Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 20

Mi è stato diagnosticato un granuloma

Scritto da patrizia / Pubblicato il
Salve, mi è stato diagnosticato un granuloma dentale, volevo sapere se è possibile individuare questo problema prima che lo stadio diventi avanzato con conseguente dolore intenso.Volevo sapere il tempo del decorso di questa malattia dentale, non penso che essa si sviluppi in pochi mesi...vi ringrazio anticipatamente.
Gentile Patrizia, il granuloma guarisce spontaneamente nel momento in cui si cura adeguatamente la patologia del dente da cui esso deriva. Comunque per valutare il problema occorre fare una visita accurata ed una radiografia endorale che lei può effettuare in modo del tutto gratuito e senza impegno presso uno dei miei ambulatori di Roma e provincia. Cordiali saluti. Dott. Gentile Alessandro tel. 3384169353.

Scritto da Dott. Alessandro Gentile
Tivoli (RM)

Granuloma poi curato tranquillamente. Da casistica del Dr. Gustavo Petti e Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Patrizia, non è certo improvviso, dipende dalla situazione clinica, dalla patologia che lo ha provocato, dal fatto che sia veramente un granuloma e non una cisti e se cisti se sia odontogena o non odontogena, dallo stato patologico del dente. Il decorso è presto detto, lo si cura subito tramite una terapia canalare endodontica del dente. Il cranulom odontogeno come la cisti creano una zona di osteolisi periapicale e sono il frutto di una difesa dell'organismo da una infezione che risiede nella radice. I microbi nella radice, emettono tossine che vanno fuori nel periapice, nell'osso e il granuloma non è altro che un tentativo dell'organismo di circoscriverlo in quella zona. Se si cura la radice, si "uccidono i microbi" ed il granuloma o cisti che sia, si riassorbono in tempi che variano da pochi mesi a circa 24 mesi, ma già dopo qualche settimana ad una Rx endorale di controllo, se tutto è andato bene la zona di osteolisi (pallina nera) si incomincia a rimpicciolire e le trabecolature ossee a rigenerarsi! Questo glielo avrebbe dovuto spiegare il suo dentista o non dialogate inspiegabilmente tra di voi?Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il dente va curato se necessario va ritratto endodonticamente. Inutile attendere anzi controproducente. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Patrizia, non è basilare sapere quanto tempo impiega una lesione endodontica a svilupparsi, o sapere da quanto tempo è presente, è molto più importante recarsi da un dentista che eseguirà un trattamento endodontico adeguato per porre le basi di guarigione. Si rechi al più presto dal suo dentista per l'idonea terapia. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Dal momento in cui è stata formulata la diagnosi, spero con l'ausilio di un rx endorale, non resta che attivarsi per la terapia...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, chi ha fatto diagnosi? il radiologo? o il suo dentista? Se ha letto semplicemente il referto della lastra, chi l'ha prescritta? se l'ha prescritta il suo dentista ed egli è un dentista vero, egli saprà come curarla nella maniera migliore per scongiurare danni ingravescenti, altrimenti cerchi un bravo medico, anche dalle pagine di questo portale, e gli mostri la documentazione, e vedrà che tutto si risolverà per il meglio. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Patrizia, la formazione del granuloma si può prevenire effettuando delle cure canalari quanto più idonee e nel caso in cui queste non lo siano è necessario ritrattare il dente. La formazione di questa lesione periapicale é legata sempre ad una presenza di batteri attorno all'apice, vuoi per la necrosi della polpa o come le dicevo,per una impropria endodonzia.Il decorso non è rapidissimo e varia da caso a caso e solo con un planing radiografico può fare una corretta diagnosi. Distinti Saluti Dott. Ambrogio Demetrio Reggio Calabria
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Demetrio Ambrogio
Reggio Calabria (RC)

Sig. Patrizia, spesso ritroviamo periodonti periapicali croniche a volte chiamate da alcuni professionisti “granuloma”, che si presentano asintomatiche e rimangono silenti per anni, ma portano a una distruzione di supporto osseo e alla formazione di altre neoformazioni che possono essere sintomatiche, per cui nella maggioranza dei casi è consigliata la cura.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Patrizia, Le consiglio di farsi curare endodonticamente il dente col granuloma, perchè anche se asintomatico, è sempre un focolaio da cui possono partire batteri e tossine verso altri distretti. In genere il granuloma è la spia della morte della polpa a seguito di infezione. Basta trattare e chiudere bene i canali, che il granuloma scompare e si riforma l'osso in pochi mesi. Cordialmente Dott.Angelo Beghini Cassano D'Adda MI e Comazzo LO

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Gentile signora, se la presenza del granuloma è stata acclarata è il momento di intervenire. Trascurare la diagnosi che, spero, sia stata fatta da un dentista corredata da es. rx, significa solo restare in attesa di un fatto flogistico acuto (ascesso). Una buona trattazione del canale può far regredire il granuloma e risanare la zona dell' apice. Dalla sua richiesta avverto un' ansia sui tempi...non essendo indovini non si può darle una scadenza. Tenga presente che il granuloma rappresenta un serbatoio di germi che possono migrare negli organi, con preferenza nel cuore.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Sullo stesso argomento