Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 11

SEGUITO ALLA DOMANDA: E' da marzo che tribolo con un dente...

Scritto da alessandra / Pubblicato il

Innanzitutto grazie per le vostro sollecite risposte. Ieri sono andata dal mio nuovo dentista (non mi sono espressa bene nella mail precedente, ma ho cambiato dentista proprio per questo dente a maggio) e visto la situazione mi toglie il dente e poi si vedrà quando torno dalla vacanza il da farsi. Adesso mi sto curando con antibiotico ogni 12 ore, e mi fido di quello che mi dice, anche se mi spiace che mi toglie il dente, ma ahimé purtroppo sono arrivata da lui anche tardi... se magari ero già in cura da lui da anni, questo non succedeva... voleva già togliermi il dente ieri, ma mi sono spaventata e così vado mercoledì. E dopo cosa mi succederà? avrò finito di tribolare con questo dente?

 

Precdente: http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/endodonzia/4259_terapia-canalare.html

Denti con gravi patologie salvati ed in bocca da oltre 25 anni. Da casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari!
Cara Signora Alessandra, dopo i consigli dati da me la scorsa volta, il 27-06-2011, lei si fa togliere il dente? Ma allora cosa ci interpella a fare se poi non segue i9 consigli? Il dente è suo, ma è un crimine estrarlo. Le lascio una foto con denti in situazioni terribili, salvati da me ed in bocca da circa 25 anni, sani e salvi! Non si fa così l'odontoiatria nè il paziente. Entrambi non vi siete presi cura di quel povero dente. Ma intanto oggigiorno è facile: si estrae e si sostituisce con un impianto. Complimenti, bella terapia!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Alessandra, se lei ha assoluta fiducia nel suo dentista la domanda che lei pone non ha senso essendo assolutamente inutile qualsiasi consiglio ma probabilmente se la pone ed ha dei dubbi la sua fiducia è assolutamente scarsa. Per non incorrere in successivi ripensamenti le consiglio di consultare un dentista di cui si fidi pienamente. Inoltre è chiaro che con l'estrazione finiranno tutti i problemi ma si ritroverà ovviamente senza un elemento da sostituire successivamente. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Per quel dente sicuramente una volta tolto ovviamente dovrà valutare con il suo curante come riabilitare la zona una volta guarita: ponte o impianto. Se le condizioni osse lo permettono l'implantologia le evita di protesizzare i denti vicini. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Alessandra, ovvio che i suoi problemi immediati finiranno, inizierà però quello di come sostituire il dente che toglie. Comunque se il nuovo dentista le ha ispirato fiducia, segua le sue indicazioni. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Mi associo alla risposta dei colleghi che mi hanno preceduto..e soprattutto alle esortazioni di fiducia che il dott. Savino le ha consigliato. Se non ha fiducia di nessuno, sarà sempre eternamente indecisa sul da farsi dei suoi denti e non solo di quelli. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile signora, in mancanza di altri dati oggettivi che mi consentano di esprimere una opinione, ritengo che se il collega si sia sentito di estrarle il dente incriminato, un motivo ci dovrà pur essere. Mica i denti li togliamo a caso, o per il semplice gusto di farlo, ma lo facciamo dietro precisa diagnosi. ritengo quindi che questa sua precisazione, sia dettata dal, comunque, dispiacere di aver perso un dente. Dispiace terminare molte risposte con questa frase, ma è quello che realmente penso: "se il suo è un dentista in possesso dei titoli legali e morali per esercitare, si fidi del suo operato e alla fine si troverà soddisfatta". I miei più cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Purtroppo, mancando qualsiasi riferimento diretto (esame obiettivo, rx, storia clinica) si può fare solo un discorso di massima "alla cieca", comunque dalle due domande si intuisce che una terapia inizialmente battezzata come "facile" dal primo collega abbia poi presentato una serie di complicazioni intraoperatorie.... proprio per questo motivo, se vuole un parere serio e definitivo sulla possibilità di mantenere il dente è necessario rivolgersi a un collega che pratichi l'endodonzia come specialità prevalente o esclusiva, cerchi sul link che le mando un socio ATTIVO della società di endodonzia, nella sua regione ne conosco almeno due. Cordialmente http://www.endodonzia.it/odontoiatri/cartina.asp
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Gentma sigra, da come aveva esposto il problema sembrava ci fossero buoni margini per un tentativo di salvataggio. Il collega che l'ha visitata avrà certamente ottimi motivi che l'hanno spinto ad optare per l'estrazione. A questo punto non resta che dirle: si fidi del collega. Cordialmente.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Cara signora, come le ha anche appena detto il Dr. Balocco e come le ho detto anche io la volta scorsa, prima di farsi togliere il dente si rivolga ad un SOCIO ATTIVO della Società Italiana di Endodonzia cosultando il sito www.endodonzia.it e NON si faccia togliere nessun dente prima di essere strasicura che il dente è veramente da togliere. Poi...che dire: faccia lei! Cari saluti e auguri. Dr. Arnaldo Castellucci

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)
Consulente di Dentisti Italia

Mi senti di dirle di sentire ancora un'altra campana per essere sicuri sul da farsi

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Sullo stesso argomento