Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 7

Questa sintomatologia può essere determinata dai denti?

Scritto da ANNARITA / Pubblicato il
Buongiorno, Circa 8 anni fa ho devitalizzato il 26° e curato per una carie profonda il 16°. Circa 2 anni fa, 6 mesi dopo la fine dell'assunzione di pillola estroprogestinica, assunta per 4 anni e sospesa a causa di emicranie, inizio ad accusare sensibilità a profumi e luci intensi, in particolare neon, che si manifesta con dolore molto forte, a tratti pulsante, sopra gli occhi, generalmente da un lato solo, non sempre lo stesso, e successivamente aura emicranica, vertigini ed emicrania. Fatto RM/angio-RM cerebrale negativa. Contemporaneamente il dente devitalizzato (26°) si fa sempre più sentire, fino a diventare pulsante, francamente dolente, sensibile a caldo e freddo. Soffrendo già di cefalea molto forte cerco di rimandare il più possibile la visita dal dentista, fino al mese scorso quando faccio un'ortopantomografia e viene riscontrato un grosso granuloma. Inizio un intervento di ritrattamento endodontico. Mi viene detto che il dente è molto infetto e in circa 6 sedute viene completato il ritrattamento. Ora sono in attesa di mettere una corona. Mi viene detto che il 16° probabilmente ha una pulpite e sarebbe da devitalizzare, in quanto l'otturazione sembra toccare il nervo (mi fa male solo raramente), cosa che non ho ancora fatto. Il dente ritrattato ha smesso dopo pochi trattamenti di pulsare, a tratti continua ancora a fare male, la fotofobia non è diminuita e l'esposizione alle luci al neon causa dolore molto forte sopra l'occhio e a livello mascellare sia sinistro che destro (in assenza di luci al neon e profumi il dolore è minore). Vorrei sapere se questa sintomatologia, che sospetto essere un'infiammazione del trigemino (i punti trigger del trigemino sono sempre dolenti), può essere determinata dai denti e dovrebbe, progressivamente, sparire. Ringrazio fin d'ora per l'attenzione!
Cara Signora Annarita, buongiorno. Capisco la sua sofferenza ed il suo Desiderio di sentire tanti pareri ma sbaglia a fare questo! Si deve affidare ad un Neurologo, ad un Otorino e ad un Odontoiatra che le ispirino Fiducia e basta! Non spiega se la Vertigine è Soggettiva od Oggettiva. Preciso che "soggettiva" è una vertigine in cui lei si sente ruotare ma l'ambiente circostante è fermo mentre invece oggettiva è esattamente il contrario, ossia Lei vede ruotare l'ambiente intorno a se stesso. Hanno due etiopatogenesi diverse. Le Oggettive sono spesso secondarie a patologie periferiche dell'orecchio medio ed interno in particolare del labirinto che è l'organo dell'equilibrio o dei patologie vertebrali cervicali o della postura e quindi anche gnatologiche e dell'apparato stomatognatico! Le soggettive invece hanno una etiopatogenesi più complessa neurologica centrale del sistema nervoso centrale cerebrale! Questo in linea di massima. E' necessario quindi visitarla per esprimersi in modo realistico ed a Lei utile. Bisogna valutare anche se avesse instabilità e bisogna capire cosa si intenda con questo termine. E' "sbandamento", "difficoltà all'orientamento" o "difficoltà a camminare seguendo una immaginaria linea dritta da percorrere coi piedi. Bisognerebbe fare una visita Neurologica, farle alzare le braccia iperestese in avanti, in posizione eretta ad occhi aperti e poi chiusi. La "Tecnologia informatica" ha raggiunto livelli impensabili solo pochi anni fa ma, ancora non può essere trasformata l'irrealtà Virtuale in Realtà Reale! Occorre quindi Visitarla anamnesticamente, semeilogicamente, clinicamnente, odontoiatricamente, Gnatologicamente, Ortodonticamente, Neurologicamente, Otorinolatingoiatramente! Come vede non è possibile rispondere a questa sua domanda "Specifica" se non con supposizioni che troverebbero il tempo che troverebbero e aprirebbero scenari di possibili patologie tra le più varie, come ho detto. A chi si deve rivolgere? Ad un Bravo Dentista che non si fermi all'apparato stomatognatico ma vada oltre e spazi nell'intero organismo Sistemico! Un bravo Dentista che spazi su tutta la "Clinica"! Eventualmente che la invii se necessario ad un Neurologo e ad un Otorino ed anche ad un Clinico Medico, ossia uno Specialista in Medicina Interna se Lui e gli altri specialisti non potessero andare "oltre"! :) Cari saluti, vedrà che in mani buone, si risolverà tutto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Annarita,"Soffrendo già di cefalea molto forte cerco di rimandare il più possibile la visita dal dentista" e si sottopone a RM/angio-RM cerebrale, spero non a spese dei contribuenti. La visita odontoiatrica va eseguita ogni 6 mesi indipendentemente del mal di testa, ora si trova in una situazione ormai avanzata con difficoltà di recupero; le consiglio di mettere in comunicazione il suo medico di base con l'odontoiatra, poi termini le cure odontoiatriche e attenda, poi se tutto scompare la causa principale dei suoi mali erano proprio i denti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Quanto dipenda dai denti difficile dirlo. Comunque deve risolversi il granuloma prima di protesizzare il dente ( solitamente si attendono 6 mesi ). Per quanto riguarda il 16 se ci sono i segni di patologia pulpare clinici non radiologici necessaria la cura canalare. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Lei ha fatto risonanze e radiografie a pioggia. L'infiammazione del nervo trigemello, suppongo al secondo gemino che concerne la mascella e la faccia di mezzo, è affare serio. Si affidi ad un dentista di talento, che curi i denti cariati al di sopra di ogni sospetto. Per cominciare. Poi parleremo dei nervi gemelli. Si affidi ad un dentista più caro, perché la bravura va pagata come merita. La salute non si mette all'asta. La cefalea può essere causata, anche da una dentatura sana, e la sua attribuzione non è affare da esame con i fili in testa. Si metta in testa di pagare di più, per avere di più. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Azzardo un'ipotesi Lei soffre di più cose: 1) mal di denti di origine pulpare (per il quale è in trattamento con le devitalizzazioni; 2) emicrania con aura (la cerchi online); ha effettuato una RMN giustamente per escludere cause gravi del dolore. Non è che il suo dolore non sia grave.... l'emicrania è invalidante costringe ad interrompere il normale svolgimento dei lavori che stava facendo spegne la luce e forse chiede silenzio a chi le sta vicino. Un dolore così forte necessita di una diagnosi che escluda cose ben più gravi. La cura di questo dolore è di pertinenza del neurologo.... ma nella mia esperienza bite dentali che rialzino il giusto la dimensione verticale cioè in grado di "rialzare i denti" hanno spesso risultati clamorosi. Fatte tutte le terapie odontoiatriche si rivolga ad uno gnatologo capace. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Daniele Tonlorenzi
Carrara (MS)

Gentile Sig.ra Annarita, bisognerebbe escludere una sindrome miofasciale. Per fare questo bisogna palpare i trigger point specifici. Un bravo gnatologo è in grado di farlo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Annarita secondo la mia esperienza è caratteristico di chi soffre di forte emicrania avere dolori così detti simpatico mantenuti nei denti che hanno subito cure " traumatiche " come può essere una semplice cura canalare. La rx che ci ha inviato non è chiara e non ci ha detto se è post ritrattamento o pre, comunque si rivolga ad un centro specializzato in emicrania che le possa dare una terapia adeguata e vedrà che diminuiranno anche i dolori riferiti ai denti. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Chiazzolla
Roma (RM)

Sullo stesso argomento