Domanda di Espansore palatale

Risposte pubblicate: 9

Alla mia bambina di 8 anni è stato applicato un espansore palatale

Scritto da SONDRA / Pubblicato il
Alla mia bambina di 8 anni è stato applicato un espansore palatale con istruzioni di dare un giro ogni sera per tre settimane dopodichè si era giunti all'espansione voluta dall'ortodontista ed era il 26 novembre 2012, adesso mi hanno comunicato la data in cui verrà rimosso cioè il 18 marzo 2013. Mi chiedo se può essere valido rimuoverlo solo dopo 3 mesi e 23 giorni, anche perchè ricordo che mi avevano detto che doveva rimanere 1 anno - 9 mesi almeno. Ringrazio e saluto.
Gentile Paziente, la diagnosi ortodontica si effettua con modelli di studio, Rx ortopantomografia, teleradiografia latero-laterale, cefalometria ortodontica, fotografie della bocca e dei denti. Questo è il minimo indispensabile per una diagnosi corretta. Se tutto questo è stato fatto, lei si fidi del suo dentista! Personalmente trovo eccessiva una "contenzione" di 1 anno e 9 mesi per un'espansione palatale, ma questo lo dico in linea generale, senza nessuna visita clinica e senza nessuno degli esami che le ho detto. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Cara Signora Sondra, così via Web non è possibile rispondere! L'Ortodontista deve averle per forza spiegato tutto! In ogni caso, la sutura palatina si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini e quindi prima si inizia meglio è. Anche intorno ai 5 anni. Quindi sua figlia avendone 8 è nei tempi normali per una rapida espansione. Ovviamente anche in un adulto è possibile espandere il palato attuando una frattura della sutura palatina, ma è un altro discorso che a lei non può interessare. Tornando a sua sorella, per l'attivazione dell'apparecchio espansore o diastasatore o disgiuntore , secondo uno dei caposcuola maggiori, Haas, basta da 1/2 ad 1 giro la mattina e da 1/2 ad un giro la sera per avere una espansione rapida. Secondo altre scuole, come quella di Biederman, si attuano tre giri di vite a distanza di circa dieci minuti, la mattina e altri tre la sera, il primo giorno o meglio il secondo giorno e poi si prosegue come col metodo di Haas. Con queste ed altre metodiche naturalmente, che sceglie l'Ortodontista in base alla situazione della disgnazia e clinica e al ceck up ortodontico e cefalometria di cui le spiego sotto, l'apertura del seno mascellare non avviene, ma il problema è che ci devono essere dei requisiti ben precisi per poterla fare in tutta sicurezza e quindi mi dispiace doverle fare notare quello che faccio sempre notare nelle domande di Ortodonzia:la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere. La Diagnosi Ortodontica e la progettazione terapeutica sono come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta che le può dire solo un Ortodontista dopo le visite suddette. Non posso quindi esprimere giudizi, senza vederla! Non solo non sarebbe corretto, ma non sarebbe professionale. SI FIDI DEL SUO DENTISTA. Lui conosce questi requisiti! Io posso solo immaginare ma le ho già spiegato che si deve fare una Diagnosi Differenziale e una Diagnosi Clinica e strumentale con una o più visite mirate!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig,ra Sondra, ogni terapia ortodontica è personalizzata al singolo caso grazie al tracciato cefalometrico. L’ ortodonzista che cura la sua bambina avrà ritenuto che circa 4 mesi di contenzione sono sufficienti. Io non ho elementi per giudicare la correttezza della terapia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Buona sera, l'espansione rapida del palato è una metodica discretamente facile nei ragazzi in cui la sutura la sutura palatina non è ancora ossificata. L'entità della apertura, la velocità della stessa, ed il periodo di contenzione possono variare, e sono stabilite dal suo dentista, di cui le consiglio di fidarsi, in base ad accurati studi celalometrici e parametri di osservazione clinica. Cordiali saluti Dott Andrea Oria

Scritto da Dott. Andrea Oria
Torino (TO)

1 anno con l'espansore rapido del palato è una follia. Povera lingua! si vede che la prima volta le è stato detto qualcosa di sbagliato e poi giustamente si è ravveduto. Era molto peggio se le cose fossero avvenute al contrario. Cordialità

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Sondra, spesso incito i pazienti a richiedere sempre per iscritto quello che l'odontoiatra esprime, perché come in questo caso sicuramente lei non aveva capito correttamente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

In genere sono 6 mesi di stabilizzazione. Quanto ai tempi che dice lei, sicuramente ha capito male. Ha ragione il dr. Spagnoli quando dice che questi apparecchi peggiorano la causa della malocclusione, ovvero la postura linguale. Ma si vede che era un caso dove bisognava fare così.. Con i dentisti ci vuole fiducia..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente penso che il tempo indicato si riferisse alla terapia completa non alla durata del solo espansore palatale, ne parli e si confidi delle sue perplessità con il medico che vi ha in cura. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

3-4 mesi sono sufficienti per la guarigione ossea dopo l'avvenuta apertura della sutura palatina. Personalmente lo tengo qualche mese in più per evitare recidive dentali. Secondo il mio modesto parere la lingua troverà il suo spazio e si riposizionerà correttamente dopo l'espansione. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)