Domanda di Diastema

Risposte pubblicate: 7

E' giusta l'idea dei denti provvisori?

Scritto da Marco / Pubblicato il
Salve, sono un ragazzo e ho la mancanza dei due incisivi laterali superiori, in più ho gli incisivi superiori larghi di due tre mm, il mio dentista mi ha proposto di mettere un apparecchio fisso per stringere gli incisivi superiori, poi l'inserimento di due denti provvisori per la mancanza degli incisivi laterali superiori. Vorrei sapere il tempo necessario perchè gli incisivi superiori si stringono del tutto. E se l'idea dei denti provvisori sia quella giusta.
Buongiorno, caro Signor Marco. Non è solo un problema di riabilitazione protesica ma anche di attenta valutazione Ortodontica. la Diagnosi Ortodontica che è un atto Medico molto serio ed importante e che scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!Fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura dell lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente co il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! Tutto questo nell'ambito dei suoi 16 anni e quindi tenendo presente che non è detto che l'età cronologica corrisponda con quella scheletrica. Basta fare una radiografia del polso per accertare la maturità dei nuclei di ossificazione per conoscere l'età scheletrica in realtà utile intorno ai 10-13 anni, ma anche a 16 anni per avere certezze! Col metodo di Tanner e Whitehouse si prendono in considerazione 20 dei 30 nuclei di ossificazione del polso e della mana e si attribuisce un punteggio a seconda dello stadio di maturazione raggiunta e si ottengono tre punteggi fondamentali: il totale, il Carpale ed il RUS(radio-ulna-short bones), il punteggio finale dell'adulto che abbia completato la maturazione scheletrica è di 1000 punti. Tutti i punteggi inferiori indicano stadi diversi di maturazione ossea e diverse età scheletriche! Non dimenticando il metodo della Maturazione Vertebrale Cervicale in particolare per l'identificazione del picco puberale nel tasso di crescita cranio-facciale e le correlazioni tra gli indici carpali come l'SMS e quelli vertebrali come come il CVS, il CVMS e il CS dove quest'ultimo indica il picco di crescita mandibolare! Per le misure richieste bisogna integrare le informazione suddette con una analisi cefalometrica, come detto. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Si. Mi sembra un buon programma. A patto che prima si facciano tutti gli esami di cui parla il Dr. Petti che rappresentano la vera diagnosi. Provvisori perché la crescita ancora va avanti a 16 anni. Dalla foto, come accade sempre in caso di agenesia dei laterali , sembra che ci sia poco osso per fare poi impianti doveancano i denti. Ci saranno tecniche adeguate o alternative poi

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

La soluzione proposta dal collega è quella standard combinata orrodontico - protesica, questo ovviamente senza poter analizzare e studiare direttamente il suo caso. La tempistica di chiusura dello spazio (diastema) fra i due incisivi centrali è piuttosto breve (pochi mesi) e la funzione sei provvisori al posto dei laterali mancanti oltre che estetica è funzionale (mantenitori di spazio e si posizione per i due centrali), probabilmente il collega applicherà due provvisori adesivi e le avrà proposto di sostituirli con due corone definitive su impianti (procedura di riabilitazione implanto - protesica che chiude il cerchio). Quest'ultima fase della terapia sarà impostata al termine della sua crescita scheletrica, indicativamente comunque dopo la maggior età, altrimenti gli impianti rimarrebbero anchilosati nell'osso e darebbero problemi estetico - funzionali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sì proposta condivisibile.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Dovrà fare uno studio ortodontico per il posizionamento di un apparecchio ad entrambe le arcate che vanno sincronizzate, e durante la terapia ortodontica potrà fissare sui brakets in sede laterale dei denti provvisori per mascherare l'assenza dei laterali e quindi fare gli impianti. Un anno e mezzo massimo 2 anni potrebbe essere il tempo per completare il tutto. Ovviamente le ho dato delle indicazioni di massima senza alcuna documentazione nè visita clinica e come tali possono essere imprecise. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

E' giusto applicare i due denti provvisori per la tua giovane età e per mantenere lo spazio. Intanto, se c'è bisogno di ortodonzia, la puoi iniziare; poi, a 18 anni, metterai i due impianti e, quindi, le corone definitive.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sig. Marco le tempistiche le può dichiarare il suo odontoiatra, ma le consiglio di farsi mettere tutto per iscritto che poi ne riparliamo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)