Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 8

Potrebbe essere rimasto il granuloma o una cisti che producono una infezione?

Scritto da Celso / Pubblicato il
SALVE. Nel 2010 dopo tanti anni decisi di mettere mano ai denti togliendo una arcata fissata su alcuni denti e diverse radici (di cui alcune con vecchi granulomi) inserendo direttamente nei buchi dell'osso 4 impianti portanti la nuova arcata superiore. Un premolare che non faceva male da una vita cominciò a dolermi mentre ci si lavorava sopra e conteporaneamnete mi comparse una brutta uveite OD -stesso lato del dente- che l' oculista mi disse che ne poteva derivare. Presi colliri di vario tipo per quasi 2 mesi e l'uveite passò. Ogni tanto risbucava qualche fitta nella zona del premolare tolto a cui non facevo più caso finché 6 mesi fa le fitte divennero più forti, la gengiva mi pulsava e a tratti mi pareva gonfia. Anche stavolta saltò fuori l'uveite, meno violenta ma sempre fastidiosa e con permanente vista nebbiosa e macchie nere. Domando: sotto la radice incriminata non è forse rimasto il granuloma o una cisti che producono una infezione che entra in circolo e produce danni? Eliminando a suo tempo la radice non doveva essere tutto a posto? Con una lastra si può riconoscere se c'è ancora qualcosa e nel caso per toglierlo si può ricorrere all' apicectomia, essendoci l'impianto? Grazie anticipate e cordiali saluti.
Caro Signor Celso, saprà benissimo che l'Uveite è una infiammazione della tunica media ossia la parte vascolare intraoculare dell' occhio, che può avere una causa focale come altre infezioni dell'occhio. La malattia focale colpisce organi importanti come Cuore con Endocarditi batteriche, I Reni con Glomerulonefriti, l'occhio con Uveiti o altre Flogosi etc e possono, se trascurate essere gravi perchè diventano autoimmuni e quindi automantenentesi se non le si diagnosticano in tempo! Ma, per completezza dirò che la etiopatogenesi delle malattie focali prende origine da "Qualsiasi cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", ossia da retto, intestino, apparato gastroenterico, vie biliari, fegato, pancreas,faringe stomaco, orecchio esterno, medio ed interno, seni paranasali, vie respiratorie come faringe, laringe, trachea, bronchi, polmoni etc. Tra queste cavità comunicanti con l'esterno c'è la cavità orale con le sue infezioni, in particolare tasche parodontali e osteolisi periapicali trascurate e non curate adeguatamente! Però sono malattie rarissime e hanno sintomi prodromici molto particolari e ben precisi che qualsiasi Dentista o Medico o Specialista Internista conosce! Non li dico perchè se no si suggestiona e potrebbe falsare i sintomi inconsapevolmente! Ne parli col suo Dentista che valuterà se4 farla visitare da un Medico Specialista in Medicina Interna che le faccia tutti gli esami clinici ed ematologici del caso! Badi che non sto dicendo che l'Uveite abbia origine da una suo Focus orale o di altra cavità dell'organismo comunicante con l'esterno come apparato gastroenterico e Uro-genitale, sto solo ipotiozzando la sua esistenza perchè senza sospetto diagnostico non si può fare una esatta Diagnosi.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il suo caso è abbastanza difficile da inquadrare senza una visita e la visione di una radiografia. Il medico di base cosa ne pensa? Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Celso, è possibile che 'uveite sia causata da un processo infettivo della bocca. Ovviamente è solo una possibilità, bisogna fare una diagnosi certa. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, con una lastra tradizionale si può vedere abbastanza, se vuole un esame completo le consiglio di eseguire una cone beam nella quale si possono vedere molte più cose. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Gentile signor Celso, innanzi tutto faccia approfondimenti radiografici e valuti lo stato di salute del suo dente. In base a quello che emergerà e alla valutazione clinica di un dentista, di un internista e di un oculista potrà avere una diagnosi precisa. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Celso, per escludere che vi siano correlazioni tra bocca e occhio occorre una visita odontoiatrica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signor Celso. Si, l'uveite anteriore può derivare facilmente da una infezione oculare, rimossa la quale, si risolve anche il fatto oculare subito.. Quindi c'è da fare diagnosi di infezione nella bocca e vedere se c'è. Le rx che fa il dentista, dente per dente (magari dopo aver avuto una visione di insieme da una OPT e approfondendo i punti dubbi) possono svelare l'arcano. Oppure una TAC dei vari tipi che esistono oggi. Ovviamente il tutto va supervisionato ed interpretato dal dr. dentista.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Se ci fosse una relazione tra l'uveite ed il suo stato orale si potrebbe evidenziare attraverso opportuni esami ematochimici; ma è andata dal suo medico? E' sicuro che i suoi impianti godano di buona salute? Si faccia fare tutti gli accertamenti necessari.

Scritto da Dott. Massimo Scaramelli
Ospedaletto (PI)

Sullo stesso argomento