Domanda di Diastema

Risposte pubblicate: 13

Ho deciso di stringere lo spazio tra i denti dell'arcata superiore

Scritto da Maria / Pubblicato il
Cari esperti, ho 17 anni e ho deciso di stringere lo spazio tra i denti dell'arcata superiore. Sono andata dal dentista ma mi ha spiegato che il mio problema essendo ereditario non può essere risolto. Ho 1,2 millimetri di spazio tra gli incisivi centrali e 1 millimetro tra entrambi gli incisivi centrali e laterali, non so se sono stata chiara. Mi ha detto che l'unica soluzione è quella di mettere delle mascherine trasparenti, ma molto più costose dell'apparecchio fisso. Tuttavia su internet ho letto che i 2 apparecchi hanno la stessa funzione. Perché mi ha consigliato quello invisibile? Davvero non posso stringere i denti con il normale apparecchio fisso?
Dr. Gustavo Petti Parodotologo Gnatologo di Cagliari. Fasi di una Valutazione Gnatologica con Arco Facciale di Trasferimanto, Articalotore Wip Mix a Valore Medio, Stabilometria Computerizzata e vari tipi di Bite Plane Diagnostici e Terapeutici che però a Lei non servirebbero :)
Cara Maria, buongiorno. "mi ha spiegato che il mio problema essendo ereditario non può essere risolto". Sarei curioso di sentire questa spiegazione perché certamente si possono curare questi diastemi. Il problema è che si deve valutare la Disgnazia, se veramente le creasse patologia, con uno Studio Cefalometrico. Non so che Disgnazia abbia! Non conosco ciò che si prefigge di raggiungere il Suo Ortodontista. La diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Consulti uno Gnatologo serio ed un Ortodontista serio per avere una Diagnosi Seria! Poi si vedrà! Le lascio un Poster fotografico con alcune fasi di una Valutazione Gnatologica, come la faccio io in Studio con la speranza che "capisca" meglio i suoi problemi. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Maria c'è un po' di confusione non può essere risolto perchè ereditario, ma con le mascherine cosa si risolve? Nel suo caso devono essere spostati tutti i denti presenti nella sua bocca con un sistema ortodontico, solo così si può ottenere una stabilità occlusale che eviterebbe recidive, chiaramente tutto questo dovrà nascere da un minuzioso studio del caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Buongiorno Maria, utilizzare un'apparecchio o l'altro nel suo caso è solamente legato alla preferenza dell'ortodontista. Io ad esempio preferisco l'apparecchio invisibile perché è molto più confortevole peril paziente. Il vero problema non è come spostare i denti ma verificare, e dalla foto non è possibile darle un parere, se la sola ortodonzia possa o meno risolvere il suo problema. Spero di non averle generato confusione e se non fossi stato chiaro mi contatti pure.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Sig.ra Maria, si faccia visitare da uno specialista in Ortodonzia e faccia valutare bene il caso, il trattamento tradizionale o con le mascherine trasparenti può essre valutato a seconda del tipo di spostamento. "il problema ereditario" lo lasci dire a chi non si intende di Ortodonzia. Saluti

Scritto da Dott.ssa Fabiola Renda
Como (CO)

Buongiorno Maria, il suo caso, anche se correttamente come hanno asserito gli altri colleghi, merita indagini piu' approfondite per la valutazione della sua disgnazia, rimane un trattamento parecchio facile con qualsiasi tecnica venga effettuato. Arriverebbe comunque all'obiettivo, l'unico neo che rimarrebbe, sarebbe la recidiva, qualora non effettuasse a trattamento ultimato una lunga contenzione. Qualunque dovesse essere la tecnica, si affidi ai colleghi e vedra' che otterra' eccellenti risultati. Buona giornata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Straguzzi
Sant'Agata li Battiati (CT)

Tutti i colleghi che mi hanno preceduto le hanno dato risposte corrette. Il suo caso è facile e qualsiasi terapia dovesse fare avrà un ottimo risultato: Attenzione alla recidiva che va affrontata a lungo. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Carissima Maria sono perfettamente d'accordo con le risposte dei colleghi e, a queste, vorrei aggiungere che in queste situazioni, oltre agli esami radiografici e al tracciato cefalometrico, è necessario fare un adeguato piano di trattamento che deve prendere in considerazione occlusione, classe dentale e grandezza dei denti rispetto all'arcata. Sulla base di queste valutazioni è possibile che sia necessario montare un apparecchio fisso anche in arcata inferiore, che non viene menzionata. In ogni caso è un trattamento di facile gestione, con numerose tecniche, se gestito da mani esperte. Io conosco bene la sua zona di residenza e le assicuro che ci sono bravi specialisti che sicuramente saranno in grado di risolverle il problema.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Nazario Russo
Benevento (BN)

Bisognerà studiare tutta l'occlusione in generale perche va messa a posto tutta la bocca, non solo davanti (cosa che non si può capire solo dalla foto o dalla visita perchè c'è da approfondire con le analisi descritte dai colleghi). Questo è necessario per tanti motivi: innanzitutto perchè se c'è malocclusione bisogna pensare non solo all'estetica ma alla masticazione, alla occlusione e quindi alla salute della bocca e di tate cose collegate, come la postura della colonna vertebrale etc. E poi perchè se non si raggiunge una occlusione stabile, c'è il rischio di recidiva, cioè che i denti si spostano di nuovo una volta finito con l'apparecchio. Quanto alla scelta dell'apparecchio, sono d'accordo sull'uso, eventualmente, el fisso (si può usare quello in ceramica o zaffiro che è trasparente, con le stelline trasparenti che sono molto meno antiestetiche di quelle metalliche) perchè certamente permetterà una correzione molto efficace e stabile. Io uso pure volentieri le mascherine trasparenti, ma queste pure hanno bisogno di collaborazione ottima perchè essendo un apparecchio rimovibile, se il paziente non lo indossa 24 ore su 24, la correzione non procede... Ed è, effettivamente una metodica costosa
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Tutti i colleghi che mi hanno preceduto le hanno dato risposte corrette.Penso che nessuno abbia però fatto riferimento al frenulo labiale superiore che potrebbe avere un impianto basso e quindi ci sarebbe la necessità di un piccolo intervento di frenulectomia.Tale interventino fatto con il laser a diodi è del tutto incruento, non ha bisogno di anestesia, punti di sutura in quanto non provoca sanguinamento. Quindi il caso andrebbe valutato in tutta la complessità clinica e anatomica, anche da un punto di vista chirurgico. Distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Mininno
Corato (BA)

Visita Ortodontica completa da parte di un Ortodontista specializzato (con esame clinico obiettivo, impronte e modelli di studio, radiografia panoramica e cefalometria, valutazione occlusale, fotografie), e la diagnosi su come risolvere il problema (e con quale metodica) sarà presto fatta e con relativo piano di trattamento.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia