Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 4

Quale ritenete possa essere la soluzione dei miei problemi: ritrattamento canalare, bite o altro?

Scritto da Antonio / Pubblicato il
Salve, è da un paio di mesi che avverto dei fastidi ai sesti dell’arcata superiore, ed in particolare sul lato sinistro. Trattasi, nella fattispecie, di un dente devitalizzato (un paio di anni fa), che, a fasi alterne, mi ha sempre dato fastidio (avverto le classiche pulsazioni, qualche fitta (scossa), e talvolta l’inevitabile mal di testa), ma che ora, in quest’ultimo periodo, è sensibilmente peggiorato. Quello di destra (trattasi di dente otturato), invece, non mi crea grossi problemi, ed il (leggero, e talora inesistente) dolore ad esso associato potrebbe essere di tipo riflesso. Oltre a quelli che sono dei dolori specifici in corrispondenza dell’arcata superiore, avverto anche dei piccoli fastidi che alterano presumibilmente lo stato di salute generale dei miei denti. Innanzitutto, devo precisare che durante la masticazione il morso è, presumibilmente, di tipo incrociato. Non appena inizio a mangiare (con il primo morso), avverto un fastidio in bocca (qualcosa di simile ad una scossa) che poi, successivamente, viene meno, e scompare. Nei mesi scorsi, però (Dicembre, Gennaio), ho notato che nelle fasi successive ai pasti, il dolore comunque si acutizzava (ed aumentava di intensità), a prescindere dalla “scossa” iniziale. Quando sbadiglio (e spalanco la bocca), sento una sorta di “crack” in corrispondenza della mandibola. E, infine, ho notato che, in alcune occasioni, se sovrappongo le parti anteriori delle due arcate, esse si muovono, ovvero si verifica una sorta di leggero sfregamento tra le due parti. Il mio dentista, in un primo momento, mi ha consigliato di riaprire il dente per eseguire un ritrattamento canalare, ma, successivamente, ha aggiornato la sua diagnosi, affermando che si tratta, con ogni probabilità, di un problema di natura muscolare (che si riflette, in particolar modo, sul dente devitalizzato, che fa male), per il quale si renderebbe necessario l’uso del bite. A tal proposito, ci tengo a dire che durante la visita, il dottore ha fatto pressione (tramite il dito) sulle parti posteriori della mia bocca, chiedendomi di eseguire contestualmente dei movimenti laterali con la mandibola (destra/sinistra, sinistra/destra); il risultato è che provavo dolore. La terapia da lui consigliatami a base di Muscoril (e della durata di 5 giorni), tesa a verificare la presenza di una problematica di tipo muscolare, non ha sortito gli effetti sperati (vi è stato solo un leggero miglioramento). A quel punto, avendo io la necessità di trasferirmi a breve, in un’altra città, ho chiesto al dottore, di eseguire ugualmente il ritrattamento canalare, nella speranza di lenire il dolore, e nonostante lui avesse forti perplessità al riguardo. Durante una prima seduta (di circa mezz’ora), ha riaperto il dente scovando la presenza di un quarto canale, mentre con la seconda (di 15 minuti) ha iniziato una serie di lavaggi, che verranno eseguiti a distanza di 20 giorni l’uno dall’altro (credo che abbia usato lo iodoformio). Cosa ne pensate? Ritenete, anche voi, che questi fastidi all’arcata superiore siano riconducibili a problematiche di tipo muscolare?? O pensate, piuttosto, che il dente devitalizzato possa essere la causa prima del dolore? La scoperta di un quarto canale è, per certi versi, confortante, ma per il momento, il dente continua a darmi fastidio; ed è passato quasi un mese dall’inizio della terapia! Il timore che ho, è che la cura canalare si riveli completamente inutile ai fini di una completa guarigione. Saluti Antonio
Caro Signor Antonio... vediamo di mettere un pò di ordine nei suoi problemi: A- Per il dente devitalizzato e riaperto ... non capisco ... con una Rx Endorale, una Visita accurata, si deve arrivare ad una diagnosi sulla patologia di cui è eventualmente affetto il suo dente dolente ... se come sembra c'è un quarto canale a quanto pare in necrosi ... dato che si sono pianificate più sedute...bisogna procedere così: 1- Bisogna iniziare almeno tre giorni prima di intervenire una copertura antibiotica con un antibiotico potente, a largo spettro soprattutto su anaerobi gram neg. come il ceftriaxone bisodico in fiale intra muscolari da 1Gr. (una al di per tutto il trattamento e proseguire oltre di almeno 4/5 giorni. (ovviamente è solo un suggerimento ...non posso prescrivere antibiotici per vie web senza neanche averla vista e fatto una anamnesi accurata...lo farà il suo medico che la prenderà in cura)!!!!Faccia la prima seduta un lunedì...la seconda un Venerdì e la terza di chiusura dei canali il Lunedì sucessivo...in modo da assumere, partendo da tre giorni prima e terminando 4/5 giorni dopo, in tutto 14/15 Fiale da 1 Gr. (una al dì) 2- procedere alla strumentazione accurata con lavaggi (sotto diga ovviamente) di ipoclorito neutralizzato poi da acqua ossigenata e lavaggi soprattutto prima della chiusura provvisoria a fine seduta con prima Clorofenolocanforato, poi con lo stesso antibiotico lasciato dentro il canale. Si chiude poi il dente alla fine di ogni seduta con membrana osmotica per impedire la reinfezione dei denti coi microbi da fuori a dentro e nello stesso tempo per fare uscire il gas prodotto dai microbi sopravvissuti dentro che causerebbe pressione e quindi dolore! E qui finisce la prima seduta! 3-Nella seconda seduta si rifinisce la strumentazione... si vede se c'è pus ( se c'è bisogna progammare altre sedute) si ripete tutto e si chiude sempre con membrana osmotica... 5-infine in terza seduta si chiude il dente. B-Il muscolo che il suo Dentista le ha palpato in fondo alla bocca è lo Pterigoideo che è un muscolo importantissimo in "Gnatologia"...che entra in contrattura...ossia in contrazione dolorosa, quando c'è qualche problema di regola serio alla occlusione...ossia al modo di combaciamento dei denti delle due arcate in movimento e/o soprattutto alla Articolazione Temporo Mandibolare il cui primo sintomo che ci sia qualcosa che non và è proprio la sorta di “crack” che Lei riferisce! C- Vediamo di concludere...o sono due problemi concomitanti ma separati o c'è sul dente in questione un precontatto (contatto precoce) in una delle tante posizioni di auto protezione che ha la mandibola nei confronti del mascellare superiore...sarebbe ora troppo lungo spiegare... D- Ciò detto si deve curare il dente comunque dato che è stato aperto e le ho già detto come...questa è una metodica...quella che seguo io...ma ce ne sono tante altre...tra cui quella scelta dal suo Dentista!...anche se francamente i tempi mi sembrano troppo lunghi e se mi auguro il dente ogni volta venga chiuso con membrana osmotica ( che fa uscire il gas che sta dentro e crea pressione e quindi dolore e non fa entrare i microbi che stanno fuori) e non lasciato aperto !!! E- Deve far valutare molto accuratamente la sua situazione Temporo Mandibolare e Gnatologica da uno Gnatologo o da un Parodontologo (poichè un buon Parodontologo è anche Gnatologo in quanto le due Specialità si integrano l'una con l'altra)...il Clik..alla articolazione c'è..il morso incrociato con probabilmente disfunzione dell'occlusione anche ... solo dopo una accurata diagnosi si può decidere se ed eventualmente che tipo di Bite mettere ...(bite plane...ce ne sono di tanti tipi...è il DENTISTA che deve deciderne lo spessore, l'inclinazione dei piani...insomma come deve essere costruito! F- Il muscoril che le è stato dato è un farmaco che decontrare i muscoli in contrattura...è un farmaco eccellente...ma impiega moltidssimi giorni...a volte settimane ad agire..in ogni caso non va preso così..senza una DIAGNOSI CERTA...ed in ogni caso è un sintomatico ossia non toglie le cause... G- Per finire...pur avendo omesso tanti particolari che non è il caso ora di descrivere...Lei ha bisogno di un Buon Dentista che sia anche GNATOLOGO-PARODONTOLOGO...e risolverà tutti i suoi problemi! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Antonio, Le consiglio di fare una rx panoramica e valutare se la terapia canalare eseguita in passato è stata eseguita correttamente o se non si sia formata dell'infezione. Per quanto riguarda il CRACK, o meglio il CLICK che avverte alla mandibola dovrebbe farsi una visita ortodontica/gnatologica. Distinti saluti

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Sig. Antonio, lei descrive una situazione complessa, si è rivolto a un dottore il quale ha dato dei consigli e  le ha fatto eseguire un’altra terapia. Adesso ci chiede se la terapia da lei consigliata è forse inutile? Così mi sembra di aver capito? Non è possibile risponderle senza consultare il collega che le sta attuando le cure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sig. Antonio, oltre alle cure canalari, quando il dolore non esisterà più, dovrebbe fare una visita gnatologica per appurare se esistono precontatti ed una kinesiologica per risolvere i trigger point o malocclusioni come il cross bite che riferisce, una volta che si è diagnosticata la causa, dovrà effettuare un'ortodonzia per stabilizzare il tutto. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)