Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 9

Soffro da parecchio tempo per un dente devitalizzato male

Scritto da Annalisa / Pubblicato il
Salve, soffro da parecchio tempo di un dente devitalizzato male. Il mio vecchio dentista aveva lavorato così male, che dalle radiografie fatte da un nuovo dentista si è visto che i canali non erano stati chiusi correttamente e che in un canale è presente un pezzettino di ferro, (quello che usate voi dentisti per la devitalizzazione)!!! Oggi il mio dentista ha ridevitalizzato il dente, lavorando bene sui canali (ma non è stato possibile togliere il ferretto, poichè fisso all'interno del canale), ma ancora io avverto dolore, quando bevo acqua o cmq qualcosa di fresco. Per quanto riguarda il ferretto il mio dentista mi dice di non preoccuparmi, perchè non porterà nessun tipo di fastidio, in quanto è fisso lì e non può circolare all'interno della bocca. Io sono abbastanza scossa, cosa mi consigliate? Aspetto con ansia una vostra imminente risposta. Cordiali saluti.
Gent.ma Sig.ra Annalisa, è strano che un dente devitalizzato anni fa, e poi ritrattato oggi, abbia ancora una sensibilità al freddo. Dovrebbe essere impossibile!...Sicura che non sia qualche altro elemento vicino a darle questa sensibilità? Magari dei colletti scoperti e/o delle gengive con recessioni oppure delle tasche parodontali sui denti contigui? Cercherei di spiegare meglio la sua sintomatologia al suo dentista. Cordialmente

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Carissima Annalisa, la sensibilità agli sbalzi termici riguarda sicuramente un altro dente magari prossimo. Per quanto riguarda lo strumentino rotto esiste il microscopio che potrebbe aiutare l'individuazione della zona in questione e toglierlo senza troppi problemi. Questo microscopio nelle sue zone si trova nello studio del Dott. S. Zappulla a Scordia. Saluti

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Annalisa, certamente la sensibilità riguarda un dente vicino. Si possono eseguire dei test per localizzare l'elemento sensibile. Valuti con l'odontoiatra la reale necessità di continuare a provare ad eliminare il frammento di alesatore rotto. Cordiali saluti

Scritto da STUDIO ASSOCIATO YGEA
Trecastagni (CT)

Gent. Sig Annalisa, da quello che riferisce penso che il dente che ha problemi non sia quello che è stato ritrattato ma un'altro in quanto un dente devitalizzato non dà mai i disturbi al caldo e al freddo che lei riferisce. Probabilmente avrà una carie a un dente vicino che le dà questi disturbi, faccia una radiografia e la faccia vedere al suo dentista. Saluti

Scritto da Dott. Orazio Baglieri
Catania (CT)

Sig.ra Annalisa, sono d'accordo con i Colleghi la sensibilità riguarda un altro dente, il frammento fratturato nella radice se non ha provocato lesioni apicali, in questi anni, e non si riesce proprio a rimuovere può restare, in alternativa da valutare la possibilità di successo di un'apicectomia. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora Annalisa...a meno che non ci siano dei canalicoli laterali anomali molto ben rappresentati nel dente con lo strumento canalare rotto ...che potrebbe dare quindi anche sensibilità...le cause più probabili sono da ricercare altrove ...o da diagnosticare molto bene questo dente con lo strumento rotto...non è difficile scoprire se può dare ancora sensibilità!...NON dimentichi che un dente devitalizzato non è un dente morto...come si pensa...ma è un dente VIVO e NON VITALE...questo è la terminologia giusta che le spiega anche quello che ho detto sopra! Per il "ferretto"...= lo strumento fratturato ...con molta pazienza ed abilità lo si può e lo si deve togliere!...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Annalisa, è facile criticare negativamente il lavoro di un collega, senza averlo interpellato su perché di quel trattamento. A quel che ci racconta anche questo dentista, non le ha dato grandi risultati, forse era meglio ricontattare il vecchio odontoiatra, che conosceva i materiali con cui aveva trattato il dente. Concordo con il collega Lazzari che il dente compromesso difficilmente può reagire positivamente al freddo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Sig.ra Annalisa, un dente devitalizzato non risponde affatto al freddo, quindi si faccia visitare potrebbe essere un dente vicino o dell' arcata opposta omolaterale al sintomo. Per quanto riguarda il ferretto la informo che il problema non è se questo può andare a giro per la bocca o no ma che la presenza di questo rende impossibile una corretta terapia canalare almeno che questo sia stato passato al lato da un altro strumento fino a raggiungere l' apice; in sostanza, non vorrei deluderla, ma il secondo dentista non migliorato affatto la situazione di partenza. Le consiglio di tenere sotto controllo radiologico il dente devitalizzato per verificare la presenza o meno di una lesione periradicolare. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Cultrone
Calcinaia (PI)

Gli strumenti si possono rompere dentro al canale per moltissimi motivi. Devono essere usati nel modo giusto, alla velocità giusta, devono essere usati poche volte, secondo un piano di usura stabilito, etc. Tuttavia non esiste dentista al mondo che non abbia mai avuto questa complicazione.. Infatti anche i canali possono essere talmente tortuosi o con vari ostacoli, che gli strumentini si rompono senza che nessuno abbia colpa. Le conseguenze dipendono da alcuni fattori, il principale dei quali è a che punto era il lavoro e la sterilità con cui è stato eseguito. Infatti può anche non essere causa di insuccesso della devitalizzazione. Per rimuoverlo c'è da fare quello che noi chiamiamo un ritrattamento. E' la cosa più difficile di questa parte della odontoiatria: alle volte solo operatori espertissimi, che esercitano solo l'endodonzia a titolo esclusivo, usando un microscopio e strumenti particolari, riescono a rimuoverlo e quindi salvare il dente, se l'insuccesso dipendeva proprio da quello strumentino rotto..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento