Domanda di Diastema

Risposte pubblicate: 8

Ho un diastema molto piccolo tra gli incisivi

Scritto da Antonio / Pubblicato il
Buongiorno, ho 21 anni e ho un diastema molto piccolo, penso si aggiri attorno all 1 mm tra gli incisivi superiori e 2 spazietti ancora più piccoli tra gli incisivi e i denti a sinistra e destra, la foto chiarirà meglio. Comunque non ho mai portato apparecchi (mai avuto nemmeno un dente storto) o avuto carie quindi per il resto praticamente perfetti. Dato che non mi crea nemmeno un problema estetico rilevante ( ma essendo un perfettista gradirei non averlo) mi rivolgo a voi per chiedere se una soluzione tipo composito o ceramica sia (almeno indicativamente) adatta a me dato che altre pratiche ( tipo apparecchi) più lunghe o costose non sarei disposto ad adottarle, sarei disposto ad eliminare il difetto solo con soluzione abbastanza rapida e non troppo costosa altrimenti me li terrei così come sono! Grazie in anticipo
Fermo restando il fatto che è assolutamente necessaria una visita per una valutazione attenta, i diastemi si possono risolvere in vari modi; si può ricorrere all'ortodonzia, ricostruzioni in composito, a faccette o corone in ceramica. Prima di tutto è fondamentale tener conto della presenza eventuale di un frenulo con inserzione troppo bassa; in questo caso è necessario ricorrere alla incisione dello stesso per non inficiare il risultato finale.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Antonio, bisogna sviscerare una Diagnosi, ossia sapere perché c'è il Diastema! Poi e solo poi si può procedere alla terapia più idonea che ha un ventaglio di soluzione, da quella ortodontica con o senza frenulectomia chirurgica che dipende da tipo di Diastema e dalla presenza, o no di un Frenulo fibroso che "giri" dietro la papilla e si inserisca profondamente fino al palato, alle faccette estetiche correttive per la zona frontale ma che bisogna sapere usare senza creare sovradimensionamenti e sottosquadri nocivi per il parodonto e le papille, sempre che siano indicate o con altri approcci terapeutici conservativi. La cosa più importante se si sospettasse una disgnazia, valutabile anche dalle Classi Dentali di Angle, a livello dei primi molari e dei canini, I Cl.Dentale, II Cl. Dentale (e se in I o in II Divisione), III Cl., Overbite e quindi se c’è deep bite, Overjet e quindi se è presente un open bite. Curva di Spee, di Wilson, come detto, per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. Rotazioni, Inclinazioni, Estrusioni, Intrusioni, Migrazioni, Faccette d’usura. Visita A.T.M. (Articolazione Temporo Mandibolare) Rilevando se sono presenti Algie, Scrosci, Click, Sublussazioni, Contratture dei muscoli in particolare Massetere e soprattutto lo Pterigoideo. Valutazione delle Gengive e Parodonto. La Gnatologia deve sapere inoltre, studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione", precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione,(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!). La cosa più importante, dicevo, in caso di disgnazia è fare un Ceck up Ortodontico con analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura della lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! Come vede, il problema deve essere affrontato seriamente e non così, banalmente! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Se non è disponibile ad impostare un trattamento ortodontico (con ipotetica frenulectomia chirurgica o laser, in caso di inserzione di frenulo fibroso troppo bassa), che sarebbe la soluzione più efficace / naturale / conservativa ma anche la strada più lunga e costosa, l'alternativa è rappresentata o da due faccette estetiche in ceramica / composito a seconda o da due otturazioni in composito; le faccette estetiche possono richiedere l'asportazione di una porzione superficiale di smalto vestibolare (la superficie esterna del dente deve essere leggermente limata) oppure possono essere additive (cioè applicate senza in pratica preparare il dente) a seconda della situazioni clinica di fronte a cui ci si trova, tenendo conto che le prima sono maggiormente demolitive ma più durature rispetto alle seconde; le otturazioni in composito sono estremamente conservative (minima preparazione dentale), ma hanno una resa estetica ed una precisione inferiore alle faccette estetiche. Onestamente, se fosse la mia bocca, non interverrei (si tratta davvero di un difetto minimo) anche perchè consapevole che, tranne la strada ortodontica, gli altri trattamenti sono maggiormente fallibili e non eterni (cioè nel tempo andranno ri-fatti e ri-fatti ancora) e inoltre dovrebbe fare molta attenzione a non strappare cibi con i denti anteriori (prassi comune per chi ha i denti sani, abitudine, e che è difficile abbandonare). Valuti bene prima si intervenire.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Antonio, un perfettista che si preoccupa di un diastema e mi trascura le retrazioni gengivali!!! Forse i suoi denti non sono cosi perfetti come crede, le consiglio la visita semestrale e seguire le indicazioni di un buon odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Antonio è necessaria una visita per capire qual è il problema e qual è la causa dei diastemi. Fermo restando questo dall'immagine sembra facilmente risolvibile tramite ortodonzia tradizionale o anche linguale o con mascherine trasparenti. In alternativa si possono fare ricostruzioni o faccette in composito o ceramica. Saluti.

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

Gentile Sig. Antonio, in ambito estetico bisogna fare una attenta valutazione prima di dare un preventivo. Se non vuole fare ortodonzia forse la soluzione migliore è una ricostruzione in composito, visto che le faccette necessitano di un minimo di preparazione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sì faccia fare uno studio del caso...prendendo delle impronte si esegue una creatura diagnostica che non è altro che una previsualizzazione del risultato sul modello e attraverso una mascherina in silicone si può stampare il moke up sui suoi denti in modo da valutare il suo grado di soddisfazione. Solo dopo potrà decidere se accettare o meno il piano di trattamento con delle faccette o additional veneer. Saluti

Scritto da Dott. Vincenzo Zuccaro
Sannicandro di Bari (BA)

Una buona coronoplastica potrebbe bastare. Attenzione però all'igiene ed alla posizione della lingua. Cordialità

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia