Domanda di Fistola

Risposte pubblicate: 13

E' comparsa una bollicina sotto dente devitalizzato

Scritto da Mariano / Pubblicato il
Salve, scusate il disturbo! Premetto che ho molta "paura" dei dottori e dei dentisti in particolare, quindi per me anche una cosa stupida può sembrare grandissima! Dopo questa piccola premessa, posso dire che sono un ragazzo di 23 anni, circa all'età di 15/16 anni ho devitalizzato un dente e da allora non ho mai avuto più problemi.....fino a quasi 10 mesi fa, dove mi è comparsa una bollicina sotto il dente devitalizzato. (assomiglia ad un brufolo però un pò più grande). Questa bolla non se ne è mai voluta andare e dopo un pò ho notato che si rompeva e usciva pus con un pò di sangue, dopo si appiattiva e dopo un poco (certe volte erano ore e altre volte giorni) diventava di nuovo grandicella come prima e si rompeva di nuovo, e cosi via... è una bolla rossa e bianca che secerna pus, ma la cosa strana è che non mi fa male e non ho nessuna parte del viso gonfia, mi da solo un senso di fastidio (ma non dolore) quando si gonfia e basta........ girando su internet in vari forum di dentisti e medici italiani, ho trovato varie ipotesi di quello che potesse essere (leggendo domande e dubbi di altre persone) tra cui fistole, ascessi, granulomi.....(io purtroppo non ne capisco niente di medicina (e mi sembrano tutte cose brutte) e di conseguenza anche vari metodi per guarire, in relazione ad ciascuna diagnosi. Ora, la mia domanda è, secondo voi (per quello che sono riuscito a farvi capire) cosa potrebbe essere!? e soprattutto se è una cosa grave o posso stare tranquillo (perchè per il momento sto fuori Italia e posso tornare dal mio dentista solo a metà dicembre)e di conseguenza qual'è la soluzione piu probabile a cui dovrò sottopormi, in base a quello che pensate possa essere. Scusate ma sono molto ansioso e preoccupato per quanto riguarda di salute, soprattutto i denti.... Grazie mille per la pazienza! Spero di essermi spiegato il meglio possibile.
Caro Signor Mariano, è una ascesso che si è fistolizzato come avviene naturalmente in questi casi di probabile infezione osteolitica (granuloma, cisti, parodontite o endoparodontite periapicale) per necrosi pulpare delle radici del dente! Stia tranquillo, il dente è probabilmente ancora salvabile. Deve recarsi dal Dentista!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Mariano, si è probabilmente creata una fistola dovuta presumibilmente al dente devitalizzato anni fa come lei descrive. Deve recarsi dal dentista per una verifica anche con una semplice radiografia endorale. E' possibile che il dente si possa salvare con una nuova devitalizzazione. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Occorre che faccia una lastra dalla quale si evincera'una probabile infezione cronica che nella maggior parte dei casi e' curabile reintervenendo sul dente devitalizzato. Saluti

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Vada dal suo dentista che con una visita ed rx endorale farà una giusta diagnosi...probabilmente il suo dente dovrà essere ritrattato endodonticamente.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig. Mariano, si tratta di una ascesso cronico e quindi ricorrente a carico del dente segnalato, il che significa che il dente va ritrattato -condizioni permettendo, e non vedo la radiografia- o, altrimenti, estratto. Faccia molta attenzione agli esiti del ritrattamento, bisogna essere ragionevolmente certi che la chiusura dell'apice è stata realizzata in via tridimensionale, il che significa: 1. Non posso lasciar perdere il problema perché si aggrava; 2. il fatto che non faccia male è una conseguenza del fatto che è avvenuta una necrosi per cui non c'è il nervo e quindi il problema dolore o non dolore non è segno di salute; 3. la malattia a distanza -focale- è la conseguenza di questa situazione, potrei trovarmi una infezione ad un organo lontano senza un motivo apparente. Il mio consiglio è il seguente: appena in Italia, abbia premura di consultare un bravo endodonzista -chi si occupa in particolare del trattamento di questi problemi- e si faccia ritrattare il dente. Tuttavia, se il danno apicale fosse troppo esteso - e me lo aspetto in questo modo- non tema di togliere un dente: meglio uno di meno che una infezione in più. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Mariano, si tratta di una fistola provocato da un ascesso. Visto che il dente è stato devitalizzato tempo fa è probabile che la cura sia incongrua e debba eseguire un ritrattamene. Il fatto che il dente non faccia male non vuol dire che tutto va bene. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Come le hanno già accennato i miei colleghi si tratta di una fistola attraverso la quale il pus viene drenato. Vinca la sua paura e si rechi al più presto da un dentista vero e si faccia visitare. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Mariano, se quell'infezione l'avesse avuta all'occhio avrebbe atteso un mese? Vada al più presto da un odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Come dicono i colleghi è molto probabile che quella "bollicina" sia una fistola. L'ipotesi più plausibile è che si sia riacutizzata una lesione endodontica che non ti da dolore proprio perchè drena in continuazione attraverso la fistola. Per avere una certezza diagnostica basta eseguire una piccola endorale per confermare che la lesione sia in corrispondenza delle radici del dente già trattato. Ti consiglio di non aver paura perchè la terapia di detta lesione consiste in un semplice ritrattamento endodontico. Io visito ed opero ad Acerra se vuoi contattami pure, il numero dello studio è 3890482065, la prima visita è gratuita. Saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Esposito
Acerra (NA)

Non si disperi perché la sua vita non è in pericolo. La bollicina è il terminale di un tragitto di scolo del granuloma, dunque l'esito di una otturazione canalare fallita. Se lei tiene alla sia integrità fisica, dentatura compresa, faccia curare meglio il dente da mani esperte. Se qualcuno dovesse dirle di toglier il dente e fare un impianto, perché così facendo è meglio, si ricordi che questo consigliere ha tolto la maschera è si è palesato di animo diabolico. Mani esperte, santo cielo! Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia