Domanda di Espansore palatale

Risposte pubblicate: 8

Quali problemi possono sorgere dall'uso di un espansore rapido?

Scritto da STEFANO / Pubblicato il
Buongiorno e grazie in anticipo per le Vs risposte. A mia figlia di dieci anni e mezzo sono stati effettuati dei casi di studio di cui riporto uno dei risultati : Rapporti scheletrici sagittali : II classe scheletrica maxillo-mandibolare (SNA = 85.80° - SNB = 77.48°) con prevalente ipomandibolia. Rapporti scheletrici verticali : indice di Wits = 7.10 -> ipodivergente scheletrico++ Rapporti dento-scheletrici : protrusione degli incisivi inferiori Rapporti interdentali : II classe incisiva (OVB=-2mm - OVJ = 5.5mm) Contrazione trasversale scheletrica di 5mm (è quasi mezzo molare per parte! Sulle impronte i molari sono perfettamente "coincidenti" come asse verticale, mentre la interposizione corretta dovrebbe avere i molari superiori all'esterno di quelli inferiori, mi sbaglio?) Laterodeviazione funzionale mandibolare destra e tendenza alla anterotazione mandibolare. 1.3 2.3 angoli alfa significativamente aumentati (dx = 28°, sx = 34°)-> possibile futuro affollamento e/o ritenzione (che "percentuale" si può dare a questo "rischio"? Ho ricevuto dalle varie visite risposte abbastanza contrastanti tra loro....) Comunque, a parte tutto ciò, la terapia proposta è : espansione di 6mm (con periodo di stabilizzazione di circa un anno) e successiva terapia funzionale al fine di stimolare la crescita mandibolare (come apparecchio funzionale mi è stata citata la "gabbia di Schwarz" descrittami come apparecchio facente all'incirca le medesime funzioni del monoblocco, consigliatomi invece da altri studi). Le mie domande sono queste : a) in altro studio (ma ancora senza "caso di studio") mi è stato già prospettato pressochè per certo il solo uso del monoblocco in quanto apparecchio capace, oltre alla stimolazione della crescita mandibolare, di effettuare anche una azione di espansione (scheletrica? dentale?), grazie alla presenza di una vite regolatrice al suo interno. E' cosi? L'azione del monoblocco (sicuramente meno "violenta" di quella di un espansore rapido) è in grado, relativamente all'espansione palatale, di ottenere, magari in più tempo, analoghi risultati, oppure l'espansore palatale funziona secondo diverso principio? Quali problemi possono sorgere dall'uso di un espansore rapido? Riguardo all'espansione il monoblocco è in grado di effettuare una azione "scheletrica"? 2) aspettare ancora di fatto un anno per iniziare la terapia funzionale (la bambina ha dieci anni e mezzo), può far sì che questa inizi un po' "troppo" tardi ? (occorre dire che la terapia di cui sopra è stata proposta perchè a detta del medico il problema della espansione e della laterodirezione è da considerare "prioritario" rispetto alla seconda classe). 3) a dieci anni e mezzo possiamo dire di essere ancora in tempo ad allargare la sutura palatale (premetto che nessuno studio ha mai fatto una radiografia del polso alla bambina)? La domanda forse "discriminante" penso sia la prima, in quanto la mia scelta come genitore, di fatto, dovrà essere tra chi propone l'uso di un espansore rapido più il resto e chi il solo monoblocco, come strumento comunque capace di affrontare contemporaneamente tutte le tematiche relative a mia figlia. Grazie e cordiali saluti
La contrazione sarà poi piú evidente se si riesce a stimolare la crescita mandibola e inserire troppe terapie contemporaneamente potrebbe legarle troppo alla collaborazione del paziente.
L'espansione con il fisso palatale in un mese ottiene il risultato e in 5-6 lo si stabilizza ed intanto si creano le condizione per una comparsa piú corretta degli elementi superiori in arcata in presenza di più spazio.
Al momento opportuno associato al picco di crescita la terapia funzionale potrà essere efficace eventualmente finalizzata con una fissa di allineamento.
L'espansore facile da portare spesso non è associato a disagi e viene attivato giornalmente dai genitori.
Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Stefano, buongiorno. Che dirle, non è così che funziona. Non si possono fare Diagnosi via Web, in generale e in particolare su Disgnazie che richiedono uno Studio accurato Cefalometrico e ceck up Ortodontici. Posso solo dirle che la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima e la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini. Quindi prima si inizia la terapia espansiva e meglio è, anche intorno ai 5 anni. Se l'età Scheletrica e quella anagrafica coincidono. Vicino a Lei c'è un Ortodontista veramente molto valido e, vista la sua indecisione e visto che ha sentito già due pareri diversi e che non ha la minima Fiducia e Stima nei Dentisti interpellati (cosa altamente disdicevole) e visto che chiede anche il Parere via Web, troppi pareri che indicano che è venuta meno la Stima e la Fiducia nel suo Curante, cosa sempre scorretta da parte del paziente, glielo indico e consiglio caldamente per avere un suo parere. E' il Dottor Edmondo Spagnoli di Lecco, mi sembra che abbia anche uno Studio a Milano. Lo contatti ed avrà un Autorevole Consulto. Trova i suoi dati in questo Portale tra i Consulenti Scientifici che formano l'Equipe Odontoiatrica di Dentisti Italia. Cari Saluti e in bocca l Lupo per la sua Bimba!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Stefano, quanta confusione per un semplice caso; lei si è rivolto a diversi concessionari per l'acquisto di un automobile, tutti le venderanno un auto per muoversi su quattro ruote, ma nessuno le proporrà lo stesso modello, ora è entrato nei concessionari di internet e troverà altri mezzi che le daranno ancor più confusione. Le consiglio di fermarsi e di ricercare il professionista che le ha impresso più fiducia, poi se vuole certezze di responsabilità se le faccia scrivere.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

I tempi sono più che fisiologici per intervenire per sua figlia, non aspetti altro tempo (più passano gli anni più la sutura palatina si salda, fino al completamento attorno ai 13-14anni, quindi delle due è già in leggero ritardo). Se utilizzare espansione le ta o rapida, questo va a discrezione dello studio che la segue, trattandosi in entrambi i casi di metodiche consolidate ed efficaci.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno Premetto che Lei fornisce dei dati cefalometrici ai quali non posso fare riferimento in quanto possono essere errati e quindi non posso fare diagnosi. Inoltre le chiede le differenze tra un monoblocco ed un disgiuntore, sono due protesi ortodontiche diversi uno è ortopedico ( disgiuntore) l'altro è un correttore morfo-funzionale e aiuta la crescita delle basi ossee in deficit. Inoltre lei dice che sua figlia ha 10 anni ma la valutazione si fa sull'età scheletrica e non anagrafica, insomma come vede ci sono altre valutazioni da eseguire e risponderLe VIA INTERNET è alquanto difficile e sopratutto non possibile, una visita è doverosa. Quale protesi sia la più corretta non sono in grado di dirglielo via web e se chiede che differenza ci siano tra le due protesi in oggetto, le dico che c'è un mare di differenza, uno separa la sutura palatale, con successivo dolore, l'altro esegue un aiuto nel picco di crescita del paziente. Faccia fare anche una rx del polso,capisce che non si riesce a dare ulteriore aiuto, non è così che ci si prende cura delle persone.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fabio Vaja
Milano (MI)

Gentile sig Stefano, premesso che ciascuno le risponderà secondo la proprie conoscenze ed abilità ed anche esperienze, tutte le risposte precedenti sono corrette, anche se non identiche perchè la medicina e l'ortodonzia in particolare è più un'arte che una scienza. Quindi la consiglierò secondo quello che so: personalmente non amo molto l'espansore rapido del palato e ci sono tecniche ugualmente utili ma meno brutali. Qualsiasi strumento userà deve essere seguito oppure accompagnato dall'azione di crescita mandibolare. Tutto accompagnato da rieducazione miofunzionale della deglutizione (della lingua). Ho lavorato proprio oggi a Milano e mi piacerebbe incontrare per una visita sua figlia e non potrei farlo che a Lecco per la prima volta, poi si potrà continuare a Milano. Mi telefoni, se vuole per un appuntamento. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Stefano, nei suoi panni sarei frastornato. Capisco l'ansia di non sbagliare, ma mi pare sia andato in troppi studi a chiedere pareri. Deve scegliere un professionista che ispiri fiducia e fidarsi del suo giudizio. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

C'è non solo questa cosa della espansione, ma c'è una seconda classe netta e c'è la malposizione dei canini con rischio di inclusione parziale. In generale per salute c'è da fidarsi ed affidarsi, senza chiedersi troppe domande, specie se si gironzola un po' tropo su internet. La terapia degli esseri umani è come una equazione con molte variabili, e solo un medico che cura una persona può tentare di vederle tutte. Noi da qui che possiamo fare??? Magari potessimo fare qualcosa di più
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia