Domanda di Espansore palatale

Risposte pubblicate: 9

Mi hanno riscontrato una lieve malocclusione seconda classe con un morso profondo

Scritto da emanuela / Pubblicato il
Salve, sono una ragazza di 24 anni. Ho recentemente fatto una visita gnatologica e ho mi hanno riscontrato una lieve malocclusione seconda classe con un morso profondo. il dentista mi ha proposto l'intervento bimascellare. Mi chiedevo, non si potrebbe, invece, espandere l'arcata superiore con l'espansore, dopo aver fatto l'intervento chirurgico sulla sutura, in modo da riallineare i denti e eliminare la seconda classe, piuttosto che questa chirurgia bimascellare? grazie per le risposte
Evidentemente è una seconda scheletrica che richiede avanzamento mascellare. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Una valutazione corretta della sua malocclusione può essere fatta solo con uno studio completo di modelli, radiografie, fotografie e cefalometria ortodontica. Noi non abbiamo nulla di tutto questo per darle un parere corretto, qualcosa comunque non torna nel suo scritto perché se la malocclusione è "lieve" il suo dentista non le avrebbe proposto l'intervento chirurgico.

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Cara Signora Emanuela, dice bene il Dottor De Carli. Sappia che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Non precisa se in origine, inoltre, la seconda classe fosse dovuta ad una protrusione del mascellare superiore o ad una posizione in retrusione della mandibola inferiore o ad una combinazione delle due situazioni o ad una normalità delle due situazioni scheletriche e quindi dovuta ad uno spostamento solo dei denti o ad una combinazione di tutto quanto ho detto! Questo per spiegarle che solo il suo Dentista ortodontista può risponderle! Non posso quindi esprimere giudizi, senza vederla, perchè la posizione giusta deve avere un corretto over-jet ed un corretto over-bite che sono termini architettonici per indicare, il primo, di quanto i denti superiori sopravanzino gli inferiori ed il secondo, di quanto i superiori coprano gli inferiori, frontali, naturalmente! Dipende dal tipo di seconda classe perchè lei ha 24 anni e quindi è in età adulta, ora! Dipende quindi dalla corrispondenza dell'età anagrafica sua, con quella scheletrica. E' importante, quindi, valutare l'età Scheletrica. Non è detto che l'età cronologica corrisponda con quella scheletrica. Basta fare una radiografia del polso per accertare la maturità dei nuclei di ossificazione per conoscere l'età scheletrica in realtà utile intorno ai 10-13 anni, ma anche a 24 anni per avere certezze! Col metodo di Tanner e Whitehouse si prendono in considerazione 20 dei 30 nuclei di ossificazione del polso e della mana e si attribuisce un punteggio a seconda dello stadio di maturazione raggiunta e si ottengono tre punteggi fondamentali: il totale, il Carpale ed il RUS(radio-ulna-short bones), il punteggio finale dell'adulto che abbia completato la maturazione scheletrica è di 1000 punti. Tutti i punteggi inferiori indicano stadi diversi di maturazione ossea e diverse età scheletriche! Non dimenticando il metodo della Maturazione Vertebrale Cervicale in particolare per l'identificazione del picco puberale nel tasso di crescita cranio-facciale e le correlazioni tra gli indici carpali come l'SMS e quelli vertebrali come il CVS, il CVMS e il CS dove quest'ultimo indica il picco di crescita mandibolare! Non mi preoccuperei all'età di 24 ani se è “Normalmente sviluppata e non ha patologie sistemiche particolari, soprattutto dell’accrescimento, come patologie ipofisarie e del Talamo ed Ipotalamo o talassemiche gravi etc! Ne parli col suo Dentista :) Cordialmente e cari saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Emanuela, lei dice: mi hanno diagnosticato una lieve malocclusione con morso profondo. Ma....cosa vuol dire lieve ???quanto profondo ????? Interventi di ogni tipo eseguiti su potenziali paziente a rischio senza una corretta diagnosi strumentale che quantifichi l'errore occlusale possono essere forieri di spiacevoli, anzi, spiacevolissime conseguenze. Ciò che si misura é una verità, ciò che non si misura una opinione.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Emanuela, i colleghi hanno fatto giuste considerazioni, ma non mi sembra abbiano parlato di una mandibola posizionata troppo posteriormente. Quasi sempre nelle seconde classi è la mandibola ad essere arretrata piuttosto che corta o che ci sia un mascellare molto prominente. Può fare un semplice test. Se messi i mignoli nei meati acustici esterni, con il palmo delle mani rivolto in avanti, stringendo i denti in massima chiusura sente la pressione dei condili mandibolari contro le dita la mandibola è retrusa. In ogni caso, quando si fa un intervento è indispensabile che vengano educati i muscoli altrimenti si lamenteranno. Vi è un ultimo particolare. es si fa un intervento sul mascellare quasi tutti i chirurghi tendono a recidere il nervo nasopalatino che è il controllore del nostro tono muscolare, della nostra postura e del nostro cervello.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Sig. Emanuela, non penso che si proponga un intervento bimascellare senza relazione scritta completa, ritorni dall'odontoiatra e chieda chiarimenti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile signorina, per poterle rispondere senza visitarla ci invii le fotografie del viso di profilo, le fotografie dei denti in occlusione ( a contatto normale fra di loro) e la radiografia del cranio in laterale. Allora potremo darle una risposta on line corretta. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Il concetto è che si ricorre alla chirurgia ortodontica solo nei casi in cui un trattamento ortodontico con apparecchiature fisse o rimovibili a seconda dei casi non può essere effettuato perchè non risolutore. Solo un esame cafalometrico (quello di cui parlano i colleghi) può dare una predizione se l'apparecchio potrà bastare o no. Se non è stato fatto questo esame cefalometrico preliminare, chieda altri pareri.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara sig.ra Emanuela, sfortunamente non è possibile darle un consiglio senza visitarla.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)