Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 11

Credete sia possibile tentare di curare questo granuloma cistico senza intervenire chirurgicamente?

Scritto da Nicola / Pubblicato il
Egr. dottori, da circa più di un anno mia madre ha una piccola protuberanza sulla gengiva dell'arcata dentaria inferiore in corrispondenza di un molare credo già  curato. Il nostro dentista ha sempre trascurato questa cosa, dalle lastre non riusciva a vedere nulla. Da un po' di tempo la zona interessata si fa dolente e mia madre decide di fare degli rx più approfonditi da uno studio competente in questo. I risultati sono questi; "RX PANORAMICA DIGIT. ARCATE DENTARIE: Abbassati i bordi alveolari. Riassorbimento osseo diffuso che assume carattere di tipo espulsivo a carico di 41. Osteolisi agli apici di 14, 27, 46, 47 ed a carico del residuo radicolare di 48. COME BEAM(3D) ARCATA INFERIORE: L'esame evidenzia artefatti dovuti a restaurazioni protesiche metalliche che ostacolano lo studio del volume osseo disponibile. Abbassate le creste alveolari. Riassorbimento osseo diffuso di grado elevato che assume carattere di tipo espulsivo in sede di 41. Osteolisi a carico del residuo radicolare di 48 e agli apici di 47 e 46. Area di radiotrasparenza a contorni regolari riferibile a granuloma cistico a livello della forca di 46 che si espande verso il profilo vestibolare della mandibola." Ora capito che il problema è un granuloma cistico sottovalutato per molto tempo, il dentista suggerisce che sia meglio fare eseguire la rimozione direttamente all'ospedale di Mestre perché in tal modo si hanno più velocemente i risultati della biopsia. L'ospedale di Mestre anche se all'avanguardia è notoriamente sovraccarico di lavoro con infermieri e chirurghi sempre sotto stress, credete sia possibile tentare di curare questo granuloma cistico senza intervenire chirurgicamente? Premetto che ho fiducia nel dentista ma dopo tempo che seguo i vostri interventi molto professionali online sarei molto grato avere una vostra autorevole opinione. Ringrazio anticipatamente
Gentile Sig. Nicola, mi sembra di vedere che il pavimento della camera pulpare è stato forato. Forse è possibile ripararlo con del MTA. Comunque vi sono molti altri problemi. Residui radicolari, cure canalari non perfette, ecc. La bocca di sua madre avrebbe bisogno di essere sanata. Comunque se il 46 deve essere estratto può essere fatto benissimo in studio. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Riabilitazione Totale Parodontale endodontica conservativa e protesica di denti fratturati o con gravi patologie. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Nicola, Lei sottolinea"rx più approfonditi da uno studio competente in questo." Sarà competente ma usa una terminologia Medico Odontoiatrica impropria, tanto da lasciare perplessi, un esempio per tutti : non vuol dire niente "Riassorbimento osseo .... che assume carattere di tipo espulsivo". Il Radiologo deve fare una diagnosi radiologica e non clinica. Ilo parodontologo con visita clinica e misurazione delle tasche parodontali decide la gravità di una Parodontite. Il termine espulsivo indica una complicanza della malattia Parodontale in tasche Parodontali molto gravi, non una situazione radiologica! Questo tanto per precisare, comunque, l'osteolisi periapicale del molare in questione va indubbiamente curata, ma le patologie di sua madre, in bocca, sono molte e molto più serie e forse urgenti!Sua madre deve essere visitata da un Dentista molto competente, lasci perdere gli Ospedali e la porti da un noto Dentista Professionalmente molto preparato! Ha bisogno di una cura totale della bocca in particolare Parodontale! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, la cone beam e l'opt mostrano una duplice lesione di tipo cronico a carico del molare 46. In particolare la radice distale (quella dietro) mostra alla cone-beam una perforazione da mettere in relazione con la lesione gengivale mostrata da sua madre. Stante gli altri problemi, segnalati dal collega Tabasso su altri elementi dentali, le suggerisco una rivalutazione dell'intera situazione della bocca dando priorità alla eliminazione delle aree infette. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Armando Ponzi
Roma (RM)

Mi pare opportuna una sana estrazione del 4.6, e senza tardare, e poi si potrebbe devitalizzare o ritrattare gli altri elementi che evidenzia la radiografia. Il tutto sotto copertura antibiotica. Auguri

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo sig. Nicola, di norma un granuloma non richiede necessariamente un trattamento chirurgico. La questione non è il tipo di trattamento da fare, ma qual'è la causa di questi granulomi? a giudicare dell'immagine TAC che ha realizzato lo studio (di elevata qualità i miei complimenti allo studio di Noale al quale si è rivolto) il I molare inferiore destro potrebbe avere una linea di frattura ed in questo caso l'unica terapia è l'estrazione. Se fosse la mia bocca mi farei riaprire i canali, quindi a canali aperti si rivaluta il dente e se si conferma il sospetto allora procederei all'estrazione. Spero di essere stato chiaro. Cordialemente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Egregio signore, la bocca di sua madre è un campionario di cure mal fatte, protesi incongrue e dissesti parodontali, indici tutti di scarsa attenzione di un paziente purtroppo finito in cattive mani. Il problema principale che la spinge a scrivere è potenzialmente risolvibile da mani capaci che prendano in considerazione tutta la bocca di sua madre non tralasciando nessun aspetto. Si affidi ad un professionista serio e si consulti con lui. Cordialmente

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

La lesione della forca del 46 fa propendere esclusivamente per una terapia estrattiva e nn conservativa poi vi sono altri problemi, risolvibili, ma è impossibile fare una diagnosi corretta via mail senza un'attenta valutazione clinica e radiologica. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Nicola che bocca vissuta, non certo da visita semestrale, occorre una bonifica cavo orale. Sono validi i consigli del suo odontoiatra per la biopsia in ambiente ospedaliero.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Egregio Nicola, la Signora sua madre è in buono stato di salute? Forse assume farmaci particolari, per cui è sconsigliato un intervento anche di piccola chirurgia? Non riesco a capire il motivo per il quale il suo dentista la voglia ospedalizzare per una semplice estrazione...! Comunque la Signora sua madre ha una situazione dentale molto critica, tale da mettere a rischio la sua qualità di vita...! Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Purtoppo le radiografie non sono molto chiare. Ma da quello che scrive consiglio di rivolgersi ad un bravo parodontologo, e farei decidere sul da farsi. Auguri Dott Fausto Perrone / catanzaro

Scritto da Dott. Fausto Perrone
Catanzaro (CZ)

Sullo stesso argomento