Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 11

Ho un granuloma sotto una capsula da diversi anni

Scritto da Cindy / Pubblicato il
Salve, ho un granuloma sotto una capsula da diversi anni. Fino all'anno scorso il mio dentista mi ha detto che può stare così anche perchè non ho fastidi. La cosa che mi preoccupa è che ho notato di avere una specie di linguetta mobile accostata alla capsula me mi sporge dalla gengiva...una specie di scheggia che non si stacca...che cosa può essere?
Potrebbe essere la fistola che origina dal granuloma. Chieda un altro parere. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Retrograda in Granuloma. Da casistica del Dottor Gustavo Petti Parodontologo e Dottoressa Claudia Petti Endodontista, di Cagliari
Cara Signora Cindy, no non può stare così perchè il Granuloma è dovuto ai microbi presenti nella radice che inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi. Ovviamente l'infezione esiste e persiste se non curata, nella radice. Questo fatto deve portare imperativamente a dominare infezioni locali e come prevenzione delle malattie focali di organi importanti a distanza, in particolare l'endocardio sia che il paziente abbia cardiopatie sia che non le abbia! Ma anche per prevenzione della glomerulonefrite, della setticemia e di tante altre patologie! Le malattie focali sono malattie che hanno il loro Fucus di partenza "in cavità dell'organismo comunicanti con l'esterno", come definizione medica, in questo caso l'Endodonto delle radici ma anche carie, Tasche Parodontali etc! L'organismo, in presenza di un granuloma, come detto sopra, si difende inviando i corpi dei leucociti macrofagi che arrivano in massa, formano il pus e quindi l'ascesso che si fa strada tra le fasce muscolari dove trovano meno resistenza, ecco che un ascesso può "emergere" con una fistola (che è quella che sente lei vicino alla corona, sulla gengiva) anche abbastanza lontano dal dente di origine, tolti i microbi con la nuova terapia endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda, se fossero presenti ostacoli insormontabili come perni non rimovibili etc (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso. La necrosi endodontica e le osteolisi periapicali, non curate possono degenerare in Flemmone. Questo in linea di massima perchè non la vedo clinicamente. Mi sembra chiaro, spero! Le lascio un Poster di una Retrograda! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Signora, potrebbe trattarsi di una fistola causata dalla presenza e permanenza del granuloma che è il segno di una infezione cronica che non deve essere sottovalutato. Le consiglio di consultare un buon endodontista. Molto spesso è possibile effettuare dei ritrattamenti con risoluzione del problema. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

La presenza di un granuloma indica la presenza di una infezione, spesso è di natura endodontica per necrosi della polpa o per terapie incongrue. Necessario e spesso risolutivo, in mani esperte, il ritrattamento endodontico.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

L'unica cosa sicura è che l'infezione (detta granuloma) non può mai guarire spontaneamente. Da un granuloma si aspetti solo brutte cose. Se vuole essere il più previdente possibile, vada sul sito della SIE (Società Italiana di Endodonzia), portale per il pubblico, e cerchi di rintracciare il socio attivo più vicino a casa sua, possibilmente a distanza pedonale. La vicinanza darà a lei un vantaggio strategico. Si ricordi che un dentista più bravo dovrebbe essere sempre più caro. Si ricordi ancora che la salute non può essere messa all'asta. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo coi colleghi, urge una radiografia cui seguirà un piano di cura adeguato (ritrattamento canalare)

Scritto da Dott. Leopoldo Maini
Rovereto (TN)

Gentile sig.ra, le patologie odontoiatriche non vanno mai sottovalutate, faccia tesoro di tutto quello che in maniera tanto precisa le hanno esposto i miei colleghi con i quali concordo pienamente. Mi permetto di fare un ulteriore ipotesi, se la capsula fosse vecchia o debordante, cioè se non si adattasse nel migliore dei modi alla sua bocca, la linguetta che lei vede sporgere dalla gengiva potrebbe essere la risposta del tessuto ad uno stimolo meccanico cronico, se così fosse potrebbe, nella peggiore delle ipotesi, andare incontro alla degenerazione del tessuto stesso. Per tutti questi motivi le consiglio di farsi visitare al più presto dal suo dentista di fiducia e qualora lo ritenga necessario potrà chiedere un ulteriore parere alla clinica universitaria di Chieti che ha la fortuna di avere così vicino. In ogni caso le raccomando tempestività.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Pia Rongione
Cassino (FR)

La situazione andrebbe valutata clinicamente e radiograficamente...se possibile, preferibilmente andrebbe fatto un ritrattamento canalare, solo nell impossibilita di eseguirlo può essere presa in considerazione la chirurgia endodontica...

Scritto da Dott. Antonio Chieppa
Giulianova (TE)

Sig. Cindy, quest'anno occorre una nuova visita.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Cindy, i granulomi non si lasciano sotto le capsule per diversi anni e ciò che lei avverte é la minima delle conseguenze derivanti da una inutile aspettativa. Le consiglio di trovarsi velocemente un operatore e non uno di quelli che i granulomi li lascia fino a quando non danno problemi. Auguri

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento