Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 10

Presenza di osteorarefazione su diversi denti

Scritto da Mauro / Pubblicato il
Ho appena ritirato una panoramica RX dove il radiologo ha rilevato presenza di osteorarefazione su diversi denti. Cosa significa di preciso e che cure comporta? Grazie a tutti
Sig. Mauro, la presenza di osteo-rarefazione su diversi denti, significa che è in atto una paradontopatia, che può essere di tipo: orizzontale (quando interessa tutta l'arcata dentale) verticale (quando interessa verticalmente alcuni denti) o a forme miste. Deve fare una visita specialistica da un paradontologo che le darà maggiori ragguagli, sia sulle ulteriori indagini da intraprendere, per es. un dental scan con ricostruzione in 3D dell'arcata interessata, piuttosto che indagini emato-chimiche, tamponi, che messi in coltura, individuano quale colonia batterica è presente nei siti imputati, per poter intraprendere una terapia antibiotica selettiva, uno scaliyng a cielo coperto ed in ultima analisi, se ha perso molto osso, affrontare un intervento paradontale. Dott. Maurizio Serafini
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gentile Sig Mauro, oltre a quanto spiegatole dal dott. Serafini, posso aggiungere che potrebbe avere delle rarefazioni ossee in corrispondenza degli apici radicolari di alcuni denti. Questo comporterebbe la necessità di farsi eseguire delle devitalizzazioni. Se ha fatto una Rx, significa che un dentista gliel'ha prescritta. Torni dal suo dentista e faccia quello che lui le dirà, perchè le "rarefazioni ossee" sono indice di infezioni o infiammazioni croniche. Se vuole altre informazioni dai dottori presenti su questo sito, alleghi anche la Rx. Distinti saluti. Dott. Angelo de Fazio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro MAURO, capita spesso che il radiologo dia un'interpretazione abbastanza approssimativa dell'ortopanoramica che rende difficoltosa e solo probabilistica una diagnosi e di conseguenza l'approccio terapeutico. Nel tuo caso, per esempio, sarebbe necessario quantomeno sapere l'ubicazione delle aree di osteorarefazione in rapporto alla radice dei denti interessati. Si potrebbe trattare certo di problemi parodontali, ma anche di granulomi apicali...puoi ben immaginare quindi che è necessario far valutare l'Rx da un dentista e decidere la corretta terapia anche valutando l'oggettività clinica. Cari saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Nigro
Corigliano Calabro (CS)

La diagnosi del radiologo è troppo generica, non è possibile derle dei consigli senza vedere questa panoramica. Le rarefazioni ossee delle arcate dentali non sono una rarità, ma la loro ubicazione fa la differenza fra , diciamo, "bagatella" o patologia seria. Dott. A. Braga - Parodontologo - San Giustino (PG)

Scritto da Dott. Adolfo Braga
San Giustino (PG)

Gentile Mauro, la diagnosi del radiologo è troppo vaga perchè i medici di questo sito possano dirle qualcosa di più che generico. Se possibile ci metta in condizioni di visionare la lastra. Cordialità. dr Michele Caruso

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

gentile sig.re Mauro poter dire cosa effettivamente il radiologo volesse indicare con il termine rarefazzione ossea è difficile perchè per i colleghi radiologi questo termine può rappresentare varie situazioni di entità diverse . faccia controllare la panoramica al collega odontoiatra e vedrà che le spigarà con attenzione la sua situazione . distinti saluti dr. Casella Franco Massimo ( Torino)

Scritto da Dott. Franco Massimo Casella
Torino (TO)

Sig Mauro, il radiologo definisce aree di osteorarefazione quelle zone dell'osso che risultano radiotrasparenti anziché radiopache. Non trascuri la situazione e faccia visionare la panoramica ad un odontoiatra che le spiegherà se occorrono eventuali trattamenti. Dott. Ruffoni Diego.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile sig. Mauro, il referto di una panoramica non è, in genere, di alcuna attendibilità, e anche questo referto non fa eccezione. Osteorarefazione è un termine generico descrittivo, ovvero che si è rarefatto l'osso. Ma non indica né dove, né quanto, e, naturalmente, una radiografia non può indicare una causa. Si rimetta alla valutazione del vero specialista in questione: il dentista.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Una osteorerefazione è una diminuzione della quantità ossea, in questo caso presumo sia dovuto ad una lesione perapicale. Ovviamente si va per ipotesi dal momento che non ho la possibilità di vedere la rx. Un consiglio che posso darti e quello di farla vedere il prima possibile al tuo dentista. Distinti saluti Dr Cafaro Gerardo.

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Ciao Mauro. Quando a 37 anni si ritira una rx ortopanoramica, una diagnosi di osteorarefazione è la regola. Nel senso che il 99% delle persone, con l'avanzare dell'età presenta zone in cui l'osso comincia a ritirarsi. Questo fenomeno può essere fisiologico, allora tu non avrai nessun disturbo e le uniche precauzioni che dovrai adottare saranno controlli e prevenzione. Se invece queste zone di rarefazione ossea sono conseguenze di patologie, allora si deve intervenire. E' ovvio, quindi, che tu debba far visionare la rx da uno specialista per valutare lo stato di salute della tua bocca. Cordiali saluti dott Andrea Giglio roma www.studiodentisticogiglio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Sullo stesso argomento