Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 3

SEGUITO ALLA DOMANDA: Il molare è da togliere a questo punto?

Scritto da Jennifer / Pubblicato il

Salve, sono andata dal mio medico di famiglia perché mi è uscita una palla sulla gengiva e il mio medico dice che è un ascesso e mi ha prescritto un antibiotico perché il mio dentista non me lo ha dato, anche se gli dissi che già dopo la prima seduta mi fece male....ho chiamato il dentista spiegando tutto e mi ha detto di prendere l antibiotico e poi di tornare il 21 novembre che probabilmente sarà da estrarre perché la cura non è andata a buon fine...è possibile che dovrò per forza perderlo? scusate ma non so che fare e purtroppo i miei genitori non possono permettersi di mandarmi da un privato in questo momento. ...se ora con l antibiotico dovesse passarmi il dolore, vuol dire che il dente è "salvo"?poi è normale che l ascesso sia nel molare dell'arcata inferiore però mi si sia gonfiata la gengiva anche in un canino dell'arcata superiore? Dipende da quello? Grazie mille e scusate ancora il disturbo. Cordiali saluti

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/endodonzia/9871_granulomi-allapice-delle-radici.htmledente:

 

Sig. Jennifer, mi piacerebbe sapere quanto sta spendendo in visite, medicazioni, anestesie ecc. e poi confrontarlo con un odontoiatra non convenzionato? Purtroppo nessuno a distanza potrà esprimere sentenze verso il suo dente, non è normale che si gonfi l'arcata superiore in quella zona.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Jennifer, no, lo ho già precisato bene e senza equivoci nella scorsa mia risposta del 10-11-2014! Intanto, l'antibiotico previene l'evoluzione di un ascesso in Flemmone , pericoloso anche per la vita, specialmente se proviene da un dente dell'arcata inferiore perché può creare una infiltrazione di pus nelle fasce muscolari del collo e del Faringe fino alla Laringe e nel pavimento della bocca con edema della glottide e "soffocamento". La temuta Angina di Ludwig, pericolosa per una insufficienza Respiratoria Acuta! Non capisco quindi il perché della "ritrosia" del suo Dentista a prescriverle gli antibiotici di copertura e profilassi di queste complicanze! Certo non guarisce ma è per questo che bisogna fare la terapia e subito. Non tra dieci giorni, anche perché per la terapia che non è certo l'estrazione, servirà sempre una copertura antibiotica e non può certo assumere un antibiotico per così tanto tempo, salvo eccezioni dettate dalla situazione clinica, ma allora, sotto controllo medico! Non deve fare il ragionamento che se con l'antibiotico passasse il dolore il dente allora sarebbe salvo. Non è la Terapia l'antibiotico ma una Profilassi delle Complicazioni come le ho detto! Se sono coinvolte due arcate evidentemente le cause sono diverse oppure ha una Parodontite e l'ascesso allora è una Parulide, ma questo non lo può sapere un Medico Generico, con tutto il rispetto pur ringraziandolo per la prescrizione antibiotica che non le ha voluto dare il Dentista. A stento sa cosa sia una Parulide un Dentista che è "Specialista", figuriamoci un Medico Generico! Una Parulide per sua informazione è un ascesso Parodontale ma essa deve essere diagnosticata dal Dentista meglio se Parodontologo, col sondaggio parodontale di sei punti di ogni dente di tutti i denti di tutta la bocca! Preciso però che all'età di 22 anni è molto improbabile che abbia una Parodontite. Nel sesso femminile, però, e solo femminile, esiste l'unica Parodontite geneticamente trasmissibile ossia la Parodontite Giovanile (molto rara e con caretteristiche particolari che un Parodontologo conosce bene) che può iniziare a manifestarsi intorno ai 13/14 anni di età scheletrica (non sempre l'età scheletrica coincide con quella anagrafica, per inciso). Nel Sesso Maschile no! Presumo quindi che o abbia patologie Parodontali o abbia più patologie odontoiatriche sui Denti e nell'endodonto e nel periapice. Si deve far visitare da un Dentista, meglio se Parodontologo, che si prenda cura di Lei con Dedizione e Professionalità! Non può continuare così. E' pericoloso per le malattie focali di organi distanza, importanti come il Rene, il Cuore Etc. Dovrebbe farsi prescrivere un esame ematologico: ASLO, Proteina C reattiva, Ves, Emocromo con formula, RA Test, Esame completo delle Urine, almeno per il momento per stare "tranquilla" dal punto di vista Medico! Vada al più presto da un bravo Dentista che abbia voglia di affrontare i Problemi e non di "estrarre denti" trascurando tra l'altro il proprio paziente! Mi dispiace dover dire questo, ma non può certo continuare così. Il suo Dentista avrebbe dovuto liberarsi al più presto e vederla in tempi brevissimi! Cari saluti ma ascolti le mie parole ora, non faccia come l'altra volta che non ha seguito quanto ho detto, pur avendo lei richiesto il mio, come quello degli altri Colleghi di Dentisti Italia, intervento Professionale ! Ok?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Posso solo aggiungere alla mia precedente risposta che l'antibiotico, di per sè, cura soltanto la fase acuta della sua infezione periapicale a carico del molare (cura i sintomi e rappresenta una profilassi da rischi infettivi sistemici, ma non risolve il problema, cioè non è terapeutico e non le salva nessun dente...) e che, se ha problemi anche all'arcata superiore (canino), questi ovviamente non sono correlati al granuloma del suo molare inferiore.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento