Domanda di Fistola

Risposte pubblicate: 7

è possibile posizionare un impianto a carico immediato anche in presenza di una fistola?

Scritto da Marco / Pubblicato il
Salve vorrei sapere se è possibile posizionare un impianto a carico immediato anche in presenza di una fistola dentale dopo l'estrazione (trattasi di un incisivo superiore centrale). Chiedo questo perché nel mio caso non sarebbe possibile ottenere un provvisorio per problemi di malocclusione (morso inverso). Grazie
Caro Signor Marco, buongiorno. Il problema non s pone neanche perché non è "serio e non è corretto" fare implantologia in presenza di Malocclusioni e /o Patologie Gnatologiche come dice di avere per la sua Disgnazia! Per di più in un "focolaio infettivo attivo"! Bisogna prima curare tutte queste " Discrepanze", chiamiamole così perché non posso sapere se creano patologie reali o no! Bisogna valutare la sua bocca non solo Gnatologicamente ma anche Ortodonticamente con Cefalometria! Perché "fissarsi " sul fare a tutti i costi un impianto in una bocca che non lo può "ricevere"! Per di più Lei ha 59 anni che è una delle età più colpite dalla Parodontite. E' stata fatta una Valutazione Parodontale con misurazione delle Tasche Parodontali eventuali? Lei ha bisogno di due visite intervallate da una preparazione iniziale con Igiene Professionale della tasca, Curettage e Scaling per rimuovere il tessuto di granulazione dall'interno della tasca stessa che falsa la presa delle misurazioni della sua profondità, le Rx endorali complete, i modelli di studio e che nella seconda visita si riprendono le misure delle tasche che ora saranno quelle vere e dalla differenza tra le prime e le seconde si fa diagnosi sul tipo di Parodontite, sulla sua Aggressività, sulla sua attività e si emette una Prognosi e si pianifica una eventuale terapia! Con le Rx endorali e le prove termiche e la Visita Clinica si valuta anche la presenza di carie, necrosi endodontiche, osteolisi periapicali, stomatiti etc.Legga nel mio profilo "Visita Parodontale" " che poi non è altro che la Visita Odontoiatrica completa che mia Figlia Claudia ed io facciamo sempre per qualsiasi motivo fosse venuto da noi un paziente! :) Legga anche "Gengivite" e "La 'tasca parodontale.... questa sconosciuta!" e quanto altro volesse delle numerose pubblicazioni che troverà, tra cui "Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi)" e "Terapia chirurgica della parodontite. Pensi a far chiarire questo sospetto diagnostico piuttosto che all'implantologia. I Denti si curano e non si estraggono! Ricordi sempre che non esiste il facile o il difficile ma solo ciò che si sa fare e ciò che non si sa fare! Ricordi anche che un Dentista è tanto più "bravo" quanto meno denti estrae e quanto meno impianti fa, come dice il "Buon" Collega Dottor Carpinteri, da queste stesse pagine! Si faccia Visitare da un Bravo Parodontologo e Gnatologo! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Marco, prima di procedere con l'estrazione del dente sarà necessario in maniera assoluta stabilire l'effettiva necessità di togliere il dente poiché la presenza di una fistola non è una giustificazione all'estrazione. La fistola è il segno di una infezione che può essere eliminata trattando il dente che causa l'infezione. Le indicazione all'estrazione di un dente sono veramente poche poiché spesso è possibile recuperare una radice e su questa posizionare una corona senza ricorrere ad impianti. Per quanto riguarda l'argomento di cui chiede consiglio le posso dire che di solito la presenza di una fistola non rappresenta in generale una controindicazione all'inserimento di una impianto post-estrattivo immediato ma questo va valutato caso per caso poiché ogni caso clinico è una situazione particolare da valutare con attenzione. Sicuramente il suo dentista che conosce la sua situazione più di chiunque altro potrà darle le giuste risposte. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, se la fistola origina da un dente non più recuperabile, eseguita l'estrazione, non è possibile inserire un impianto a carico immediato. Se il morso inverso è nel settore dell'arcata dentale dove bisognerebbe inserire l'impianto, in tal caso va fatta un'attenta analisi coccolasse e gnatologica e non è detto che lei lo possa fare. Il provvisorio si può realizzare, invece, senza alcun dubbio. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Macrì
Napoli (NA)

Il problema non è la fistola, e quindi l'infezione presente che comunque può essere gestita e non contrasta necessariamente con l'inserimento di un impianto post - estrattivo. Il vero problema è la malocclusione con cross - bite, da valutare prima dell'inserimento di qualunque impianto.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Marco, non faccia confusione via Web in un caso cosi serio per la sua salute, proponga al suo odontoiatra di portare il suo caso clinico nel nostro forum, dove ci spiegherà perché non sarebbe possibile ottenere un provvisorio per problemi di malocclusione (morso inverso). Dalla sua spiegazione troviamo solo incongruenze.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non ci ha detto se l'inversione è anteriore o laterale: In ogni caso prima di tutto guarire la fistola poi pensare ad eventuale estrazione (centrale superiore!?)(naturalmente se si potesse salvarlo molto meglio ed evitare l'impianto). Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Marco, in una situazione di infezione attiva un impianto a carico immediato non è la prassi più corretta. Poi aggiungiamoci una malocclusione e il tutto si complica. Poi siamo sicuri che nella sua situazione un impianto si possa fare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia