Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 7

E' possibile che dopo 2 mesi il labbro non si sia ancora sgonfiato?

Scritto da monica / Pubblicato il
Gentili Dottori, buongiorno. Circa 2 mesi fa mi sono sottoposta a intervento chirurgico per rimozione cisti radicolare in zona 36. Ad oggi mi ritrovo ancora con un rigonfiamento nella zona centrale (interna) del labbro inferiore, tipo una bolla di 2 cm. Il colore è il medesimo dei tessuti circostanti, la si nota perchè in quel punto il labbro aumenta di volume e duole se pizzicato. Ricordo che durante l'intervento, l'assistente del mio dentista premeva con gli strumenti di lavoro (divaricatori presumo) in prossimità di quella zona per permettere al dottore di operare al meglio. E' possibile che dopo 2 mesi il labbro non si sia ancora sgonfiato? Cosa può essere successo? Vi ringrazio per qualsiasi opinione o consiglio vorrete darmi. P.S. Dopo 3 settimane dall'intervento, ho fatto regolare visita di controllo e il chirurgo si riteneva soddisfatto della situazione generale della mia bocca, della ferita che si stava rimarginando bene, della parestesia ancora presente ma poco fastidiosa, ma del gonfiore del labbro non ha parlato.
Cara Signora Monica, intanto che il Chirurgo fosse soddisfatto, tra le altre cose, per la parestesia al labbro dopo ben tre settimane è per lo meno "curioso", perché non è normale! Parestesia, vuol dire alterata sensibilità all'emilabbro omolaterale all'intervento dovuto ad un interessamento lesivo dal più banale al più grave, del Nervo Alveolare Inferiore che evidentemente durante l'intervento è stato manipolato o leso in un modo o nell'altro! Quindi esprimere soddisfazione, mah! A meno che non si riferisse al fatto che la parestesia fosse presente prima dell'intervento e fosse quindi dovuta ad una compressone del canale mandibolare con sofferenza del nervo alveolare inferiore per altre cause, per esempio la cisti tanto grande da causare questo tipo di patologia. Allora avrebbe ragione il suo Chirurgo! Ora lei parla di "gonfiore" dello stesso emilabbro. Non è certo normale dopo due mesi. Non dice se la parestesia è ancora presente o no! Che dirle, cosa ha detto del gonfiore l'eminente Chirurgo? Lo ha fatto vedere a Lui, ora, dopo due mesi? O almeno al suo Dentista? Cosa dicono? Solo loro possono rispondere avendola vista clinicamente prima e dopo, durante e dopo l'intervento! Chieda spiegazioni, chieda che sia fatta una Diagnosi ed una Prognosi ed eventualmente una Terapia! Chieda, è suo Diritto e loro Dovere! Cari saluti 
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

In effetti avere questo gonfiore, tipo "bolla di 2 centimetri", non è proprio normalissimo. È vero che gli esiti degli interventi chirurgici sono molteplici, spesso permangono complicanze, ma come tali si chiamano complicanze e non normalità. Facendo fede al fatto che la parestesia post-operatoria sia scomparsa (uno stiramento - compressione del NAI, durante questo tipo di intervento, è quasi la regola), credo che dovrebbe nuovamente farsi visitare e parlarne con il suo Dentista e/o con il Chirurgo per avere quantomeno spiegazioni in merito.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Monica, il quadro che lei descrive non mi pare normale. Consiglio pertanto una visita dal dentista che ha rimosso la cisti per chiedere spiegazioni. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Con le moderne tecniche di intervento le suture vengono rimosse in 24-48 ore (non 3 settimane...) e difficilmente si nota cicatrice. Il quadro che lei descrive è un po' anomalo. Chieda una ulteriore visita di controllo e se il suo dentista fosse in difficoltà scegliete insieme di chiedere un consulto con uno più esperto.

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Monica, all'interno del nostro labbro, sono presenti numerosi ghiandole salivari minori con i loro dotti, un trauma può rompere questi dotti provocando una cisti da stravaso salivare. Le consiglio di ritornare dal suo odontoiatra per accertamenti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

In chirurgia, tutti i procedimenti di guarigione sono dinamici, e tutte le cronicizzazione sono molto sospette. Ci rifletta meglio, e da sola ricavi le dovute conseguenze.

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno Monica. Il quadro clinico che descrive è un po' anomalo, nei tempi ma anche nelle procedure. Parestesia e il collega è soddisfatto? Una "bolla" dello stesso colore della genigiva: pare essere già entrata nella fase cronica. Labbro inferiore gonfio pur avendo lavorato in un settore posteriore. Io chiederei ulteriori spiegazioni al collega, e nel caso di risposte non convincenti o ondivaghe chiederei un consulto presso altro specialista. La chirurgia va affidata a mani esperte. Buona fortuna.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)

Sullo stesso argomento