata (in quanto non si è riformata al 100%) mi ricompare questa bollicina di sangue che ogni tot. giorni si gonfia leggermente e se ci premo sopra si svuota cacciando un pò di sangue. Sicuramente ricontatterò il dentista persona di cui mi fido e dalla max professionalità, ma vorrei un parere da voi sulle alternative per la risoluzione del problema. Anche se il problema è asintomatico non credo di poterlo risolvere ignorandolo altrimenti l'infezione credo possa peggiorare. Vi ringrazio in anticipo per le risposte.
Sig. Elio, il problema non va ignorato, ricontatti il suo odontoiatra, sperando che si possano fare ancora cure conservative.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Probabilmente è un granuloma e quindi va ritrattato il dente se possibile, se invece è una lesione parodontale la terapia è in funzione della gravità della stessa il suo dentista dovrebbe dirle che patologia è e che terapia necessita. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Terapie complesse Parodontali, endodontiche, riabilitative con avulsione di una o più radici o separazione delle stesse ed approfondimento del Barrelling-in e con preparazione differenziata. Da casistica del Dottor Gustavo Petti Parodontologo Riabilitatore Orale in Casi Complessi, di Cagliari
Caro Signor Elio, risolvere un "problema" senza aver fatto una Diagnosi Clinica e Radiologica completa di sondaggio parodontale, significa certamente non risolvere il problema! Senza questi accertamenti Medico-Odontoiatrici è impossibile dire se si tratti di un ascesso per infezione periapicale, endoparodontale o parodontale o di altra natura! Dice di Fidarsi del suo Dentista. Bene, si Fidi e si affidi a Lui!L'infezione è ovvio che vada curata. Io non posso sapere se è stata fatta una rizotomia o una rizectomia semplice o una rizectomia completa di approfondimento del Barrelling-in e con preparazione differenziata! Quindi non posso sapere se è una recidiva o è a partenza dall'altra radice! Le lascio un Poster con terapie complesse Parodontali, endodontiche, riabilitative con avulsione di una o più radici o separazione delle stesse e con la preparazione suddetta! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Bisogna sapere la natura della lesione se endodontica o parodontale.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Il dentista ha tagliato ma non ha otturato la radice. Si tratta dunque di una cura canalare imperfetta che deve essere rifatta a regola d'arte. Dopo (sottolineato dopo) si dovrebbe fare una otturazione al contrario sulla radice. Caso Clinico Semplicissimo, e anche noioso. Servono mai esperte e cervello fine. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Probabilmente l'intervento che è stato fatto non ha sortito l'effetto desiderato visto che la fistola si è riformata. Ci vorrebbe almeno una radiografia per poter dire qualcosa.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile Sig. Elio, il problema va affrontato e risolto. Purtroppo con i dati che ci invia è impossibile capire la natura del problema e dare consigli. Torni dal suo dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Va riaperto il dente, si effettua la terapia eucalessica nella maggioranza dei casi risolutiva per questi casi e si richiude evitando apicectomie e quant'altro. Saluti

Scritto da Dott. Luigi Pesce
Castel San Lorenzo (SA)

Con un adeguato ritrattamento endodontico e una corretta otturazione retrograda il caso (trattasi sicuramente di un granuloma apicale) dovrebbe risolversi.

Scritto da Dott. Paolo Bassani
Bolzano (BZ)