Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 10

Granuloma ed estrazione dente

Scritto da marco / Pubblicato il
Gent.mi Dentisti, ho un dubbio: il mio dentista a seguito di una panoramica, ha individuato sotto il penultimo molare inferiore lato sinistro (che tra l'altro era stato otturato anni fà), un grosso granuloma (all'esterno ho da circa 4 giorni una piccola fistola) che stà cercando di curare con un apposito trattamento (dopo aver aperto il molare mi ha fatto tipo delle punture di farmaco all'interno) e mi ha detto che fra circa 20 giorni vedremo se ha avuto effetto, altrimenti dovrà estrarre il molare del tutto. Volevo sapere, dato che soffro di ipertensione arteriosa, se ci possono essere rischi (sentivo questo in giro) e se ci può essere altra alternativa all'estrazione. Grazie anticipatamente della professionalità e cortesia. Marco
Se è un problema di ipertensione non ci sono problemi. Eventuali problemi possono essere correlati ad esempio a sostituzione delle valvole, uso di anticoagulanti, farmaci per l'osteoporosi. Penso che il collega abbia fatto un'accurata anamnesi o la farà nel caso di estrazione. Comunque, nel caso di qualche dubbio da parte del collega ritengo che egli possa sempre sentire il parere del suo cardiologo. Stia tranquillo.

Scritto da Dott. Andrea Pallavera
Cornegliano Laudense (LO)

L' alternativa all' estrazione è la terapia canalare, Caro Marco, se ci sono i requisiti ossia se non c è frattura dentaria e se c'è abbastanza tessuto dentario per il successivo restauro (tutte cose valutabili con un'attenta visita e con un rx endorale), ti consiglio vivamente di recuperarlo. Cari saluti

Scritto da Dott. Vincenzo Bifaro
Giugliano in Campania (NA)

Caro Marco, è molto probabile che il Suo Dentista stia usando una medicazione intermedia all'interno dei canali radicolari per una prima fase di decontaminazione. Non so quale tipo di medicazione stia usando, ma in ogni caso è una tecnica datata. Oggi si preferisce procedere alla devitalizzazione e quindi all'otturazione tridimensionale dei canali direttamente e, se possibile, in una sola seduta. Se tutto è andato per il verso giusto, già dopo pochi giorni (non 20) la fistola dovrebbe chiudersi e addirittura scomparire. Segno di avvenuta guarigione clinica. Per la guarigione radiografica bisogna aspettare un poco di più, in quanto Madrenatura ha i suoi... tempi tecnici. Non so che tipo e anatomia abbia il suo molare, ma, come già più volte ribadito in questo portale, un bravo endodonzista saprà curarlo al meglio, usando appropriate tecniche ed apparecchiature. L'estrazione, quindi, potrebbe essere scongiurata. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Walter Renda
Como (CO)

Sig. Marco, prima dell'estrazione è giusto provarle tutte, l'ipertensione arteriosa, credo che lei sia in terapia, non ha controindicazioni per nessun intervento odontoiatrico se non l'accorgimento di usare anestetici privi di vasocostrittori. Questo che le dico vale sempre e solo dopo accurata anamnesi con conoscenza dei farmaci che si assumono e dei valori pressori. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.mo Sig. Marco, alla diagnosi di granuloma, di solito presente in denti o che si sono necrotizzati spontaneamente per carie profonda non curata, oppure in seguito a una devitalizzazione a suo tempo eseguita, ma NON a regola d'arte, deve far seguito una adeguata terapia. Questa terapia è il ritrattamento canalare: nel caso di vecchia devitalizzazione incongrua, in una unica seduta, sotto diga, con controllo elettronico per il rilevamento della misura dei canali e con un contollo intraoperatorio radiografico, si rimuove la vecchia otturazione canalare e la si rinnova chiudendo il canale perfettamente alla misura dell'apice radicolare. Nel caso invece che il dente non sia mai stato devitalizzato, la terapia segue più o meno gli stessi step sopra riportati. Personalmente in caso di necrosi colliquativa ( cioè nei canali esiste anche pus durante l'apertura) preferisco pulire i canali come sopra ma non richiudere in prima seduta, ma medicare con una medicazione disinfettante ( idrossido di calcio ) e in seconda seduta chiudere i canali. Come correttamente riferito dal collega Dr. Renda, dopo 20/30 giorni al massimo la fistola dovrebbe chiudersi completamente, mentre la guarigione radiografica del granuloma impiega decisamente di più: bisognerà attendere dai 3 ai 6 mesi prima di ricontrollare con rx la zona. Non le ho detto però che la guarigione di un granuloma dipende anche dal fatto se la lesione è puramente a carico dell'apparato radicolare del dente e a partenza dai canali, oppure è una lesione mista con interessamento anche del tessuto di sostegno parodontale del dente ( cioè attorno al dente c'è una tasca gengivale o ossea ). In quest'ultimo caso, bisognerà anche intervenire su questo fronte. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Nessuna controindicazione con problemi di ipertensione, le consiglio cmq di toglierlo solo dopo diversi tentativi di ritrattamento canalare, l'estrazione deve essere sempre l'ultima ipotesi ed ha sempre l'alternativa di un mantenimento in sito del dente controllandolo nel tempo pur se fistoloso...sciacqui all'occorrenza di acqua e sale.

Scritto da Prof. Attilio Menduni De Rossi
Castellammare di Stabia (NA)

Sig. Marco, la sofferenza di ipertensione a 31 anni, senza conoscere i trattamenti farmacologici in atto, senza conoscere le terapie che le sta effettuando il suo dentista, non mi permettono di stabilire se ci sono dei rischi. Purtroppo le sentenze del suo dentista sembrano adeguate e non vedo grandi alternative. Si ricordi, che nel caso che si debba procedere con avulsione del dente compromesso, lo stesso elemento potrà essere sostituito egregiamente da un dente protesico.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo con i colleghi e mi soffermo solo riguardo l'aspetto dell'ipertensione. Se si riferisce ad eventuali rischi riguardo l'estrazione, il protocollo prevede l'uso di anestetico privo di vasocostrittore, e la sospensione di eventuali anticoagulanti assunti (es. aspirinetta), magari con sostituzione con altri ad emivita più breve (calciparina se si usa ticlopidina, ad es) ed eventualmente copertura antibiotica. Ciò detto è ovviamente valido se l'ipertensione è controllata dalla terapia. Se invece si riferisce al fatto che una infezione cronica (se c'è fistola è improbabile che vi sia un granuloma organizzato, più probabile un ascesso apicale fistolizzato, ma la sostanza non cambia) può essere pericolosa in un soggetto iperteso, la risposta è positiva. Oramai è acclarato che le infezioni croniche, di origine parodontale o dentaria, del cavo orale costituiscono un fattore di rischio per accidenti cardiovascolari (infarti, ictus). Poichè anche l'ipertensione è fattore di rischio per le stesse patologie, appare chiaro che detta infezione cronica debba essere debellata. pertanto, se il ritrattamento canalare non andasse a buon fine, l'estrazione nel suo caso è quanto mai indicata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fabio Arpaia
Napoli (NA)

Caro Marco non capisco ke tipo di punture le abbia praticato il collega all'interno dei canali. Non vorrei che si tratti invece dei normali irriganti canalari che si effettuano per aseguire una terapia endodontica. Se cosi non fosse chieda al collega di trattarle il dente endodonticamente e con una buona chiusura tridimenzionale del endodonto e se tutto va fatto bene sia la fistola che il granuloma scompariranno a breve termine. Se la corona del dente non fosse più buona da supportare una otturazione, il dente può essere ricostruito anche inserendo dei perni in fibra di vetro, e su questo eseguita una corona in lega ceramica. Per quanto riguarda l'ipertenzione se ben conpensata dai farmaci e non ci sono altre patologie correlate es. cardiopatie basta eseguire l'anestesia anche con vaso costrittore a basso dosagio e tutto si può fare. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Salvatore Tinnirello
Palermo (PA)

Gentile Marco, sarebbe opportuno avere l'immagine radiografica del dente. Da quanto mi dice tratterei endodonticamente (devitalizzazione) il dente e sterilizzerei a laser il tragitto fistoloso. Resto a sua disposizione distinti saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento