Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 5

SEGUITO ALLA DOMANDA: Da circa sei anni ho effettuato devitalizzazioni e corone per un totale di 12 denti

Scritto da simona / Pubblicato il

Buongiorno cari (se me lo concedete) dottori, grazie davvero per le gentili ed esaustive risposte, anche simpatiche, il chè non guasta mai, ritengo. Rispondo che: sapete qual è il vero problema per noi (o almeno per me) pazienti? Intendo dire pazienti con più problematiche a volte variegate e indipendenti tra loro, a volte invece correlatissime ma prese sottogamba o non prese affatto in considerazione? è che ogni specialista “guarda” quel che è di stretta sua competenza. Il guaio è che tantissimi sintomi, dolori, effetti poi sono invece collegati o lo sono spesso. Ma la causa, il “guasto” è verosimile che arrivi da chissà dove, da lontano magari. Vedi ad esempio quali e quanti problemi di postura da la malocclusione. (io convergo, fisicamente parlando, a sinistra. Spalla bassa, piede che “butta male” dolore all’anca…al gluteo, dietro le ginocchia… insomma un rottame.) Ho una serie di ernie discali gravi al rachide cervicale (nonché mielopatia) e in zona lombosacrale, e protusioni, schiacciamenti al sacco durale e altre grane ancora. Chi mi dice: da operare. Rischioso stare così, chi dice assolutamente non si opera, troppo rischioso (…) (noi poveri tapini ma come possiamo scegliere il medico “di fiducia”? a naso? A pelle? Chi mi da una risposta che sia più vicina a quello che mi aspetto e/o voglio? Per sentito dire? … è molto complicato. Questa problematica si riflette anche sulla vescica causando una neuropatia (capita poi al 5 urologo e dopo tanti, tantissimi esami invasivi….ad esempio ecco un'altra causa/ effetto) In effetti anni fa ho avuto una lussazione alla mandibola, molti anni fa, mi era stato detto fosse risolta (da un dentista odontoiatra che si è occupato del mio apparecchio per raddrizzare i denti alla soglia degli ….anta). Ecco che in sede di studio dell’ultima mia rmn, il chirurgo vertebrale non mi ha prescritto lui la panoramica dentale (mi ero espressa male è evidente, chiedo venia) ma nella relazione ha segnalato il consiglio di effettuarla, dalla rmn ha visto, intravisto, capito non so… che avessi problemi alle corone. Se invece ha avuto un’illuminazione o la sfera di cristallo non mi è dato saperlo tant’è… i granulomi ci sono. Un premolare mi cade in continuazione in bocca con tanto di perno (e vai dal dentista che lo ricementa ogni volta ed io che chiedo se è normale – dice di sì… - ) Tale chirurgo vertebrale, vista la persistenza del dolore acuto che parte dalla fossina del cranio, mi ha consigliato anche visita otorino dato che dall’orecchio (sempre sx ) soffro di acufeni. Ecco che subentra anche questo specialista che dopo una visita accurata e varie manovre che ora tralascio perché mi sono già dilungata tanto, sono andata fuori tema (come a scuola) e vi starò tediando … ha consigliato rx maxillofacciale perché sospetta appunto malocclusione. Ecco tutta sta pappardella per dire che: ci sarà un professionista da qualche parte che magari sorvola sul fatto che non è prettamente di sua competenza, ma riesce con santa pazienza, a vedere tutti i problemi del paziente che ha davanti a sé e trovare il guasto? Escluderei magari (ma non ne sono così certa) la curandera mexicana ecco. Dott. Petti, gentilissimo … ne ho parlato con dentista ma mi ha seccamente risposto che “si fa così”… io mi occupo d’altro come potrei contraddirlo? Gent. Mi dott. Tabasso…e dott. Zocca, sì che drena… eccome! Riepilogando: (ora non ho con me la panoramica, mannaggia - l’ha trattenuta in studio il dentista) però ricordo che su due denti sono riscontrati granulomi, su altri due invece c’era scritto (lo dico col beneficio di inventario perché non ricordo il termine) altro un sinonimo di microfratture forse.. mah non mi ricordo – il dentista mi ha detto che era la stessa cosa del granuloma. Ok male, sento pulsare, inizio a gonfiare leggermente. Apre il dente (ossia taglia la giga corona per arrivare al dente – al moncone insomma) rifà la pulizia con gli aghini al canale , come dice il dott. Zocca fa vari lavaggi con amuchina credo (da gusto sembra), mi ottura con cotone e altra pasta bianca (non so cosa sia mi spiace…) e via a casa. Il giorno dopo impazzisco pulsa anche l’orecchio, mi tolgo l’otturazione, l’orecchio mi ringrazia, (la mascella anche) ed inizia a spurgare pus, vado (è sabato) dal medico di base mi da l’antibiotico che fa e non fa… all’appuntamento successivo mi sgrida (ma se avevo un male boia!) perché ho tolto il cotone + pasta, rifà la pulizia con aghini e lavaggi e richiude sempre con cotone e pasta bianca. Pulsa sempre un po’. Resisto dal toglierlo. Sette giorni dopo (dunque tre settimane / sedute dopo) di nuovo toglie il tappo, fa una smorfia dice che c’è ancora molto pus, stringe il mio dente con la mia guancia, la signorina aspira, altri aghini, altro lavaggio e chiusura (dice) definitiva. Pasta definitiva non so come si chiama .. mi spiace. Segue rx del dente che pare lo soddisfi. Io guardo e ovviamente non capisco un’h. Ecco la domanda iniziale: è normale che anche se dopo 3 volte (una la settimana) di pulizia del canale con aghini malefici (sentivo pungere anche i conetti di carta malgrado anestesia), lavaggi e presenza di pus mi abbia chiuso il dente? Sì dottore mi ha detto che faremo gli altri tre e poi riprenderemo le impronte e poi metteremo le corone provvisorie e poi definitive (mi ha detto che recuperiamo quelle che avevo sono perplessa tanto più, che come detto, nell’arcata inferiore la corona è una sola e comprende 4 denti…) Dott. Carpinteri (mi ha fatto davvero sorridere, grazie) seriamente le dico che: sono ritornata in quello studio proprio perché il lavoro precedente ritengo avrebbe dovuto “durare” di più, ma 1/3 di granulomi sul totale di denti devitalizzati e con corona mi sembra una percentuale altina per risborsare tutto il lavoro da rifare, ecco che verosimilmente non sarà così, verosimilmente ci sarà una sorta di garanzia, o di corresponsabilità tra il lavoro precedente io non vorrei essere cattiva ma forse non eseguito a regola d’arte) col mio organismo – che – sempre a detta del dentista – ha predisposizione a formare i granulomi (RI-MAH) ma le confesso che è solo questo il motivo in questo periodo non roseo per me per niente. La scelta a volte non si ha, ahimè. Ringrazio anche vivamente i dottori Ruffoni e Venerucci. In effetti .. Nella speranza di non aver sortito effetto soporifero, ringrazio sentitamente per avermi letta e sopportata sin qui. Grazie mille Cordialmente

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/endodonzia/9023_devitalizzazioni-e-corone-per-un-totale-di-12-dent.html

Cara Signora Simona, grazie per il "cari", è molto gradito. Non è stata soporifera, anzi, ha detto ed espresso concetti giustissimi. La rinvio alla mia risposta del 28-03-2014 e cerco di rispondere alla sua attuale domanda " ci sarà un professionista da qualche parte che magari sorvola sul fatto che non è prettamente di sua competenza, ma riesce con santa pazienza, a vedere tutti i problemi del paziente che ha davanti a sé e trovare il guasto?". Certo che c'è ed è un Medico Chirurgo Specialista in Medicina Interna, il cosiddetto Clinico Medico. Di regola insegna all'Università Clinica Medica o Semeiotica o Medicina Interna o lavora in Ospedale in Medicina Interna. Deve però accertarsi che sia Specializzato in Medicina Interna. Può chiedere all'Ordine dei Medici e Chirurghi ed Odontoiatri di Torino, l'elenco di questi Specialisti. Alla sua considerazione , poi, "come faccio a sapere che un Medico è Valido e Colto e Preparato?" . Cerco di rispondere, cara e simpatica Signora Simona. :) Basta seguire la "Vox Populi".Poi digiti il nome del Medico su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni. Non sarebbe indispensabile avere tutto questo, ma almeno sa che sta recandosi da un Medico colto e che fa cultura, il ché è già un buon inizio!ogni caso, in senso lato e solo dal punto di vista Culturale cercherò, per quel che potrò, di soddisfare la sua curiosità! Quanto detto vale per qualsiasi specialista ed anche quindi per il Dentista cercandolo anche su questo Portale Digitando il nome e leggendo il suo Profilo e poi digitandolo sul motore di ricerca e leggendo la sua attività culturale e scientifica etc. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). l'apparato Stomatognatico è costituito dal rapporto tra tre organi essenziali: L'Articolazione statica e dinamica dei denti, ossia l'Occlusione. L'Articolazione Temporo Mandibolare. Il Sistema Neuro Muscolare, che governa il tutto. In queste tre componenti si inseriscono diverse varianti importanti, quali la Masticazione, la Fonazione, la Deglutizione, la Postura, l'Interazione tra Cuspide, Fossa, Parodonto, le Tre Corve cosiddette di Compensazione, ossia le curve di Spee, Wilson e Monsen, il Muscolo Pterigoideo Esterno. Ed ancora, l'Overjet e l'Overbite, i Precontatti in Relazione Centrica, in Centrica Abituale, in Massima Intercuspidazione, in Protrusiva, in Lateralità, sul Lato lavorante e sul Lato non lavorante. Ed ancora i Movimenti Mandibolari nei Tre Piani Spaziali e l'Angolo e meglio ancora il Movimento di Bennet, il movimento del Condilo Lavorante e di quello Bilanciante. Le spiego ancora qualcosa o almeno ci provo, perchè l'argomento è complesso per i "non addetti ai lavori": ripeto, devono essere rispettati i concetti basilari della gnatologia: rapporto corretto cuspide-fossa, occlusione reciprocamente protetta, contatto simultaneo massimo tra tutti i punti di centrica in posizione di relazione centrica, una corretta guida incisiva e una sufficiente disclusione canina dei denti posteriori nei movimenti di lateralità (benché, se fosse già presente una funzione di gruppo in assenza di segni di trauma o sofferenza parodontale, potrebbe essere accettabile anche il mantenimento della funzione di gruppo posteriore( ma bosogna valutarne il contesto in cui avviene). Si ricercano così i denti in trauma d’occlusione. Valutazione Gnatologiche-Ortodontiche : Classi Dentali di Angle, a livello dei primi molari e dei canini, I Cl.Dentale, II Cl. Dentale (e se in I o in II Divisione), III Cl., Overbite e quindi se c’è deep bite, Overjet e quindi se è presente un open bite. Curva di Spee, di Wilson, come detto, per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. Rotazioni, Inclinazioni, Estrusioni, Intrusioni, Migrazioni, Faccette d’usura. Visita A.T.M. (Articolazione Temporo Mandibolare) Rilevando se sono presenti Algie, Scrosci, Click, Sublussazioni, Contratture dei muscoli in particolare Massetere e soprattutto lo Pterigoideo. Valutazione delle Gengive e Parodonto. La Gnatologia deve sapere inoltre, studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione", precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione,(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!), aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi, l'apparato Cocleare dell'Orecchio,che determina la capacità di stare in equilibrio, ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali. Il sintomo è la vertigine e il senso di caduta L’ACUFENE, gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione, ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. le Articolazione Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture).Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide. Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile,perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura,sia che essa sia discendente ,ossia a partenza da una malocclusione ,sia che essa sia ascendente, ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacralerlato di Vertigini. Se avesse Vertigini bisognerebbe fare una diagnosi differenziale tra Vertigine Soggettiva e Vertigine Oggettiva. Preciso che "soggettiva" è una vertigine in cui lei si sente ruotare ma l'ambiente circostante è fermo mentre invece oggettiva è esattamente il contrario, ossia Lei vede ruotare l'ambiente intorno a sè. Hanno due etiopatogenesi diverse. Le Oggettive sono spesso secondarie a patologie periferiche dell'orecchio medio ed interno in particolare del labirinto che è l'organo dell'equilibrio o dei patologie vertebrali cervicali o della postura e quindi anche gnatologiche e dell'apparato stomatognatico! Le soggettive invece hanno una etiopatogenesi più complessa neurologica centrale del sistema nervoso centrale cerebrale! Questo in linea di massima. Poi lei ha diversi granulomi o cisti che siano o in senso lato osteolisi periapicali e denti in necrosi e non ha parlato di tasche parodontali che sembrerebbe non siano state valutate con due visite Parodontali intervallate da una preparazione iniziale. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti con curettage e scaling e root planing e Rx endorali complete e modelli di studio, il tutto preceduto da Igiene Orale Professionale e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perchè è stato escisso il tessuto di granulazione presente. Tutta questa Patologia che potremmo chiamare Sindrome, data la vastità e globalità e coinvolgimento di tutto l'organismo, è pericolosa, in particolare le necrosi dentarie, le osteolisi periapicali e le tasche parodontali eventuali di cui parlo da Parodontologo perchè la sua età di 48 anni è tra le più colpite dalla Parodontite ed è doveroso valutare clinicamente tutto questo che le ho spiegato! Tutte queste patologie dicevo, possono essere causa di Malattie Focali di Organi Sistemici a Distanza e questo va attentamente valutato! Non solo il Medico deve essere per così dire Colto in tutte le Patologie ma anche il Dentista e il Dentista non solo in tutte le specialità dell'apparato stomatognatico ma anche delle patologie Cliniche Sistemiche. Personalmente considero le patologie tutte legate le une alle altre. Sembrerà immodestia ma le garantisco che è solo consapevolezza di me stesso, personalmente ho la capacità di questa visione di insieme delle patologie, questa visione e valutazione Clinica Globale Orale e Sistemica. Lo faccio e lo fa anche mia figlia Claudia! Spero di esserle stato Utile. Legga nel mio Profilo "Visita Parodontale" che poi è la Visita Globale Odontoiatrica che facciamo sempre nel mio Studio per qualsiasi motivo il paziente fosse venuto da Noi! Cari saluti, veramente con "affetto", se lo permette
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Simona i suoi ringraziamenti sono graditi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Lei ha il potere di confondermi. Vado sulla sua frase che mi riguarda direttamente: "il mio organismo – che – sempre a detta del dentista – ha predisposizione a formare i granulomi". Mi permetta di introdurre una correzione con la frase corretta: "le mani del suo dentista hanno predisposizione a... eccetera". Vado ad un'altra espressione che trovo graffiante: “Un premolare mi cade in continuazione in bocca con tanto di perno (e vai dal dentista che lo ricementa ogni volta ed io che chiedo se è normale – dice di sì… - )". La risposta giusta sarebbe no, e dovrebbe essere articolata secondo la seguente proposizione: "E' normale che il dentista dia un un risultato all'altezza delle aspettative e della spesa sostenuta". Lei ancora ipotizza che "il guasto venga da lontano magari... vedi ad esempio quali e quanti problemi di postura", che sarebbe una frase fatta e suggerita a meschino vantaggio di chi vorrebbe alleggerirsi di una responsabilità personale. Non ci sono mai grandi errori di diagnosi, perché la diagnostica odontoiatrica è univoca ed essenziale, e senza perdere tempo in futili verbosità il dentista di buona razza fa e conclude la missione di restituire la salute della bocca. Senza parcelle da rapina. Per uscire dal tumulto dei suoi pensieri, lei ha bisogno di una perizia medico legale odontoiatrica, telefonando all'ANDI torinese, per conoscere il nominativo di un medico legale dentista presente nella sua area. Questo servizio è dovuto. Posso solo, anche a nome della mia classe professionale, presentarle le mie scuse per il suo caso esemplare di mala sanità che nuoce al nostro decoro collettivo. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Cerco di concentrarmi, in questa mia risposta, esclusivamente sulla questione odontoiatrica. E comunque il suo caso è piuttosto complesso ed articolato in linea generale (otorinolaringoiatria, gnatologia, urologia, chirurgia maxillo - facciale), tanto da sentirmi di consigliarle un appoggio ospedaliero. E' vero che tutto è correlato, ma è preferibile affidarsi a singoli specialisti che soltanto in una Clinica Ospedaliera potrà trovare. Per ciò che concerne le cure odontoiatriche, qualcosa da aggiungere c'è. Non è normale che il premolare (con perno relativo) le cada in bocca, non esiste la "predisposizione a formare granulomi", non è normale chiudere il dente in presenza di pus (le medicazioni ed i lavaggi si effettuano fintanto che il canale risulta asciugabile perfettamente) e quindi non è normale realizzare (su questi denti ed in queste condizioni) capsule definitive. Quindi, al di là delle problematiche sistemiche di varia natura che la affliggono, anche se non disponiamo di una panoramica - OPT, sembra, da quello che ci riferisce, che a livello odontoiatrico le stiano impostando delle cure non propriamente "corrette". Capisco che ci sia stato un esborso economico e quindi la logica vuole continuare nello stesso studio, ma forse è il caso di seguire il suggerimento del dott.Carpinteri....
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Grazie per il ringraziamento... ma non mi ha risposto: che procedura è stata attuata per devitalizzarle i denti? come quella da me descritta su questo portale? il fatto che lei abbia sentito gusto di "amuchina" mi fa pensare che la diga non sia stata messa... e quindi dubito che i lavaggi siano durati almeno 30 minuti... in queste condizioni se guarisce è solo merito dei suoi anticorpi e di una buona dose di fortuna...

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento