Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 10

Ho iniziato delle terapie per dei ritrattamenti canalari di alcuni denti

Scritto da ANNA / Pubblicato il
Ho iniziato delle terapie per dei ritrattamenti canalari di alcuni denti, oggi avrei dovuto fare l'ultimo, il 25, curato circa 20 anni fa. Il dentista all'apertura dei canali mi ha detto di aver trovato un riempimento (radiotrasparente quindi non si sa neanche l'entità delle cure...) inamovibile e visto che i ritrattamenti sono diciamo precauzionali (non avevo fastidi ma le cure erano a metà e in due c'erano dei canali non aperti)li ha lasciati dicendo che se un domani avremo problemi procederà in retrograda. Ho di mio una paura stratosferica, il dentista è nuovo e un pò mi vergogno: cos'è sto materiale? che cosa mi può succedere? Grazie del Vs. tempo.
Niente, non può succedere niente. Alle volte si usavano dei materiali molto difficili da rimuovere dai canali in caso di ritrattamento. come ad esempio cementi resinosi. Se il ritrattamento è stato proposto solo per scopo precauzionale, allora si può temporeggiare. Se invece si era progettato a causa di una infezione presente nel dente di cui parliamo, allora bisogna continuare e procedere. Se non si riesce proprio per via ortograda (ci sono tanti strumenti adatti a rimuovere efficacemente qualsiasi cemento o cosa che abbiano messo nei canali), allora, sempre per eliminare l'infezione, se presente, si procede per via retrograda, ovvero apicectomia, mini interventino chirurgico di poco stress..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

fasi di una retrograda proprio su un secondo premolare superiore.Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo Endodontista di Cagliari
Cara Signora Anna, non capisco perchè non le abbia spiegato tutto il suo Dentista e perchè Lei non abbia chiesto a lui delucidazioni maggiori, visto che ciò l'angoscia tanto. Il Dentista è il suo Medico del suo apparato stomatognatico, ossia dei Denti, Parodonto e "annessi e connessi". Non è mica un "Orco"! Da parte sua l Dentista avrebbe dovuto darle " sua sponte" tutte le informazioni relative alla terapia. Parlatevi. Non posso fare da interprete tra lei ed il suo Dentista, non rientra tra i miei compiti!E poi, suvvia, si fidi! Se non ha fiducia in lui mi spiega che ci va a fare? Quindi gli parli ed avrà tutte le spiegazioni!In ogni caso ha trovato nei canali un materiale di chiusura che non si può o non riesce a togliere ed ha deciso, visto che in 20 anni nonostante le terapie canalari corte e che non ha dato nessuna patologia, di lasciare tutto così proponendosi in caso di future patologie di intervenire per via retrograda ossia dall'apice non potendo procedere per via ortograda, ossia normale. Le lascio una foto con le fasi di una retrograda proprio su un secondo premolare superiore, cosi capisce meglio. Stia tranquilla.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Non è possibile darle una risposta corretta senza visitarla. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

La rimozione dei vecchi cementi canalari non è sempre facile e spesso dalla lastra non si può capire di che materiali si tratta. Personalmente se il dente è asintomatico e non mostra lesioni periapicali importanti non procedo subito con la retrograda.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Gentile Sig.ra Anna, se il dente è asintomatico e non vi sono segni di lesioni alla rx si può benissimo lasciare tutto come prima, cioè nessuna retrograda. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora non si tratta di un materiale bensì di una procedura terapeutica atta ad ottenere un accesso al sistema canalare non più in senso corono-apicale ma al contrario, cordialmente.

Scritto da Dott. Francesco Sforza
Carovigno (BR)

Sig. Anna, sarebbe bello sapere di che materiale si tratta, non è facile trovare dei materiali che mummificano il dente per oltre 20 anni, senza dare lesioni periapicali. Il suo odontoiatra si sta comportando correttamente, persistere nella cura, c'è il rischio di poter perdere un dente, che forse rimarrà mummificato per altri 20 anni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Se il dente non necessita di corone o perni e non ha lesioni si può temporeggiare senza grossi rischi

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Se non ha abbastanza fiducia nell'operato del suo odontoiatra, consulti una persona più esperta. Cordialità

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Gentile paziente, non è possibile dirle che materiale è e perchè non si riesce a ritrattare i canali radicolari, potrebbe essere "tutto o niente" e quindi bisognerebbe visitarla!!! Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Sullo stesso argomento