Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 8

Perchè mi è venuto l'ascesso? Di chi è la colpa?

Scritto da paola / Pubblicato il
Buongiorno dottori, vi racconto la mia storia. Nel 2002 circa mi fu devitalizzato un incisivo laterale superiore e vista la grossa carie presente mi fu messo un perno in fibra e una capsula. Fino al 2010 nessun problema, poi ci fu la frattura del perno e di una porzione di dente causata secondo il medico dalla mancanza dei 4 molari inferiori. Non avevo dolore ma solo un problema estetico. Non potendo per motivi economici affrontare l'implatologia che mi fu proposta fu applicato un nuovo perno adattando la corona fatta anni prima. Nel corso degli anni il perno si è staccato 2 volte ed è stato riattaccato di nuovo in giornata. Mi veniva proposto di fare un impianto o un ponte ma non mi era possibile. Si è staccato di nuovo il venerdì prima di pasqua e il solito dentista mi propone di fare un impianto ma mi cementa il vecchio perno. Accetto di fare quello che dice ma non prendo appuntamento per parlarne prima in famiglia. La sera dello stesso giorno comincio a sentire pulsare. IL dolore continua per la giornata di sabato e nella notte vado al pronto soccorso per farmi visitare e mi fanno una iniezione di toradol. La mattina di pasqua rintraccio telefonicamente il mio dentista che mi consiglia di prendere antibiotici zimox compresse e mi da appuntamento per il martedi successivo. La faccia mi si gonfia e mi prescrivono al pronto soccorso lincocin fiale. Il martedi avevo la faccia più gonfia e il dentista mi dice che l'unica cosa che poteva fare era un drenaggio del pus attraverso la gengiva. Cosa che esegue. Il giorno dopo ero ancora più gonfia e mi sono rivolta ad un altro dentista che mi ha detto che prima di cementare un perno bisogna sempre rifare la cura del canale. Il vecchio dentista dice che la cura del canale andava bene e che il materiale da otturazione non si era esposto e che vista la previsione di toglierlo non c'erano i presupposti per ritrattarlo anche perchè completamente asintomatico. Perchè mi è venuto l'ascesso? Di chi è la colpa? Grazie per le vostre risposte.
E' molto spiacevole parlare di colpa, molto e inoltre sarebbe molto scorretto da parte nostra, considerando che non conosciamo il caso clinico né abbiamo l'opportunità di visitarla. Né abbiamo radiografie del prima e del dopo, dato che parliamo di un dente trattato dal 2002. Ri-fare o non ri - fare la cura canalare è molto relativo, non esiste un "sempre" ma "ogni caso clinico fa storia a sé", sia ben chiaro. Probabilmente il suo dente ora come ora è da estrarre (potrebbe avere anche una frattura radicolare per quanto ne sappiamo), ed è necessario ri-abilitare la sua bocca in generale se le mancano anche i molari per evitare carichi occlusali scorretti che porterebbero problemi anche al futuro impianto. Si affidi ad uno studio dove si sente sicuro e presso Colleghi di cui ha fiducia e, piano piano, riabiliti la sua bocca nella sua interezza.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno a Lei Cara Signora Paola. Di chi è la Colpa? Ma scherza? Non siamo commercianti, né Giudici ma Professionisti! Noi, almeno io sono qui per rispondere alle domande di "sofferenza Medico-Odontoiatrica", per dare consigli e lenire queste sofferenze! E' essenziale che nel rapporto Medico-Paziente ci sia una base di Stima e Fiducia reciproca. Venuta meno questa "base", non ha più senso il "Rapporto" Medico -Paziente. Se proprio non ha Fiducia nel Suo Dentista abbia il Coraggio e il "Pudore" di dirglielo "in faccia". Abbia il coraggio di parlare con Lui! Altrimenti abbia il "pudore" di Chiedere un Consulto Clinico presso un altro Professionista, pagando il Giusto Onorario per la relativa Visita! E' suo Diritto, anche se biasimevole! Si chiederà e vi chiederete, allora perché sto "dedicando il mio tempo prezioso a rispondere"?! Perché trovo giusto e di mia competenza fare anche "Educazione Culturale Odontoiatrica e Medica e Generale di Buon Comportamento Deontologico"! E' assurda la assoluta mancanza di Rispetto che ha per chi, come il suo Dentista mette al suo "servizio" la sua Intelligenza, Cultura, maestria Chirurgica per darle "salute"! E' ora di finirla col mettere in piazza le terapie ricevute, solo per sapere se il lavoro è stato eseguito bene! E' scandaloso ed è parte di questo nostro mondo malsano e decadente che ci opprime tutti da ogni dove! Vediamo di incominciare noi per primi ad essere Leali e Corretti se Pretendiamo , come Pretendiamo, Lealtà Correttezza, Onestà dagli altri! Incominciamo da Noi! Ecco il motivo di essermi arrogato il Diritto di rispondere senza rispondere ma di dire quello che penso su questa che è diventata ormai una grottesca consuetudine talmente comune che nessuno ci bada ormai più! Spero così che qualcuno ci rifletta su e finalmente capisca! Mi basterebbe avere "conquistato l'anima e il cuore" di un solo paziente e di un solo "Collega" per essere contento di aver fatto la cosa Giusta e Professionale e Deontologica e Corretta! Cari Saluti e "buona riflessione"!!! Le chiedo scusa per l'irruenza di questo mio dire e per non aver soddisfatto la sua "morbosa" curiosità! Tanto e'!!! Un consiglio Medico Odontoiatrico però glielo offro:Si faccia visitare da un Parodontologo perché il sospetto di malattia Parodontale c'è. Deve solo essere valutato e confermato o no. Ha bisogno di due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Questo sì che è un Discoro Medico da fare. Le mancano quattro denti a quanto lei stessa dice e non ha, e mi dispiace molto per questo suo "malessere" le possibilità economiche. Per questo il suo Dentista ha rimesso un perno usando la stessa corona senza rifarla, perché ha cercato evidentemente di venire incontro alle sue necessità economiche. Il rifare poi la terapia endodontica è una decisione che spetta solo al Dentista Curante e il Collega che ha detto il contrario non è stato Deontologico né Corretto. Sappia che alcuni cosiddetti "colleghi" sentenziano subito sulle terapie degli altri solo per "fregare" il paziente all'altro Collega :( Torni dal primo Suo Dentista Storico e parlatevi, spiegatevi. In ogni caso se ritenesse di aver subito torti e danni si rivolga ad un Dentista medico Legale e ad un avvocato ma, avendo premesso che non ha disponibilità economiche, chi glielo fa fare? Come più volte ho detto da queste Pagine, personalmente non trovo corretto rispondere a domande di carattere Medico-Legale. Tra l'altro per rispondere, anche volendo, bisognerebbe fare una Perizia che è una cosa Complessa e costosa (per non parlare dell'Avvocato), glielo dico con cognizione di causa perché per circa 25 anni ho fatto il CTU (Consulente Tecnico del Tribunale di Cagliari) ossia il Perito di Fiducia del Magistrato ed anche ed ancora il Perito di Parte, Privatamente. Senza una Visita Clinica, Semeiologica, Anamnestica, Strumentale e Radiologica non si può dire niente se non fare ipotesi che non servirebbero a niente e tra l'altro, come ho già sottolineato, non è certo questa la Sede !!! Cari saluti e tanti auguri. Pensi a farsi curare anziché "buttare soldi preziosi" in Cause Civili che durano decenni! Cari saluti ancora e mi permetto di donarle, e spero che lo gradisca, un sorriso :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Paola senza nessun dato a disposizione e senza visitarla è impossibile poter rispondere con esattezza. Per informazione un ascesso può essere causato da una devitalizzazione non corretta oppure da una frattura della radice oppure da un problema parodontale oppure a volte da difetti combinati endo-parodontali. Come può vedere le cause sono molteplici ed individuare la causa giusta è assolutamente impossibile senza una visita accurata con test di vitalità, sondaggio gengivale,radiografia endorale con centratore. Si consulti col suo dentista di fiducia e si faccia spiegare bene il problema che l'affligge. Solo con dati giusti e con sereno colloquio ed una corretta informazione si possono sciogliere i suoi dubbi. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Paola, forse la colpa è solo sua perché non è stata alle indicazioni del suo odontoiatra fin dall'inizio, questo succede ai pazienti che non sono dediti a prevenire le patologie del cavo orale con la semplice visita semestrale. Ora da Pasqua ad adesso quali cure sono state intraprese? Attende forse un altro flemmone con complicanze maggiori?

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Chiunque, sano di mente, in previsione di mettere un impianto avrebbe agito come il suo dentista; senza documentazione e' impossibile risalire alla causa ma se lei non segue i consigli del suo dentista la colpa sappiamo tutti di chi e'

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Vogliamo trovare un colpevole in ogni caso, prima di tutto lei si e' sottoposta sotto indicazioni del collega a rx di controllo ogni 6 mesi infine bisogna vedere quali cure ha fatto nell'ultimo periodo. Una cosa e' certa deve fidarsi del dentista e seguire il suo protocollo terapeutico

Scritto da Dott. Domenico Ancona
Fasano (BR)

Se il suo dentista le aveva ripetutamente consigliato l'estrazione ed il posizionamento dell'impianto e lei ha sempre rimandato, credo che la colpa sia proprio sua, se proprio vogliamo trovare un "colpevole" a tutti i costi. Può darsi che il dente di fosse fratturato o comunque non fosse più in condizioni di supportare un perno ed una corona... non posso saperlo. Purtroppo la crisi economica causa spesso problemi di questo tipo.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Allora signora, lei cerca un colpevole, ma il colpevole è proprio lei, se la può prendere solo con se stessa, gli era già stato detto di fare estrazione ed impianto e non lo ha fatto, non si rimette i molari mancanti, aggravando la masticazione sui denti anteriori e poi vuole incolpare il dentista.......... questa è l' Italia.

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Sullo stesso argomento