Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 9

Quanto tempo ci vuole per estrarre un dente?

Scritto da stefano / Pubblicato il

Salve dottori sono ancora io Stefano scusate se posso chiedere un'altra domanda? Ho deciso di togliere il dente come da voi consigliato anche perchè sto lavando il dente il 2 dopo il canino che è praticamente distrutto e si è tolta la capsula sono 5 giorni che metto l' ovatta con un pò di acqua ossigenata e con lo stecchino la infilo nel buco. Devo dire che l' odore cattivo che emanava è diminuito e che la gengiva interna al dente sanguina di meno. Però ho deciso di toglierlo come da voi consigliato. Questo dente cosi distrutto e difficile da togliere sta in alto e il 2 dopo il canino e praticamente non so come farà a prenderlo visto che non ce più. Vorrei sapere se è difficile e se fa male, e la cosa più importante quanto tempo ci vuole per togliere questo dente? Se vi ricordate vi avevo detto che questa estate mi erano iniziati gli attacchi di panico forse per il troppo stress (separazione con un figlio, mutuo il non dormire e forse anche alcol che ho esagerato, ma in quel momento stordiva i miei pensieri), quindi visto che ho un pò paura, ma non del dolore o del dentista ho paura che stando troppo tempo su quella poltrona possa sentirmi male. Anche se adesso lo controllo mi è capitato sempre questa estate di andare dal dentista e dopo 20 minuti mi sono dovuto alzare perchè inizia la senzazione.... scusate non so se potete capire quello che vi sto scrivendo....forse solo qualcuno che ha sofferto di queta cosa DAP.... comunque la domanda è questa: quanto tempo ci vuole per l'estrazione? (il dente è distrutto come farà a tirarlo?) grazie dottori

 

Domande precedenti a cui fa seguito la presente:

dente devitalizzato non protetto da capsula 1

otturazione provvisoria ad un dente privo di corona 2

Gentile paziente. Come si fa? Si potrebbe rispondere con un detto popolare che recita: "arte con arte e pecore al lupo", ma sarebbe una cattiveria... Più seriamente, quando la corona del dente è ditrutta, si utilizzano i sindesmotomi, che sono degli strumenti che permettono di recidere il legamento paradontale incuneandosi tra dente ed osso. In casi più complessi si fa una piccola incisione per scoprire la radice. Se ti può confortare, in circa trenta anni di attività ho fatto ricorso al lembo (l'incisione) un numero di volte cui sono sufficienti le dita di una mano per contarle. Per quanto riguarda il tempo, questo può variare da pochi minuti a ... quanto necessario! Affidati con tranquillità al tuo dentista: eventualmente, dopo averne parlato con lui, assumi qualche goccia di ansiolitico. Tranquillo! Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Signor Stefano generalmente non c'è problema nell'estrazione di un dente senza corona. Come le ha detto il dottor Scandale si usa una sorta di leva che aiuta nell'estrazione. Non posso dirle quanto tempo ci vorrà nel suo caso...la maggior parte delle volte cmq qualche minuto, forse più il tempo della preparazione. Stia tranquillo comunque! Vorrei trasmetterle serenità perchè sono problemi che si risolvono facilmente.

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

Egregio Stefano nessuno le potrà mai dire quanto tempo ci vorrà. L'unica cosa certa che una buona anestesia non le farà sentire nulla, tranne la pressione esercitata dal dentista, ma NON CI SARA' DOLORE. Ne parli col suo dentista e se è il caso si aiuti farmacologicamente a stare più tranquillo. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig Stefano, per estrarre un dente scoronato si usano strumenti particolari chiamati leve, questi strumenti, nelle mani di specialista capace, permettono, nel giro solitamente di pochi minuti, l'avulsione della radice, ovviamente ricordi però che ogni caso è un caso a se, non dovrebbe comunque sentire alcun dolore in quanto gli anestetici a nostra disposizione sono assolutamente validi. Distinti saluti

Scritto da Dott. Carlo Cortis
Cagliari (CA)

Sig. Stefano, il tempo preciso e necessario per un' estrazione non potrà dirglielo nessuno, di certo, dopo l'anestesia, il suo curante in qualche minuto e senza alcun dolore le risolverà il problema. Stia tranquillo, quello che deve fare è di assoluta routine. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Stefano, no problem, vada fiducioso dal suo dentista che, nel giro di qualche minuto, Le risolverà come d'incanto il problema. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

In mani esperte ci vuole poco tempo direi una trentina di minuti, con un pò di leva e una pinza da radici il gioco è fatto, nella peggiore delle ipotesi una piccola incisione e una fresa. Prenda qualche goccia di benzodiazepine se vuole rimanere tranquillo una ventina di minuti prima dell'intervento, salvo interazioni con altri farmaci e/o allergie. Se opta per questa strada deve farsi venire a prendere perchè non può guidare autoveicoli. Buona serata e ci faccia sapere
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Pallavera
Cornegliano Laudense (LO)

Sig. Stefano, quel dente si può togliere solo se esiste un completo effetto dell'anestesia, per cui se non sente dolore all'inizio dell'intervento, si fidi e lasci tutto il tempo che serve all'odontoiatra, che con gli strumenti adeguati, non avrà nessun problema a toglierle la radice.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gent.le Stefano, in seguito ad una buona anestesia, che nell'arcata superiore e nella zona del premolare che deve trattare lei è molto efficace e semplice da effettuare , l'estrazione risulterà completamente indolore, soprattuttto se lei sarà fiducioso e collaborativo ( meglio se si aiuta con qualche goccia di anziolitico come ad esempio 15 gocce di Valium mezz'ora prima l'intervento peso ed interazioni farmacologiche permettendo. Attenzione non la prenda come una prescrizione ma come un suggerimento da valutare con il suo dentista..) Il tempo che lei indica come "resistenza" al panico sarà più che sufficiente al suo dentista che userà la tecnica a lui più consona per l'estrazione . Se vuole un consiglio lo metta nelle migliori condizioni per operare senza rivolgergli inutili domande e affidandosi di buon grado si ricordi che sta lavorando per farla stare meglio... Ci racconti l'esperienza.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Sullo stesso argomento