Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 5

SEGUITO ALLA DOMANDA: L'anestesia farà effetto?

Scritto da ANNA / Pubblicato il

c.a. dott. G. Petti e dott. Tabasso il dente è da estrarre perchè dopo più di un mese di lavaggi e antibiotici in un canale (che doveva essere devitalizzato dal mio primo dentista) abbiamo trovato il nervo diciamo mummificato, che continua a produrre pus e sangue e alla chiusura dei canali ha iniziato a ripresentare fastidi e gonfiore. Non faremo un impianto in quanto come detto il dente è il centrale di un ponte di tre elementi quindi c'è già tutto. Mi è stato spiegato che cmq i denti devitalizzati hanno diciamo una scadenza e credo che 20 anni con un canale in cui c'era un nervo morto per 'asfissia' sia il tempo di questo dente. Voi cosa pensate? Grazie.

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/endodonzia/5724_anestesia.html

Cara signora, le ho già spiegato tutto il 07-05-2012. In ogni caso, visto che chiede cosa ne penso, le dico che lei parla di elemento centrale di un ponte per il dente estratto. Ma su tre elementi il centrale è l'elemento di ponte ossia il dente che mancava ed è stato sostituito dal ponte. Se non fosse così allora non è un ponte ma corone protesiche che rivestivano tre denti. Ed allora non capisco quando lei dice:"Non faremo un impianto in quanto come detto il dente è il centrale di un ponte di tre elementi quindi c'è già tutto." Non vorrei che si trattasse di un elemento in estensione che sarebbe altamente deleterio perché creerebbe una leva fisica sfavorevole con danni futuri prossimi, parodontali e di frattura della protesi fissa! Detto questo la rinvio a quanto dettole il 07-05-2012, perchè è veramente, diciamo fuori del comune, per usare un eufemismo, che un dente venga trattato endodonticamente per più di un mese per poi estrarlo! Poi dire che "i denti devitalizzati hanno diciamo una scadenza", come precisa, non è assolutamente vero, hanno la scadenza che hanno tuti gli altri denti. Lei parla di "asfissia" del nervo, di nervo morto, ma sappia che i denti sani, sono vivi e vitali, i denti devitalizzati sono vivi e non vitali, per sottolineare che un dente devitalizzato non è morto come si crede perchè mantiene sempre gli scambi biologici con il parodonto che lo circonda e risponde sempre agli stress occlusali gnatologici come fa un dente vivo, ma essendo trattato endodonticamente non è più vitale. Quindi non è vero che ci sia un limite alla sua vita! Ovvio comunque che una vita di 20 anni per un dente curato è un eccellente risultato, ciò non toglie che lo si debba salvare e curare lo stesso! Quindi per tornare al ponte l'unica cosa buona sarebbe che il ponte non fosse un ponte ma tre corone unite di cui è stata estratta la radice del centrale senza rimuovere trasformando la protesi in un ponte! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Anna, i denti devitalizzati (bene) non hanno nessuna scadenza. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Anna, non esistono date di scadenza per i trattamenti endodontici, perchè anche quelli eseguiti dai migliori professionisti cultori della materia non sempre vanno a buon fine.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

I denti devitalizzati bene non hanno assolutamente scadenza

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Credo che sia opportuno rivalutare bene il caso endodonticamente, perché prima di estrarre un dente (anche se con un canale che non cessa di drenare) bisogna proprio averle provate tutte. Se il suo dentista non reperisce cause organiche (anatomiche) non vedo perché il dente non debba guarire. Un buon dente devitalizzato non ha scadenza, ma solo un aumentato rischio di frattura (che non ha attinenza con il problema che ci ha riferito al suo dente).

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento