Domanda di Espansore palatale

Risposte pubblicate: 9

A mia figlia di 8 anni è stato applicato un espansore palatale

Scritto da Samanta / Pubblicato il
Buonasera. A mia figlia di 8 anni è stato applicato un espansore palatale sui 5 perché i 6 non sono ancora scesi del tutto. La dottoressa ha dato 2 giri il giorno dell'applicazione dell'apparecchio e noi ne diamo uno al giorno. A distanza di 6 giorni non si vede ancora lo spazio tra i centrali. È normale? È possibile che l'espansore agendo solo sui 5 e 4 non sia efficace o peggio agisca spostando in fuori solo i denti? Grazie per la risposta. Samanta
Cara Signora Samantha, perchè tutti questi dubbi? Preciso inoltre che noi, almeno io, dato che sto scrivendo io, non siamo qui per giudicare o emettere sentenze sull'operato del suo Dentista, ci mancherebbe anche! Chieda a Lei tutte le spiegazioni che vuole e deve avere. Se ha iniziato la cura, vorrà pur dire che si Fida ed ha Stima verso la sua Dentista, che fine hanno fatto? Ne parli con lei! Sia ragionevole! Per risponderle tra l'altro occorrerebbe valutare tanti parametri tra cui una Cefalometria ed un Ceck up ortodontico. Non si può rispondere "a vanvera"! Abbia pazienza!In ogni caso, la sutura palatina si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini e quindi prima si inizia meglio è. Anche intorno ai 5 anni. Quindi sua figlia avendone 8 è nei tempi normali per una rapida espansione. Ovviamente anche in un adulto è possibile espandere il palato attuando una frattura della sutura palatina, ma è un altro discorso che a lei non può interessare.per l'attivazione dell'apparecchio espansore o diastasatore o disgiuntore , secondo uno dei caposcuola maggiori,Haas, basta da 1/2 ad 1 giro la mattina e da 1/2 ad un giro la sera per avere una espansione rapida. Secondo altre scuole, come quella di Biederman, si attuano tre giri di vite a distanza di circa dieci minuti, la mattina e altri tre la sera, il primo giorno o meglio il secondo giorno e poi si prosegue come col metodo di Haas. Con queste ed altre metodiche naturalmente, che sceglie l'Ortodontista in base alla situazione della disgnazia e clinica e al ceck up ortodontico e cefalometria di cui le ho spiegato. Per il tipo di apparecchio più o meno esteso anche questo dipende da ciò che vuole ottenere la DEntista. Lo chieda a Lei!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Signora lei ha del geniale.. Se non ci sono i sesti bene in arcata (ma perchè a 8 anni??? Non è affatto normale e va indagato accuratamente con rx, etc), non ci può essere espansione ossea del palato ma solo spostamento con finale estrazione dei denti da latte.. L'ortodonzia è una scienza seria. Si inizia con una diagnosi, facendo le cefalometrie. Queste vengono ricavate dalle rx. Legga della fase di diagnosi in ortognatodonzia nei miei numerosi articoli sul sito. Senza questa fase di diagnosi accurata si brancola nel buio, si va a caso, si fanno solo tentativi di terapia del tutto alla cieca..!! Sulla pelle della bambina, sui soldi della mamma e lasciando passare davanti il treno della ortognatodonzia: se non si prende il treno giusto al momento giusto che va dal punto A (la malocclusione) al punto B (la perfezione assoluta occlusale), dopo tutto diventa difficile o impossibile...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora, il ritardo dell'eruzione dei sesti è frequente ed è preferibile aspettare per l'ERP. E' vero che a tenera età (8) si ha una rapida apertura del palato, ma ugualmente a 10 anni. Il disturbo dell'espansore è troppo grande per infliggerlo ad un bambino molto prima della possibilità di rieducazione della lingua che si effettua bene sui 9anni (ed è indispensabile). Da quanti giorni sta facendo l'attivazione? Dalla fotografia mi sembra che c'è già un grande allargamento. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

L'apparecchio applicato e la condotta consigliata sono quanto di meglio si potesse fare. Segua con fiducia la terapia consigliata (apertura due volte al giorno e attenda con fiducia i risultati. Prof.Giuliano Falcolini, già ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Cara signora legga bene tra le risposte, ha avuto la fortuna di avere un parere dal Prof Falcolini tra i massimi esperti di odontoiatria pediatrica. Dalla foto i primi molari si vedono e la collega ha applicato un protocollo corretto. I dubbi legittimi glieli chiarirà sicuramente se queste domande le fa a lei. Cordialità

Scritto da Dott. Guglielmo Meschia
Venezia (VE)

Gentile Samanta provi a parlare con il suo medico dei dubbi che ha, sicuramente troverà le risposte giuste. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Se le cure a sua figlia le sta praticando un odontoiatra iscritto all'ordine dei medici può stare tranquilla, che si accerterà e prenderà gli eventuali provvedimenti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il protocollo adottato dalla collega è ineccepibile, sia sul fatto di sfruttare i molari decidui che sulle attivazioni. Otto attivazioni comunque sono poche per vedere formarsi lo spazio. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Gentile Samanta, vedo che lei è ben informata. Ma la cosa migliore è vedere il caso e parlarne di persona con il suo ortodontista. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia