Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 6

C'è qualche granuloma o altro tipo di problema?

Scritto da roberta / Pubblicato il
Buongiorno, alcuni anni fa avevo dei leggeri fastidi alla gengiva-guancia. Il dentista ha detto che si trattava di un dente non vitale e mi è ha fatto la pulizia canalare del dente 26. (Ho sintetizzato molto la storia, altrimenti sarebbe stata troppo lunga). I leggeri fastidi alla gengiva-guancia però sono rimasti e qualche volta mi sembra di sentire come se il dente mi pulsasse, raramente mi sembra di sentire un leggero dolorino alla radice del dente. La lastrina che allego è stata fatta recentemente. Vorrei chiedervi: E' un dente devitalizzato bene? C'è qualche granuloma o altro tipo di problema? Cos'è quella riga al centro del dente che si vede nella radiografia? Nel caso non fosse devitalizzato bene, sarebbe possibile un ritrattamento oppure nel mio specifico caso ci sono delle controindicazioni o non è possibile? E' cariato? Se fosse cariato, è sconsigliabile curare il dente e fare un intarsio senza fare un ritrattamento canalare? Grazie
Buongiorno a Lei, cara Signor Roberta. Ahhh, non mi piace per niente il Suo modo di agire. Mi permetto di dirglielo. Consultare così il Web è molto pericoloso! Che brutta abitudine sta ormai dilagando! Non mi piace e purtroppo è figlia di questi tempi "malsani" che stiamo vivendo! Insomma voglio farle capire che noi, almeno io, non siamo qui per confermare o no pianificazioni terapeutiche di Colleghi. Non siamo Giudici, ma Medici Odontoiatri! Il rapporto di Stima e Fiducia Reciproca Medico-Paziente è Fondamentale. Detto questo, dato che chiede, rispondo perché è come se fosse diventata un mio paziente (anche se solo Virtuale),avendo fatto la domanda.La terapia canalare sembra fatta bene da quel che si vede almeno radiograficamente. Il dente però e quelli viciniori, vanno visitati clinicamente, in particolare per evidenziare carie interprossimali perchè la Rx potrebbe dare falseinformazioni per sovrapposizioni di piani. Nel caso andrebbe fatta una Rx endorale con una proiezione migliore o più Rx endorali con dviverse angolazioni rispetto alla Cuffia del radiografico! Vedo un aumento dello spazio parodontale, una frammentazione della corticale ossea parodontale e a livello anche dell'osso interprossimale che potrebbe indicare una sofferenza parodontale. E' stata fatta una valutazione Parodontale con due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo ai difetti ossei e la qualità della trabecolatura ossea, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti.Si faccia Visitare da un Parodontologo.La Visita Parodontale diventa una visita "totale odontoiatrica". È quindi una visita complessa che richiede almeno un'ora/due ore, compreso un Colloquio col Paziente, seguita da una Preparazione Iniziale dell'apparato Stomatognatico, un rilievo di dati ed eventualmente analisi cliniche, che richiedono almeno ulteriori due/quattro ore ed infine una seconda visita detta Visita di Rivalutazione Parodontale, che richiede due/tre ore in cui si emette una Diagnosi, una Prognosi, un Piano Terapeutico non solo Parodontale ma Totale di tutti i problemi e Patologie presenti! Questo è essenziale per arrivare ad una corretta Diagnosi ed emettere una altrettanto corretta Prognosi. Insomma devo poter mantenere viva ed in allerta tutta la mia "Capacità di Clinico Medico e Parodontologo". Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certa che tutte le patologie "saltano fuori"! E' necessario che venga fatta una Diagnosi Differenziale per stabilire la vera e reale e sicura causa del Suo Problema e di conseguenza attuare la terapia giusta. Nella preparazione Iniziale Parodontale, se ci fossero tasche parodontali, si procederebbe anche al Curettage e Scaling e Root Planing per escidere il tessuto di Granulazione infetto dalle tasche abbattendo la carica batterica praticamente quasi totalmente! Per concludere, penso che si possa "intervenire terapeuticamente" ma non lo posso certo dire via web! :) Le pare? Cari Saluti e si faccia visitare da un Parodontologo. Sappia inoltre che Potrebbe essere una sinalgia. Le Sinalgie sono sintomi che, praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca e del massiccio cranio-facciale, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano o da altri organi. Un dolore riflesso potrebbe avere la sua origine anche in altri organi sistemici. Per esempio un dolore uro-genitale-ginecologico può riflettersi a livello del dente che le duole, quindi l'anamnesi clinica sistemica deve essere accurata e particolareggiata! Ciò detto, devo precisare che la Diagnosi è semplicissima e di normalissima routine Odontoiatrica. Preciso inoltre che un dente Devitalizzato non è un dente "morto" come di regola si "crede" perché un dente devitalizzato è Vivo e non vitale per differenziarlo dai denti sani che sono Vivi e Vitali. Questo per spiegarle che un dente curato endodonticamente mantiene la propria attività biologica di "scambi tra interno ed esterno" e se avesse canali laterali non iniettati dalla terapia endodontica, può dare anche sintomi. Per ottenere questa iniezione dei canali accessori esiste una tecnica endodontica che permette non solo un sigillo apicale dopo strumentazione adeguata dell'endodonto ma anche una iniezione dei canali laterali ed è la tecnica di Schilder. Personalmente uso la tecnica endodontica di Schilder, molto sofisticata che io e mia figlia adoperiamo in Studio di regola, salvo eccezioni! Non è una tecnica moderna perché ha diversi decenni ma è la migliore in assoluto! Per la ricerca della Diagnosi Differenziale tra le varie Patologie, bisogna valutare anche la Vitalità dei denti prossimali ed antagonisti, come abbondantemente spiegato! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Roberta, noi per questioni deontologiche possiamo darle dei consigli, ma non ci permettiamo di giudicare l'operato di un collega senza la minima conoscenza clinica, per cui posso solo risponderle che probabilmente la linea diritta chiara che vede al centro del dente è la chiusura canalare della radice palatale, ma questo lo dovrebbe confermare il suo odontoiatra, per cui le consiglio di ritornare da lui per ottenere conferme e nell'occasione comunichi la sintomatologia senza falsare nulla, solo qui riceverà le corrette risposte.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Le allego una radiografia di mia figlia che si presenta sinottica al caso suo, dove la probabilità di successo potrebbe essere pari al 99,5%, se non maggiore ancora. Nel caso da lei pubblicato scendiamo, e anche di molto. Bisogna riflettere che il costo della cura del mio esempio potrebbe anche essere tre volte il costo del suo dente. Nella feroce guerra dei prezzi condotta dai dentisti da negozio commerciale, la qualità del prodotto non vale niente, ma vale il prezzo da incassare subito. La radiografia del suo dente potrebbe diventare un esempio. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Senza troppi dubbi, la cura canalare del suo molare andrebbe ampliamente rivista. Un ritrattamento è possibile senza troppe difficoltà, ci vuole solo un pò di tempo e di pazienza da parte del collega che la seguirà. Una volta eseguito il ritrattamento e ottenuta la scomparsa della sintomatologia, si valuterà che tipo di ricostruzione impostare.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, la procedura utilizzata per curarle il dente è quella descritta nell'articolo "endodonzia" pubblicato su questo portale? è stata usata la Diga di gomma? se non è stato fatto cosi... vale la risposta del Dr. Carpinteri!!! se invece le procedure sono state quelle previste dalla "buona prassi" e le ha comunque problemi, è giusto dire che, talvolta, esistono oggettive difficoltà che impediscono il raggiungimento del risultato ideale. purtroppo la medicina non ha il 100% di successo, ma comunque un buon endodontista non va "troppo" distante da questa cifra...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Roberta, dalla radiografia sembra vi sia un problema, ho l'impressione che l'endodonzia sia corta. Un ritrattamento è possibilissimo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento