Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 10

Tentereste di salvare due denti che presentano carie molto vicine al nervo?

Scritto da vicky / Pubblicato il
Vorrei sapere gentilmente, se tentereste di "salvare" due denti, il 25 e 26, che presentano carie molto vicine al nervo, che hanno provocato il classico mal di denti pulsante per alcuni giorni (la notte insopportabile tanto da usare sempre un anestetico locale preso in farmacia) che però, dopo trattamento antinfiammatorio, sono stati trapanati e otturati provvisoriamente con cemento, attualmente rispondono positivamente alla prova di vitalità e non sono doloranti ormai da più di 1 mese. Grazie, cordiali saluti.
Gentile Vicky, mi sembra di capire che nonostante i problemi lei adesso non abbia più sofferenze. La devitalizzazione di un'elemento dentale è presa in considarazione dal medico curante, se ha optato per una medicazione, pare anche che abbia avuto un buon risultato. La sua prognosi quindi è nelle mani del suo dentista, che mi pare abbia agito al meglio per lei. Quindi perchè porre questa domanda? Cordiali saluti

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Vicky, ma che domanda! Certo che si devono salvare e sottolineo che non si deve tentare ma si DEVONO SALVARE! Ma scusi il suo Dentista non le ha spiegato niente? Quale sarebbe la motivazione scientifica, clinica e terapeutica per non curarli e salvarli? Ma andiamo, questop è veramente troppo! O lei si è espressa male ed intendeva qualche altra cosa! Mi faccia pure sapere se vuole riscrivendo!Dato che ora non hanno patologia, si trattava di iperemia attiva che può essere reversibile, come è avvenuto , sembra in lei. Se fosse evoluta in iperemia passiva o fosse stata iperemia passiva, ossia col danno irreversibile della vena di uscita dal dente, istopatologia che causa la "classica pulpite", li si sarebbero salvati lo stesso, ma con una terapia endodontica! Quindi non vedo il problema!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Vicky, per salvare penso volesse dire non devitalizzare. Se il dente dopo pulizia della carie non provoca più dolori e i test di vitalità sono positivi, vuol dire che si era in presenza di iperemia reversibile e la terapia intrapresa era la più corretta. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Vicky, non conosco il caso clinico, ma prima di estrarre e meglio tentare la cura conservativa.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Per 'salvare', probabilmente intende non intervenire con terapia canalare in prima battuta. Certamente le valutazioni sono sempre soggettive del clinico che la sta curando. Mi sembra che al momento le risposte siano positive per la vitalità dei suoi denti e pertanto la scelta terapeutica è stata giusta. Abbia fiducia del suo dentista. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Immagino che per "salvare" lei intenda salvare dalla devitalizzazione (non certo dalla estrazione che sarebbe una menomazione inferta al suo corpo).. La risposta è che talora la pulpite (infiammazione del "nervo" che da' i vari tipi di sintomi) può essere REVERSIBILE con le cure del dentista. Quindi se il suo dr. sta tentando di non devitalizzarli, fa molto bene, ma bisogna vedere l'esito del tentativo. Una dei criteri (assieme ad altri che stabilisce il dentista) molto ovvio è il dolore: se con la medicazione il dolore va via pian piano e non si ripresenta per un certo tempo di osservazione, allora forse si può evitare di devitalizzazione
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentilissima Vicky, per poter rispondere alla sua domanda è necessario effettuare una visita accurata ed eventualmente una radiografia che lei può effettuare in modo del tutto gratuito presso uno dei miei ambulatori di Roma e provincia. Cordiali saluti Dott. Gentile Alessandro t

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Cara Signora Vicky, bla sua è una domanda "strana"... le rispondo con un'altra domanda : secondo lei toglierebbe due denti ai quali il dentista è riuscito a far regredire una sintomatologia acuta e che a distanza non mostrano segni clinici???? A lei l'ardua risposta......

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Allora sono già salvi. L'importante è che mantengano la vitalità nel tempo, se no, terapia canalare.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Cara Vicky, certo che vanno salvati. Non ci sono dubbi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott.ssa Barbara Boniello
Ciampino (RM)

Sullo stesso argomento