Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 7

Sono svariati mesi che non riesco a masticare senza dolore

Scritto da Luisa / Pubblicato il
Salve gentilissimi dottori, voglio porre una domanda circa una terapia canalare eseguita un mese fa con inserimento di perno di vetro considerata la vastità del tessuto rimosso. È il secondo molare, arcata inferiore sx. La terapia canalare è stata eseguita dopo che in seguito a rimozione e ricostruzione di vecchie otturazioni ho iniziato ad avere dolori durante la masticazione sia a dx che a sx. Si trattava di 2 otturazioni che coinvolgevano 1-2 molare a dx, e 1-2 molare a sx, sempre arcata inferiore. Qualche giorno fa, continuando io a lamentare dolori alla masticazione di cibi solidi e friabili, è stato eseguito un molaggio selettivo e mi sono state prese le impronte per un BITE poiché bruxo durante la notte e mi sveglio con dolori sia sui denti che all'articolazione temporo mandibolare. Il dolore che riferisco è legato alle otturazioni rifatte ma il mio dentista facendo le varie prove e controllando radiograficamente non trova indicazione per terapia canalare degli altri denti. Il mio molare in questo momento non è ancora rivestito dalla corona perché mi fa male...dopo un mese dalla terapia canalare. Non so che fare...aspettare che il BITE porti sollievo? Aspettare per verificare se dopo il molaggio selettivo ci sia qualche riscontro? Insistere perché venga fatta una nuova endorale su questo dente? Sono svariati mesi che non riesco a masticare senza dolore...e pensare che le mie vecchie otturazioni erano rimaste li per 20 anni senza darmi mai alcun problema... È come se si fosse alterato un equilibrio e non riesco più a ritrovarlo, sono esausta psicologicamente. Grazie a tutti
Diversi tipi di Bite. Arco Facciale di trasferimento. Articolatore a valore medio. Analisi Statica. Da Dr. Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari
Cara Signora Luisa, spero proprio che il Bite Plane sia stato programmato dopo accurata Diagnosi Gnatologica, così come il molaggio selettivo! Sembrano due procedure banali, ma banali non sono, sia il molaggio selettivo che il Bite. Poi se lei riferisce che il dolore sarebbe dovuto ad una patologia conservativa, ossia dei denti, cariogena, erosiva o pulpare o endodontica, non vedo il nesso con il Bite e il Molaggio. Dire che sono stati fatti per il Bruxismo non significa nulla! Il Bruxismo è una "brutta bestia" e bisogna avere competenza ed esperienza per valutarlo ed affrontarlo! Tra l'altro parlando di Bite, a prescindere dal perchè sia stato fatto, le è stato spiegato di che tipo di Bite si tratti? Ci sarebbe tanto da dire ma questo dovrebbe essere sufficiente per farle capire la complessità del problema e la necessità di visitarla Clinicamente per poter rispondere dopo aver fatto una Diagnosi clinica, semeiolgica e anamnestica, emessa una Prognosi e pianificata la terapia! Tutto questo dopo avere ovviamente azzerato la memoria cerebrale del suo attuale modo di chiudere erratamente la bocca con l'uso di un bite diagnostico-terapeutico costruito sempre con l'arco facciale di trasferimento che si accompagna ad un articolatore semiindividuale o meglio individuale che l'Odontotecnico deve sapere usare ed avere per le fasi di laboratorio! Riportata a zero la memoria, si registra la nuova giusta occlusione e disclusioni incisive, canine e in relazione centrica e si costruisce la giusta occlusione! Se poi le avesse anche una disgnazia, essa andrebbe valutata con ceck up ortodontico e cefalometria. La specialità che si occupa di questo è la Gnatologia che studia i rapporti tra i denti delle due arcate antagoniste e con quelli viciniori. Questo si chiama occlusione ed una errata occlusione può causare uno squilibrio delle articolazioni temporo mandibolari, ATM, che si manifestano con rumori. Occorre una visita clinica gnatologica per palpare le articolazioni, i muscoli Pterigoidei e masseteri per valutarne la dolorabilità alla palpazione e il loro stato di contrazione fino alla contrattura che è una contrazione dolorosa che indica patologia presente. Bisogna valutare le tre disclusioni incisiva o protrusiva, laterale sin e dx o canina e massimamente retrusa coi denti posteriori a contatto o Relazione Centrica con valutazione di Over Jet ed Over Bite e delle tre curve di compensazione, di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. La terza curva di Compensazione da valutare e quella di Monsen.Sarebbe eventualmente, ma lo deciderebbe solo il Dentista, opportuno anche uno studio con un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente! Come vede la Visita Odontoiatrica è molto più profonda e seria di quanto si pensi. Gnatologia, occlusione e postura sono strettamente correlate Prima si valutano, diagnosticano e curano queste patologie Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide. Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile,perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura,sia che essa sia discendente ,ossia a partenza da una malocclusione ,sia che essa sia ascendente,ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. Che dirle ancora. Sappia che in ogni caso tra le terapie occlusale c'è il Bite Plane, che deve essere ben realizzato da persona competente, sembra una "sciocchezza" ma non lo è anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica, ma a volte va posizionato sulla arcata inferiore, dipende dalla diagnosi e da quello che vogliamo ottenere e poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo, ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite, così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari .Le ho parlato dei diversi tipi di bite, dell'ortotico di riposiziopnamento, dei bite su arcata superiore e di quelli su arcata inferiore, dei bite terapeutici sintomatici e diagnostici. Le ho spiegato che occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Le ho sottolineato che le patologie dell’apparato stomatognatico (la bocca nel suo intero)) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica, oltre che Terapeutica!Le ho lasciato un Poster esplicativo!Le ho parlato dell'Arco Facciale di trasferimento. Sinceramente non so che altre indicazioni darle, senza vederla Clinicamente. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Può succedere che vi sia un risentimento pulpare in seguito alla rimozione di vecchie otturazioni. Questi problemi devono essere però limitati nel tempo e tendono a risolversi nel giro di qualche settimana. Per poter effettuare una valutazione completa è però necessario valutare almeno una rx.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Gentile Sig.ra Luisa, non si comincia una terapia del bruxismo con un molaggio selettivo. Infatti è una terapia irreversibile che deve essere effettuata al termine della terapia (ammesso che vada fatto). Si comincia con terapie reversibili come il bite ed alla risoluzione dei fastidi si passa a manovre più invasive. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Luisa, occorrerebbe che il suo caso sia presentato dal suo odontoiatra nel nostro forum, in modo da avere dati certi e darle buoni consigli.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Dalla sintomatologia che lei descrive, più che molaggio selettivo e bite, quindi approccio gnatologico, il problema sembra più semplicemente di infiammazione della polpa dentaria ed eventuale terapia canalare incongrua sul molare che è stato devitalizzato. Non sto dicendo, attenzione, che, dato che lei è bruxista (ma lo era anche prima di ri- fare queste otturazioni), una visita Gnatologica completa e dettagliata ed eventualmente una Placca Orale di Stabilizzazione (Bite. Plane appunto) non siano utili, anzi, ma il suo problema, ripeto, mi sembra un altro. Spesso quando si rifanno vecchie otturazioni presumibilmente infiltrate, avvicinandosi inevitabilmente alla polpa dentaria, questa può venire "sfiorata" (la colpa non è del collega, che si sta limitando a pulire il dente): nella maggior parte dei casi la sensibilità che ne deriva è transitoria (pochi giorni), in alcuni casi no per cui si richiede alla fine una devitalizzazione del dente in questione (anche se radiograficamte i presupposti non sembrano esserci, ma vi sono altri metodi diagnostici per valutarlo). Le mie sono solo supposizioni indicative, ovviamente, dato che non la posso visitare nè ho radiografie o cartelle cliniche a disposizione. In ogni caso ormai molaggio selettivo e Bite sono stati fatti (sperando che ve ne fosse davvero l'indicazione), e ha modo di valutare eventuali miglioramenti, ma un ulteriore controllo diagnostico sulle sue nuove otturazioni io lo farei (test vitalità, percussione etc etc).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gent. sig.ra, A volte accade che denti che non avevano mai dato fastidio, intervenendo si "risveglino" e si facciano sentire. A mio avviso è poco probabile che si tratti di più denti contemporaneamente, ma è più facile che sia un solo dente, tutto sta ad individuarlo. Non credo tanto ad un problema di occlusione (bite ecc.). Con un pò di pazienza, aiutandosi con le rx endorali, ci si deve riuscire per poi intervenire in modo mirato. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile signora, non credo che il suo problema sia di difficile soluzione, però mancano alcuni elementi per fare una corretta valutazione, come ad esempio delle radiografie, oltre naturalmente ad una visita completa. Una volta fatta la diagnosi giusta vedrà che sarà semplice trovare la relativa terapia. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Pietro Antonio Paladini
Taranto (TA)

Sullo stesso argomento