Domanda di Espansore palatale

Risposte pubblicate: 8

Posso raddrizzare i denti senza espandere il palato?

Scritto da ANDREA / Pubblicato il
Buongiorno sono un ragazzo di 26 anni con il palato stretto. Sono stato da diversi odontoiatri che mi hanno consigliato di mettere l' espansore palatale, alcuni mi dicono di metterlo altri no. Detto questo ho molta confusione e non so cosa fare. Posso raddrizzare i denti senza espandere il palato?
Caro Signor Andrea, buongiorno a Lei. Più Dentisti sentirà e maggiore sarà la sua confusione :) Ne scelga uno di cui si fidi e basta! Non chieda a Destra ed a manca! Parla di espansore del palato e non dice neanche dio che Disgnazia si tratti! Non dice che Diagnosi Ortodontica sia stata fatta. E' inutile che faccia ipotesi campate in aria, sul "nulla"! Sarebbe un inutile e fastidioso "sfoggio di cultura" fine a se stessa. la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima e la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini. Dal punto di vista scheletrico è quindi necessario, nell'adulto, attuare un intervento chirurgico per espandere poi il palato. Ovvio che se ci si accontentasse di agire solo sui denti e non sullo scheletro, si potrebbe usare l'espansore senza intervento. Sarebbe però un compromesso spesso non accettabile ed in ogni caso da decidere solo dopo un esame cefalometrico completo, a tavolino e tanto altri accertamenti ortodontici.Devo purtroppo rispondere ribadendo per l'ennesima volta concetti "triti e ritriti" e chiedo scusa per questo a tutti i miei colleghi! Evidentemente però non basta mai parlarne se voi pazienti continuate a fare queste domande in queste situazioni. Ecco che la Diagnosi Ortodontica che è un atto Medico molto serio ed importante e che scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura dell lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Lei capisce che senza avere a disposizione visita clinica, modelli di studio e radiografie, darle un parere su "espandere o non espandere" è quanto di più sbagliato esista. Vero che l'espansione palatina dento - scheletrica è riservata ad un target di pazienti un po' più giovani di lei (la sutura palatina a 13 - 14 anni si chiude, cioè il tessuto osseo sostituisce completamente quello cartilagineo), solitamente bambini verso i 7 - 10 anni massimo, per ottenere validi risultati; nell'adulto, senza intervenire chirurgicamente, è possibile al limite spostare i denti ma non modificare la struttura scheletrica palatale (solitamente di parla di un palato a sesto acuto). Detto questo, solo un ortodontista di cui lei si fida, può stabilire il da farsi e, l'importante, è che comunque venga raggiunto l'obbiettivo finale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo Andrea senza visitarla non è possibile rispondere. In linea di massima se la discrepanza di diametro è dipendente da una struttura scheletrica troppo "stretta" non è possibile risolvere il problema senza espandere il palato, se invece la discrepanza è dovuta a errata inclinazione dei suoi denti allora è possibile che non sia necessaria. Se ha piacere, contatti la nostra segreteria che cercherò di darle una risposta più precisa. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Alla sua età è impossibile allargare il palato tramite espansore perchè la volta palatina oramai è formata. Questa è una terapia che è possibile effettuare solo in età evolutiva per cui ora alla sua età deve intervenire attraverso lo spostamento degli elementi dentari associata o meno ad estrazioni oppure chirurgicamente. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Gianluca Galvani
Rimini (RN)

Le rispondo in modo molto semplice e generico: se ha un grave affollamento dentario, non può allineare i denti senza espandere il palato. Lei ha 27 anni, non creda di poter espandere il palato agendo con un espansore sulla sutura palatina, come si fa ai bambini! Vede, il palato di un 27enne ha una volta palatina refrattaria all'azione degli apparecchi ortodontici. Inoltre, il palato ha un processo alveolare che ingloba e contiene le radici dei denti: espandendo l'arcata dentaria, si ottiene anche una espansione del processo alveolare del palato. Attenzione, "espansione" non significa "vestibolarizzazione" dei denti, facile da ottenere con l'apparecchio fisso! Il migliore apparecchio che conosco, per espandere il processo alveolare, è quello utilizzato con la tecnica Invisalign. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Alla sua età se fosse indispensabile usare un espansore rapido del palato sarebbe necessario un intervento semplice chirurgico. Personalmente non lo uso quasi mai nell'adulto utilizzando altre metodiche. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Andrea, L'espansione palatale guidata chirurgicamente è possibile anche in età adulta, ma non possiamo sapere se è indicata nel suo caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Se necessario (impossibile dirlo senza un esame clinico ) l'espansione del mascellare superiore e' in genere indispensabile per più' di un motivo. Il problema è che alla sua età' la cosa può' essere fatta solo in collaborazione con un chirurgo che deve provvedere manualmente al distacco delle suture ormai ossificate. Si assicuri di essere controllato da un collega che si occupi primariamente di ortodonzia. E si faccia ben spiegare tutto.

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)