Domanda di Fistola

Risposte pubblicate: 4

Ho un infezione alla forcazione da alcuni mesi con fistola

Scritto da Luca / Pubblicato il
Buongiorno, sul 37 (molare inferiore) devitalizzato e ricoperto in composito 10 anni fa, ho un infezione alla forcazione da alcuni mesi con fistola nella parte interna Dalla rx non si evidenziano fratture e la devitalizzazione dei 2 canali sembra ben fatta Io ricordo che subito dopo l'otturazione e per diversi giorni a seguire avvertivo uno strano sapore in prossimità di questo dente E' possibile che il problema si presenti per una infezione della camera mal otturata? Mi hanno proposto un ispezione del lembo prima di procedere all'estrazione
Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari. Rigenerazione ossea guidata per la Terapia Parodontale di un Difetto Osseo a più pareti complesso di terza classe passante di una biforcazione.
Caro Signor Luca, buongiorno. L'ispezione della Biforcazione tramite un Lembo chirurgico a spessore totale (micoperiosteo) è inutile! Bisogna solo fare una Diagnosi Differenziale tra diverse Patologie, tra cui le più importanti sono o una infezione di origine Endodontica o una infezione di origine Parodontale! Bisogna solo fare due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo ai difetti ossei e la qualità della trabecolatura ossea, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti.Si faccia Visitare da un Parodontologo.La Visita Parodontale diventa una visita "totale odontoiatrica". È quindi una visita complessa che richiede almeno un'ora/due ore, compreso un Colloquio col Paziente, seguita da una Preparazione Iniziale dell'apparato Stomatognatico, un rilievo di dati ed eventualmente analisi cliniche, che richiedono almeno ulteriori due/quattro ore ed infine una seconda visita detta Visita di Rivalutazione Parodontale, che richiede due/tre ore in cui si emette una Diagnosi, una Prognosi, un Piano Terapeutico non solo Parodontale ma Totale di tutti i problemi e Patologie presenti! Questo è essenziale per arrivare ad una corretta Diagnosi ed emettere una altrettanto corretta Prognosi. Insomma devo poter mantenere viva ed in allerta tutta la mia "Capacità di Clinico Medico e Parodontologo". Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certo che tutte le patologie "saltano fuori"! E' necessario che venga fatta una Diagnosi Differenziale per stabilire la vera e reale e sicura causa del Suo Problema e di conseguenza attuare la terapia giusta. Se la causa fosse endodontica bisogna rifare la terapia canalare. Se fosse di Origine Parodontale Bisogna procedere alla Terapia Chirurgica Parodontale con GBR (Guided Bone Regeneration = Rigenerazione ossea guidata) GTR (Guided Tissue Regeneration = Rigenerazione tissutale guidata), che impedendo la proliferazione cellulare di elementi indesiderati e stimolando quelli desiderati, portano ad una rigenerazione parodontale profonda nel secondo caso si ha una ricostruzione, sempre biologicamente valida, ma molto più "fragile" e soggetta a recidive. Questa terapia la si fa con membrane, PRP, PRF (Piastrine ottenute dal sangue centrifugato, prelevato dal paziente stesso, in passato prima dell'avvento dell'HIV si usava la colla di fibrina umana omologa = Nel PRP le piastrine sono integre e vengono iniettate nel sito chirurgico, senza l'avvenuta degranulazione, in quanto non attivate col Cloruro di Calcio e solo lì, per la superficie ruvida del sito, che si rompono e rilasciano i Grow factors = fattori di crescita,nel PRF è avvenuta la degranulazione, per rottura delle piastrine durante la centrifugazione tale che il risultato ottenuto è il coagulo di fibrina, che viene innestato a guisa di membrana) , amelogenine, Acido Ialuronico, solfato di calcio, fosfati di calcio etc, osso autogeno, osso omologo, meno bene eterologo ed artificiale, usati a seconda della situazione, della profondità ed ubicazione dei difetti ossei e delle tasche parodontali. ORA Le domando solo una cosa: e' stata fatta questa doppia visita così come l'ho descritta con una preparazione Parodontale iniziale tra la prima e la seconda visita? Sicuramente NO! E se confermasse il no, significherebbe che chi l'ha visitata non è Parodontologo! Non mi è mai capitato in tantissimi anni di onorata attività Clinica, Didattica, Ricerca, Terapia che una parodontite, tra parentesi "curata" dice Lei sia arrivata ad uno stadio di gravità tale da dovere estrarre molti denti. Le lascio un Esempio di Terapia con GBR, in basso nella foto-poster! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Luca, una frattura raramente si vede con una rx endorale, ma ha altri segni molto caratteristici. Con un lembo si può ispezionare visivamente la zona ed eventualmente fare una pulizia a cielo aperto. Tutto questo però è inutile se il problema è endodontico. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Luca, lei in dieci anni a quante visite semestrali di controllo si è sottoposto? forse è meglio rispondere a questa domanda prima di pensare ad una cura malfatta. Per ciò che descrive ora lei si trova in buone mani per cui stia alle indicazioni di questo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Per poter effettuare una diagnosi sono necessarie una radiografia ed una visita clinica. Il problema può essere di origine endodontica o di origine parodontale. Il trattamento e la prognosi sono naturalmente strettamente correlati alla diagnosi.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)