Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 8

Se riuscissero a togliere l'infezione quanto potrà mai durare questo dente?

Scritto da paolo / Pubblicato il
Salve ho intenzione di mettere 2 impianti al posto di dove prima c'era un ponte in ceramica ormai perso, solo che il mio nuovo dentista ha visto tramite la panoramicha che un dente vicino devitalizzato 8 anni fa, per sostenere il ponte in ceramica, presenta un'infiammazione all'apice di una radice, un granuloma e mi ha detto che bisognava rifare una cura canalare e togliere la infezione per il rischio che potesse compromettere la riuscita del impianto, e giusto? bene venerdì il dott. mi ha rifatto il ritratammento 3 ore di intervento, e tuttavia non concluso, dice che c'e ne vorranno altre due, e mi ha dato l'appuntamento dopo 6 giorni.......solo che il giorno dopo mi e' incominciato a fare molto male il dente, e dopo 2 l' infezione a incominciato a farmi tanto male, e gonfiore sotto l' osso che ne i medicamenti mi fanno effetto, e' normale?o il dentista non ha fatto bene il suo lavoro? se riuscissero a togliere l'infezione quanto potrà mai durare questo dente? forse e' meglio toglierlo e cosi fare un ponte di tre su impianto, dove prima c' era il ponte in ceramica??? grazie
Caro Signor Paolo, "ahhh Dottore mi fa male il ginocchio, dice un paziente al suo Ortopedico" e aggiunge "togliamo il ginocchio e facciamo un bell'impianto di ginocchio artificiale, moderno e supertecnologoco?". Mi scusi caro signor Paolo, ma in sostanza, questo è il suo ragionamento! Ora rispondo alla sua domanda. Il dente va curato endodonticamente come sta facendo il suo Dentista. Per il dolore deve fare una semplice telefonata al suo Dentista e comunicarglielo. Le chiedo "le sono stati prescritti antibiotici potenti ed adeguati?" Se non fosse se li faccia prescrivere! Il dolore è controllabile anche dal tipo di medicazione che è stata fatta, ne parli col suo Dentista! Tolta l'infezione perchè curata, il Dente durerà. Certo non le posso dire quanto, così come non potrei dirle quanto durerebbe un impianto o una protesi anche se esistono sistemi di predicibilità che però implicano il conoscere perfettamente la clinica e l'amnamnesi della sua bocca e del suo organismo generale e quindi a questa domanda, nei limiti dell'umano e del predicibile, può rispondere in parte ed approssimativamente il suo Dentista. In ogni caso nessuno potrà darle tempi precisi e mi stupisce la sua domanda. E' un uomo di ben 29 anni e dovrebbe capire da solo che non può chiedere ad un Medico quanto durerà il risultato di una terapia qualsiasi. Mettiamo che abbia una influenza, lei domanderebbe al suo Medico se una volta guarita, il periodo di salute quanto durerebbe? Via siamo seri. Se qualcuno avesse il potere di predire il futuro sarebbe un "mago"! Però sapendo i suoi problemi clinico orali si può dire almeno poco, mediamemente lunghetto, lungo, molto moltissimo! Si curi e non ci pensi!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La reazione dolorosa si verifica proprio perché in quel dente c'era una.. magagna che giustamente hanno pensato di sistemare prima di fare l'impianto. Si deve aiutare ora con degli antibiotici. Da quello descritto sembra purtroppo tutto normale. Lo chieda però anche al suo dr.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Signor Paolo, se esiste una lesione endodontica su un dente vicino al sito implantare è corretto eliminare la possibilità di infezione. Può inoltre succedere nei ritrattamenti di avere una riacutizzazione dei sintomi, ma una volta terminata la terapia scompaiono. Saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Gentile Sig. Paolo, mi pare che il suo caso sia correttamente seguito. Non si possono mettere impianti se in bocca vi è un' infezione. Il dente trattato ha un problema che era silente ma importante. In questi casi può accadere che la patologia momentaneamente passi ad una fase acuta. Contatti il suo dentista che sicuramente saprà come affrontare questo momento. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Paolo, la reazione flogistica con algia, a seguito dell'intervento di ritrattamento del dente con sofferenza apicale, è assolutamente normale ma dovrebbe essere stata preceduta e seguita dall'assunzione di antibiotico ed antinfiammatorio. Ne parli con il suo dentista curante. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Paolo, non credo a un intervento di 3 ore sotto diga a bocca aperta, non è corretto per lei e per l'operatore, forse le cose si stanno svolgendo in un altro modo, in qualunque caso la corretta risposta la può dare solo il suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Meglio di tutto sarebbe recuperare il suo dente, perché a mettere l'impianto c'è sempre tempo. Gli impianti, a differenza di ciò che in molti credono, non sono eterni e se il paziente è giovane si rischia di dover reinterventire durante la vita con ulteriori rifacimenti. La complicanza che ha avuto può succedere, ma non demorderei.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Se il suo dentista riesce a devitalizzare correttamente il dente la lesione regredirà completamente. Il dolore è dovuto al risvegliarsi dell'ascesso. Non ci sono in questo colpe del suo dentista. Per evitare che si ripeta è consigliabile effettuare il ritrattamento sotto copertura antibiotica.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Sullo stesso argomento