Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 12

La dentalscan ha evidenziato un granuloma cistico al 21

Scritto da luigi / Pubblicato il
Ho fatto una dentalscan all'arcata superiore. Dal referto risulta un granuloma cistico del 21 con erosione focale del pavimento della fossa nasale. Nel giugno del 2007 ho curato con antibiotici l'insopportabile dolore che ora è tornato a riacutizzarsi. Cosa devo fare?
Gentile Luigi, un buon endodontista vedrà se è ipotizzabile far regredire la lesione apicale di questo incisivo che immagino devitalizzato. Se non basta il ritrattamento del dente, potrà associare l'asportazione dell'apice (apicectomia) che di solito è risolutiva, insieme alla pulizia chirurgica della cisti. La fase acuta va trattata con antibiotici ed antinfiammatori che le prescriverà il suo dentista. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Luigi, deve fare una visita clinica, da un odontoiatra, che valuterà la dentalscan e provvederà ad applicarle le cure più opportune o inviarla a un collega competente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Luigi, è necessaria una visita odontoiatrica. Il dentista dopo una valutazione clinica e radiologica del caso sceglierà la terapia più idonea. Nella maggior parte dei casi è sufficiente un trattamento canalare ortogrado del dente in questione, nella minore parte dei casi è necessario ricorrere alla terapia chirurgica con otturazione retrograda della radice. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

Gentile paziente, vista anche la recidiva, cosa aspetta a rivolgersi al suo dentista per risolvere il problema? Data la erosione focale del pavimento della fossa nasale, non aspetterei che si apra una fistola nel naso! Cordialmente.

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Egr. sig. Luigi, un granuloma cistico è come una sfera piena di batteri e relativi materiali di disfacimento, con una membrana interna secernente, la terapia ottimale è l'escissione chirurgica, previa terapia antibiotica, infatti tale lesione è destinata ad aumentare di dimensioni lesionando i tessuti vicini; sicuramente il suo specialista saprà intervenire nel migliore dei modi. Distinti saluti

Scritto da Dott. Carlo Cortis
Cagliari (CA)

Gemt. Paziente una lesione come diagnosticato, necessita di rimozione chirurgica; tra l'altro l'incisivo potrebbe essere protesizzato o con perno moncone. L'intervento consiste in un'apicectomia con revisione della cavità, rimozione della parete cistica presente e otturazione retrograda. Indipendentemente dalla descrizione non si spaventi, è questo un intervento che molti odontoiatri con esperienza chirurgica sono in grado di eseguire. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Il suo caso necessita, a parer mio, del consiglio di un esperto endodontista. Mi permetto di segnalarle il nominativo del dottor Terzo Fondi il quale opera nella Sua stessa città,

Scritto da Prof. Amedeo Zerbinati
Sanremo (IM)

Valutando attentamente la dentalscan si deve stabilire se un semplice trattamento endodontico (terapia canalare) sia sufficiente o se sia necessario, vista l'estensione del granuloma/ciste, non effettuare un intervento da un maxillofacciale.

Scritto da Dott. Pierfranco Caprioli
Legnano (MI)

Dipende dalla grandezza della lesione. Non ho abbastanza elementi per poterle dire esattamente cosa deve fare ma una cosa è certa: deve risolvere il problema a monte (devitalizzazione, ritrattamento, apicectomia o chirurgia) e non a valle con il solo antibiotico. Si faccia visitare prima che la lesione diventi più importante.

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

A mio parere bisogna intervenire chirurgicamente per asportare la cisti nello stesso tempo eseguire l'apictomia con otturazione retrograda. Tutto questo deve essere fatto quanto prima per evitare spiacevoli conseguenze.

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Sullo stesso argomento