Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 8

Devitalizzazione dente in pulpite e necrotico

Scritto da Martina / Pubblicato il
Buongiorno egregi dottori, scrivo il seguito di una devitalizzazione di un dente in pulpite e necrotico. Il mio dentista mi ha curato tenendo il dente a lungo aperto, cioè con chiusure provvisorie e che purtroppo a volte sono anche saltate, per vedere come andavo. Alla fine mi ha chiuso con un cemento medicamentoso e poi la guttaperca, che ha tagliato col calore. Ma alla rx ha rilevato che c'era stato un piccolo sbuffo. Mi ha detto che non è un problema, anzi ci assicura che sarà tutto più controllato, ma io non capisco se questa cosa è normale o meno. Non capisco se si è portato troppo giù, difatti sentivo dolore quando ripuliva un canale, oppure evidentemente per la mia conformazione doveva andare così. Strano però perché lo stesso attrezzo è stato usato per tutti e 3 i canali, quindi come mai agli altri due non è accaduto? Leggo che questo evento può comportare reazioni infiammatorie e alla lunga necessità di ritrattare i canali, ed io quello che ho notato, in questi giorni, tra le varie sedute è che subito, appena trattato, il dente non mi fa male, ma poi passando i giorni inizia a darmi fastidio con dolenzia diffusa, con impossibilità di poter masticare. Ho avuto anche la sensazione che il dente si fosse spostato o fosse meno saldo, dolente. Da quando mi ha ripulito è tornato tutto bene, ma durerà ? Io ero tranquilla per le spiegazioni che mi erano state date, ma poi leggendo non riesco bene a capire come interpretare la cosa. Spero, nuovamente, nel vostro gentilissimo supporto. Grazie infinite.
Cara Signora Martina, che bel nome che ha, buongiorno. Tranquilla non è niente di trascendentale, l'importante è che la chiusura sia all'apice anatomico del dente e questo lo può vedere solo il suo Dentista con una Rx endorale. I canali sono differenti come conformazione anatomica e come lunghezza. Lei legge su internet, Lei vuole interpretare! Un consiglio, si limiti solo ad avere Fiducia e Stima nel suo Dentista! E' molto "antipatico" quello che fa! Cercare conferme sul Web anche se è un onore per Noi di Dentisti Italia ricevere tanta Stima e Fiducia e Credibilità da Lei. Però, vede, cerchi di capire che è essenziale che nel rapporto Medico-Paziente ci sia una base di Stima e Fiducia reciproca. Venuta meno questa "base", non avrebbe più senso il "Rapporto" Medico -Paziente. Parli quindi col suo Dentista ed abbia più Rispetto verso di Lui. Scusi se mi son permesso ma quello che fa è intellettualmente e Moralmente sbagliato. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Martina, la peggior cosa che può fare per la sua salute ricercare nel web, senza essere competente nella materia, perchè trova di tutto e il contrario di tutto e alla fine i dubbi e l'ansia aumentano portandoci in strade sbagliate. Le consiglio di aver fiducia massima nel suo odontoiatra e seguire le sue indicazioni senza preoccuparsi più di tanto, perchè ogni trattamento canalare è diverso da un altro.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Se è stato correttamente ottenuto il sigillo apicale (apice anatomico) non ci sono problemi, un piccolo sbuffo di guttaperca è nella norma ed assolutamente ben tollerato dall'organismo. Tutto quello che ha descritto (medicazioni intermedie, dolore nel ritrattamento, dente dolente etc etc) rientra nei sintomi post - operatori normali, che nel giro di pochi giorni (max settimane) scompariranno.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Un piccolo sbuffo di cemento è garanzia di un completo sigillo apicale e, se contenuto, non dovrebbe creare alcun problema. Probabilmente, tra qualche mese, sarà stato riassorbito. Se avesse postato la rx, avremmo potuto essere più esaurienti.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile signora, il suo dentista ritengo abbia operato per il suo bene. Stia tranquilla che lo sbuffo di cemento è normale.

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Gentile Sig. ra Martina, è facile trovare uno sbuffo dopo la chiusura dei canali, non comporta alcun rischio. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Martina, lo sbuffo in apice non è un problema. Mi lascia più dubbi il fatto che lei racconti che il dente è stato trattato in molte sedute, lasciandolo anche aperto. Questo ha sicuramente consentito una contaminazione batterica dei canali. per combatterla devono essere stati effettuati lavaggi con ipoclorito (odore di candeggina...) per almeno 30 minuti, con dente isolato con diga di gomma (vedi articolo "endodonzia" scritto da me su questo portale). Se è stata seguita questa procedura lo sbuffo non è un problema.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Porti pazienza che è tutto ok...lo sbuffo di cemento oltre apice in sé, è sempre stato apprezzato, e a volte desiderato, dagli endodontisti in quanto segno di riempimento completo e verificabile mediante rx dello spazio endodontico. Le ultime "tendenze" vogliono chiusure canalari senza sbuffo...ma è solo "estetica radiografica".

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento