Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 5

Seguito alla domanda: Circa 3 mesi fa mi è stato devitalizzato un molare

Scritto da Sandra / Pubblicato il

Salve a tutti. Sono Sandra ed avevo già scritto ponendo il mio problema per una mola devitalizzata che mi faceva ancora PARECCHIO MALE. Oggi (Mercoledì) finalmente il dentista mi ha ricevuto. Gli ho spiegato che ho avuto parecchio dolore alla mola che ho fatto 4 giorni di augmentin da 1000 + coefferalgan per calmare il dolore. Il dentista ha controllato la mola e mi ha detto che era perfetta, e che il dolore dipendeva da una nevralgia. A questo punto ho chiesto di tirarla, visto che non posso mangiarci è inutile tenere questo molare. Sono stati + i dolori che l'utilità. Alle 12.30 di oggi mi ha estratto il dente facendomi una doppia anestesia. E' la prima volta che mi capita di sentire dolore durante una estrazione con doppia anestesia. Sono tornata a casa, ho preso di nuovo l'antibiotico (devo continuarlo fino a domani sera) e una co-efferalgan. Il risultato è che l'anestesia è passata e il dolore non se ne va. Sento pulsare il cuore nel buco che mi è rimasto. E forte bruciore. Non sono riuscita a mangiare nulla, nonostante oggi sia il mio compleanno e mia madre si era adoperata in un bel pranzo (ma questo non credo interessi a nessuno). Cosa posso fare per far calmare il dolore ed il bruciore. Il dentista mi ha detto che avevo una doppia radice e che è normale che abbia provato dolore. Sul fatto che cambierò dentista non ci sono dubbi, ma su come far passare il dolore ho bisogno di un consiglio. La co-efferalgan è già abbastanza forte, ma allora perchè non mi passa. Spero arrivino consigli perchè questo è il quinto giorno di dolore che passo, e sinceramente non ne posso +. Grazie anticipatamente a chi vorrà rispondermi.

 

Domanda precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/endodonzia/2213_infezione-post-devitalizzazione.html-

Signora Sandra mi spiace dell'epilogo che ha avuto il suo problema, ma cosa dirle? Avrebbe fatto meglio a recarsi prima da un altro dentista, perchè lo vorrebbe fare solo dopo aver perso un altro dente, pur essendo stata avvisata da più d'uno di noi? Non che con questo voglia dire che adesso si tiene il dolore, ma solo che adesso lei ha un problema in più. Si rechi da un altro dentista e si faccia valutare l'alveolo estrattivo, se ci sono residui infiammatori li eliminerà o le darà una terapia. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Sandra...lei non deve solo cambiare dentista...ma deve fare un discorso profondo con se stessa...cosa scrive a fare per avere consigli da noi se poi non li segue?...siamo stati tutti molto chiari...in particolare il sottoscritto...quindi cosa vuole che le dica...NON CAPISCO PERCHE' SI RIVOLGA ANCORA A NOI...cosa posso dirle...se poi non lo fa!... c'è un detto "chi è causa del suo mal pianga se stesso"...mi dispiace dover rispondere così...ma le avevo risposto e messa in guardia su tutto con un discorso articolato, lungo, chiaro, completo... fatica sprecata..vedo...ora cosa posso dirle?...e poi a distanza come può pretendere di avere prescrizioni mediche di farmaci via web...non si può..vada da un dentista, vada in ospedale in divisione di Chirurgia Maxillo facciale, vada dal medico generico...chiami il 113...deve prescriverle un farmaco un medico...chiaro? ... Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Sandra, la mola in anatomia non esiste, lei è giovane usa internet e può chiamare con il giusto nome le parti del nostro corpo. Le consiglio la lettura dell'articolo " SCOPRI QUANTI DENTI HAI IN BOCCA E COME SI CHIAMANO ". L'odontoiatra affermava che il dente è perfetto e che il dolore aveva altre origini, forse aveva indovinato, ecco perché il dolore non passa. Mi piacerebbe avere un colloquio con il suo dentista che si permette su consiglio di un paziente di estrarre un dente perfetto. Probabilmente io non capisco a fondo il suo discorso, ma ritengo che lei abbia intrapreso male un rapporto con un professionista e ora ne sta pagando le conseguenze. Se continua su questa strada, lei porterà alla distruzione il suo sorriso e le sofferenze non mancheranno. Ritorni dal suo odontoiatra e si faccia sempre rilasciare un referto degli interventi, che poi ci potrà inviare in modo di avere i mezzi per ottenere dei giusti consigli.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo con lo stimatissimo Ruffoni.. le terapie devono essere scelte dal dentista e non dal paziente.. anzi, lo stesso dentista deve astenersi da cure che non rispettano i principi dell'odontoiatria.. con questo non voglio dire che lei ha sbagliato.. è solo che se avesse scelto di curarsi altrove, non avrebbe avuto tutti questi problemi.. per il suo dolore, vada dal medico curante e chieda a lui un antinfiammatorio più efficace. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Cara Sandra, io credo che tu abbia avuto una disavventura...e ti spiego perchè: se io, dentista che sa il fatto suo, ti dico che il dente è perfetto, puoi stare certa che non te lo estraggo neanche se ti metti in ginocchio. Non è pensabile estrarre denti a richiesta del paziente. Questo dovrebbe farti riflettere. Quanto al dolore persistente, non ti preoccupare, poichè è una evenienza che capita spesso dopo una estrazione di dente devitalizzato. Questo perchè un dente non più vitale non ha il vasellino di sangue che dopo l'atto dell'estrazione riempie la cavità residua. Questo sangue è molto importante per una buona guarigione, perchè porta tutti gli anticorpi. Quando invece l'alveolo rimane vuoto, le sue pareti ossee, non protette da coagulo, si lasciano aggredire dai batteri e viene una bella ALVEOLITE. Questa è molto dolorosa e si risolve nell'arco di 10-15gg. Fai una cosa:prendi una siringa sterile, la riempi di colluttorio, pieghi l'ago, e spruzzi con forza il colluttorio dentro il "buco residuo".Fallo dopo i pasti principali. Oppure fatti mettere dal tuo dentista l'Alveogyl. Il tutto così sarà più sopportabile. Non preoccuparti si risolve al 100%. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Salvatore Zaffarana
Catania (CT)

Sullo stesso argomento