Domanda di Espansore palatale

Risposte pubblicate: 12

La mia bimba di sette anni e mezzo ha appena messo l'espansore palatale rapido con griglia

Scritto da katia / Pubblicato il
Gentili dottori, La mia bimba di sette anni e mezzo ha appena messo l espansore palatale rapido con griglia. Ha il palato stretto con morso aperto e deglutendo spinge la lingua contro gli incisivi superiori. Navigando su internet sono venuta a conoscenza di una serie di diagnosi chiamate check up ortodontico, a me non mi e' stato richiesto, volevo dunque sapere se la terapia che sta seguendo mia figlia potrebbe essere inadeguata, e quindi necessitare di un altro approccio terapeutico o se comunque e' il sistema di elezione per tale problematica indipendentemente dal check up. Ringrazio cordialmente, Katia
Se ha un palato contratto con deglutizione atipica è abbastanza corretto, anche perchè attualmente la visita foniatrica con sedute logopediche rappresentano il trattamento d'elezione in sostituzione della griglia nelle deglutizione atipiche è poi buonanorma completare uno studio ortodontico approfondito prima di iniziare la terapia, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Katia, se il suo dentista ha ritenuto opportuno e valido per intanto procedere con l'espansione del palato e la correzione della deglutizione atipica avrà avuto le sue ragioni, riservandosi verosimilmente e, se il caso lo richiede, di procedere in un secondo tempo ad un'analisi cefalometrica del caso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Katia, il Ceck up ortodontico non è altro che quell'insieme di dati che raccoglie, insieme alla analisi cefalometrica che è lo studio di segmenti di retta ed angoli che traccia L'Ortodobtista su una teleradiografia durante la visita e sono rilievi che il Dentista fa in separata sede, mica davanti al paziente! Quindi essendo stata programmata una terapia Ortodontica è ovvio che il suo Dentista l'avrà fatta! Insomma non è una analisi che si chiede perchè da come parla sembra che lei abbia capito così! Quindi stia tranquilla e si fidi del suo Dentista.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Come le ha detto il prof. Finotti, è buona norma la rieducazione della deglutizione, che a mio parere è da privilegiare ad altre terapie. Ma oramai ha l'espansore e dopo 2-4 settimane verrà spero tolto e sostituito da un quadelix e indirizzato da un buon logopedista. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora Katia il check up ortodontico è un insieme di dati che vengono raccolti tramite lo studio delle radiografie, delle foto e dei modelli in gesso della bocca che comunque è buona norma acquisire prima di iniziare qualsiasi terapia, per poter inquadrare il problema a 360°. D'altrocanto se è stata visitata da uno specialista esperto, la diagnosi di palato stretto e deglutizione atipica è facilmente riconoscibile e va trattata inizialmente come prescritto dal collega. E' logico che dopo aver ripristinato i giusti rapporti tra strutture ossee e denti(il cosiddetto sigillo anteriore) sarà opportuno con la logopedia rieducare la lingua non solo ad una buona deglutizione ma anche ad una giusta fonazione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Chiazzolla
Roma (RM)

Come fa a sapere che non è stato fatto uno studio del caso prima di procedere? La dizione "check up ortodontico" è una denominazione commerciale, di qualcuno che ha voluto chiamare così le cose che fa. Si tratta in pratica dello "Studio del caso" che permette la DIAGNOSI ortodontica, e quello che viene fatto per arrivare a tale diagnosi può variare da caso a caso e a seconda del background culturale del professionista. Il dispositivo che è stato installato è comunque molto particolare, ed esce dalla consueta "routine"; sono cose che si fanno quando si è studiato bene la situazione, ed è eseguito in genere da persone competenti. L'apparecchio che seguirà sarà il suo dentista a sceglierlo. Potrebbe essere un "Frankl", o un altro dei tanti altri dispositivi ortodontici, non necessariamente un "quadrielix" che, personalmente, NON HO MAI ESEGUITO. Anche la eventuale collaborazione con il logopedista sarà valutata dal suo ortodonzista, non da un consulto on-line. Non ho nessun elemento per ritenere che lei non sia ben seguita.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Salve, lo studio del caso risulta essere un complemento diagnostico essenziale nella programmazione di una corretta terapia ortodontica. Detto questo se il suo curante le ha messo un espansore, probabilmente il problema era abbastanza evidente, e quello è il metodo di più comprovata efficacia nella risoluzione del morso crociato laterale. Ci tengo a sottolineare che il tracciato cefalometrico postreo-anteriore che serve per la valutazione frontale delle ossa del cranio non è così preciso come quello laterale, e dunque talvolta alcuni colleghi evitano di farlo. Probabilmente il collega si riserverà di effettuare lo studio del caso in una seconda fase di terapia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Sicuramente il curante di sua figlia ha fatto una diagnosi, e ci è arrivato studiando il caso...questo è il fantomatico check up ortodontico;la invito ad avere più fiducia in lui ed una migliore comunicazione. Internet sta prendendo troppo peso sappiamone ridimensionare l'importanza!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Secondo la mia scuola, Uni TO, ci vuole (previo accertamento diagnostico completo fatto con cefalometria laterale e p.a.) una PFB che è apparecchio funzionalizzante mobile, il quale assieme a terapia logopedica continuativa, rimetterà a posto non solo la forma della bocca, e la chiusura, ma correggerà la deglutizione errata stessa, e poi farà crescere la'ATM con i giusti movimenti. Sistemerà facendoli tornare nella norma della fisiologia i cicli della masticazione a livello neuromuscolare (e del sistema nervoso centrale che ora è alterato), farà crescere le strutture pneumatiche, il massiccio facciale e le strutture-suture osteopatiche nel modo più armonioso possibile per restituire funzione armonia simmetria e bellezza profonda del viso che non sarà più asimmetrico. Nessun altro apparecchio può fare questo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora Katia, l'espansore palatale rapido ( in questo caso munito anche di griglia linguale )è un apparecchio non proprio facile da gestire per un paziente piccolo come sua figlia.Pertanto, se la scelta del Collega si è così orientata, lo stesso avrà sicuramente scartato le terapie alternative in base allo studio dei modelli, delle radiografie, dell'occlusione, cioè di tutto ciò che rientra nel " check up ortodontico ". Pertanto si affidi al piano diagnostico stabilito chiedendo spiegazioni sulla prosecuzione dello stesso. Distinti saluti. Dott.ssa Loredana Lupoli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Loredana Lupoli
Frattamaggiore (NA)