Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 8

Ci sono cure alternative all'estrazione dei granulomi?

Scritto da willy / Pubblicato il

Ad una recente visita a mia moglie sono stati diagnosticati, tramite rediografia, numerosi granulomi nelle arcate gengivali. Gli è stata data una cura (un dentifricio e un colluttorio) ma non è stato sufficiente. Il dentista ha detto che dovrà aprire completamente le arcate gengivali, asportare i granulomi e in alcuni casi fare anche una ricostruzione dell'osso. Non ci sono alternative? Mi sembra un intervento eccessivo. Ma come hanno fatto a crearsi tutti questi granulomi? Saluti e grazie per le risposte Willy

Gent. Sig. Rossini: c'è qualche discrepanza tra quello che riferisce e ciò che il Curante dovrebbe fare a sua moglie; se è necessario un intervento dentifricio e colluttorio non servono ma sono solo palliativi, mentre possono essere utili nella routine quotidiana per l'igiene. i granulomi se non possono essere trattati con l'endodonzia, devitalizzazioni o ridevitalizzazioni vengono trattati con l'apicectomia ( endodonzia chirurgica ) i lembi paradontali servono invece dopo accurata diagnosi, rx e sondaggio e preparazione ( igiene e currettaggio )per eliminare le tasche parodontali. e' difficile per noi darle delle risposte più precise con la sua descrizione cordiali saluti Prof. Finotti Marco
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

I denti con granuloma apicale vanno trattati endodonticamente o chirurgicamente il dentifricio e collutorio non possono curare questo tipo di lesioni.Non capisco cosa intende per arcate gengivali, nei tessuti molli del cavo orale possono instaurarsi dei granulomi piogenici ma non vengono diagnosticati tramite radiografia. Dovrebbe ricontattarci specificando il tipo di granuloma diagnosticato. ruffonidiego@virgilio.it

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signore,colluttori e dentifrici non servono assolutamente a nulla e le spiego il perche. Il granuloma,altro non è che una cicatrice ,cioè una reazione di difesa dell'organismo,in questo caso del dente,a cure odontoiatriche fatte piu o meno bene. Quindi essendo una patologie che si trovano all'interno dell'osso ,mascella o mandibola,non possono essere raggiunte se non chirurgicamente o endodonticaamente. Tengo a precisare che il granuloma non è necessariamente un segno di negligenza o mancata bravura da parte del medico. Questi a volte,per motivi vari e comunque ancora in fase di chiarimento,si formano dopo anni anche se le cure sono fatte in maniera impeccabile. Dott Andrea Giglio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Gentile Willy, si potrebbe avere copia della radiografia, perchè il quadro da lei descritto non mi risulta chiaro, cordiali saluti Dott. Romano Cristian

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro willy, i granulomi non si possono assolutamente curare con dentifricio ecolluttorio, di preciso non so cosa abbia realmente tua moglie,questo sarebbe da indagare e per far ciò occorrerebbe una panoramica di tutta la bocca. Forse potrebbe essere, una parodontite allora tutto si spiegherebbe il colluttorio, dentifricio ed intervento chirurgico gengivale... però in tal caso non si tratta di granilomi. Per tanto non me la sento di sbilanciarmi, almeno fin tanto che non si possa dare uno sguardo ad una RX. Distinti saluti Dr Gerardo Cafaro
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Gentile Signore, i granulomi di cui Lei parla non sono assolutamente curabili con una terapia basata sull'uso di un dentifricio e di un colluttorio. Sarebbe auspicabile che mi fornisse una copia della radiografia di sua moglie onde poter effettuare una corretta diagnosi.

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Per fare una corretta diagnosi e quindi un piano di trattamento bisogna vedere le radiografie dei denti incriminati ,comunque i dentifrici e i colluttori non servono assolutamente per il problema di sua moglie

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Sig. Rossini, da quello che ho potuto capire dalla sua descrizione,è che sua moglia ha un problema paradontale, con tasche e formazioni granulomatosiche gengivali, che ovviamente il dentista in un primo momento le ha prescritto un colluttorio per lenire il sanguinamento gengivale che ne consegue, ma a questo sicuramente dovrà seguire una terapia antibiotica, uno scaling gengivale e non ultimo un intervento paradontale a cielo scoperto con innesto osseo e via dicendo. Dott. Maurizio Serafini.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Sullo stesso argomento